il quadro

Tutte le gocce di futuro che abbiamo visto all’Internet Festival

Quattro giorni passati a Internet Festival 2016 sono stati una scorta di saperi, incontri e analisi da spalmare con parsimonia per i prossimi dodici mesi

14 Ott 2016
videogioco

C’è forse un problema in corso nello smisurato mondo dell’innovazione digitale: la parola “futuro”. Una parola ormai abusata come passepartout per qualunque consesso di qualsiasi partito e movimento, per ogni riunione di lavoro, di marketing e di spin doctor, nelle grandi cerimonie istituzionali e in ogni possibile festa o inaugurazione. Poi passi quattro intensi giorni ad Internet Festival a Pisa, lo scorso week end lungo, e finalmente trovi il vero presente che sta dando vere forme al futuro.

La sesta edizione Internet Festival – Forme di futuro (questa la dizione con il suo pay off) ti risucchia, ti ingloba, ma soprattutto annulla i tuoi eventuali gap fra un futuro tutto fumo e le forme reali e vissute dei futuri in corso. Non c’è Internet con le sue “magnifiche sorti e progressive”, ormai infrastruttura invisibile ai più, ma il mondo che viaggia, intraprende, studia, ricerca, compra, vende, gioca, ama, odia, si aggrega, vince e perde. Punto. È superfluo, ma anche incompleto, aggiungere che il mondo fa tutto ciò “sulla rete”. Lo sanno tutti ormai, anche chi non la usa. E come se aggiungessimo “con l’elettricità”, o “con le onde radio”.

E chi avesse ancora un problema personale, aziendale o istituzionale di digital divide – sì, certo, siamo ancora in parecchi – ha trovato a Pisa, da giovedì a domenica scorsi, decine di tutorial, T-Tour, da 50-60 minuti ciascuno, per bambini piccoli, per ogni età, fino ai novantenni, per analfabeti digitali (ma anche per super esperti), per iniziare subito a entrare nel mondo digitale, per sporcarsi le mani coi bit o per approfondire sempre di più.

Si può cominciare dai mattoncini di plastica più noti al mondo e imparare con questi un pizzico di elettronica e, perché no, di robotica, tanto è quest’ultima che dominerà il mondo, che darà forme nuove al nostro futuro. E per familiarizzare, a sei anni, si può addirittura imparare come si programma un robot, come si inventano apparecchi nuovi con Bee-Bot. Bee-Bot è parte del progetto di ricerca E-Rob (svolto dall’ IRCCS Fondazione Stella Maris e dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e finanziato dalla Fondazione TIM). Il progetto vuole analizzare e verificare come la Robotica Educativa possa potenziare alcune funzioni cognitive, chiamate “funzioni esecutive”, fondamentali per lo sviluppo psico-sociale dei bambini e vuole “proporre la RE come modello di intervento e strumento inclusivo per bambini con bisogni educativi speciali.”

A Pisa, dai sei anni ai tredici, si è imparato a disegnare e creare con software, semplici ma ricchi, dei personaggi da poi postare e condividere sui propri social, oppure a diventare, in un’ora, dei piccoli creativissimi maker in 3D o ancora a rileggere e riscrivere Shakespeare con i tweet. Non sono mancati i giochi per teenager dove, per esempio, si impara tutto del web sfidandosi a squadre. Dai quattordici anni in su ci hanno condotto per mano nel presente dei big data, spiegandoci “il sogno di capire il calcio con i big data”, oppure come si possa raccontare la musica coi dati.

Per gli esperti, per gli addetti ai lavori, c’è stato anche un Tutorial dedicato allo IoT delle “Low Power Wide Area Network” (le reti a basso consumo energetico con coperture di decine di Km), oppure uno workshop che insegnava a progettare e realizzare web documentary interattivi, o un altro a gestire i sintomi cardiaci, per medici e pazienti, con un videogioco in realtà virtuale e, ancora, c’era un Toutorial che mostrava strumenti, applicazioni e casi reali di abilitazione e sostegno, nella vita quotidiana, per persone con disabilità intellettive, autismo e disabilità sensoriali.

