Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

evento agenda digitale polimi

Nicolai: “Stimiamo 9,1 mld di euro per l’Agenda italiana dall’Europa”

06 Nov 2014

Marco Nicolai, docente di Economia Aziendale, università degli Studi di Brescia


C’è stato un discreto incremento dei fondi comunitari, che però non sono ancora sufficienti. Facciamo un quadro.

Le risorse disponibili in Europa sono 82 miliardi di cui, secondo una stima sulle serie storiche dei successi del passato, l’Italia ne può attrarre 6,9 e di questi quelli destinabili all’Agenda Digitale sono pari a 2,6 miliardi (376 milioni all’anno) Le risorse a gestione indiretta destinabili all’Agenda Digitale sono pari al minimo a 4,6 miliardi e al massimo a 3,6 miliardi. Facendo una stima prudenziale ma attendibile possiamo affermare che i fondi a gestione indiretta a disposizione per l’Agenda sono pari a 9,1 miliardi (1,3 miliardi all’anno).

Mettendo insieme le risorse a gestione diretta e indiretta arriviamo a definire una quota di circa 1,7 miliardi di euro all’anno destinabili all’Agenda Digitale.

Articoli correlati