Per i T-Tour dovevi fare una prenotazione online e in pochi giorni c’è stato il sold out. C’è una gran fame d’imparare in questo Paese che soffre di un digital divide a macchia di leopardo, a tutte le età, e il modello di apprendimento dei T-Tour potrebbe fare “da scuola alla scuola” e non solo. Immaginate delle elementari dove si studiano le scienze con gli ologrammi e la geografia con la realtà aumentata, come si è fatto a Pisa durante Internet Festival 2016. Certo a Pisa i promotori scientifici di Internet Festival sono fucine di tanta classe scientifica e dirigente del Paese e questa è una garanzia di metodo e merito solidissima che si percepisce in ogni offerta di IF 2016.

E mentre ogni giorno, dalle 9 di mattina alle 20 di sera, i T-Tour colmano i digital divide di migliaia di “quasi-digitali” o arricchiscono le competenze digitali di chi è già esperto, la città mi accoglie in diciotto differenti location con altrettante linee di saperi, d’incontri, eventi, installazioni, interviste e keynote speech.

Faccio lo slalom fra il guru e scienziato dei social network e dei loro abissi, l’olandese Geert Lovink, e la “materializzazione dei legami digitali”, che è il processo con cui le infinite relazioni digitali, che si formano fra i giocatori di videogiochi local multiplayer, diventano poi reali.
Non posso perdere, alla Normale, la discussione su come disarmare la propaganda dell’Isis sul web e poi faccio in tempo a correre per seguire la tavola rotonda sulle otto proposte di Digial Magics per il governo italiano e sul Piano Industria 4.0. Cena di networking e poi concerto di Gary Lucas (com’è bravo!). Sulle sue ultime note esco dal Cinema Lumier e arrivo al Ponte di Mezzo, che attraversa un Arno in curva che già sa di mare. Dall’altro capo del ponte, alle Logge dei Banchi, di fianco al municipio, sei ballerini e ballerine mi attirano in uno strepitoso tango, che con una tecnologia “wearable” misurano in tempo reale il loro respiro e battito cardiaco. Resto senza fiato.

Il giorno dopo sono dentro il web journalism e poi mi tuffo per ore nel confronto fra startup di Internet ed esperti di ogni settore, dal marketing ai media, dai direttori delle tecnologie aziendali ai responsabili web. “Meno male che in Italia ci sono le start up”, bisbiglio a chi mi sta vicino, “Troppo poche, troppo poche!” è la sua risposta. Già, è vero.

Partecipo silenzioso a un gruppo di giovanissimi che progetta un videogioco e seguo un dotta analisi del rapporto fra letteratura e videogame. Non mi faccio mancare una sessione di “Nuove affinità elettive”, giusto appena dopo pranzo. Poi un pomeriggio col provocatore digitale Michele Mezza che duetta col filosofo Giulio Giorello, col super informatico Giorgio De Michelis, ma anche con se stesso, sul “meridiano di Facebook”, il cui flusso di notizie è “senza tempo” e il cui tempo è senza notizie. Si continua con la pantelevision e i suoi spettatori che agiscono nel salotto allargato della connected television, aggiungendo alla tradizionale audience il popolo dei social network, ormai anche questo contabilizzato dalle agenzie per i clienti pubblicitari. La sera e una buona fetta della notte sono coscienziosamente dedicati alla affollatissima movida pisana.

Al quarto giorno, tanta smart city e città “sensibili” e poi un incontro di formidabile spessore (“Il tradimento” delle primavere arabe) fra Donatella Della Ratta, scienziata dei media arabi, e Sami Ben Gharbia, editore online, attivista e saggista tunisino. Hanno analizzato i social, i media e le “primavere arabe”, fra le vittorie in piazza e le sconfitte in rete e nelle sanguinosissime guerre civili, in particolare nella mattanza siriana. Poi migranti e innovazione digitale (gli smarphone indispensabili come il cibo e una tenda) e come la tecnologia viene usata per la solidarietà.
Digitalmente satollo, ho preso il treno regionale veloce al binario 8 della stazione di Pisa per tornare a Milano, via Firenze.

Un solo consiglio al festival: rinunciare alla dizione estesa di “Internet Festival – Forme di futuro” e adottare definitivamente l’acronimo “IF-Forme di futuro”.

edoflei06@gmail.com

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati