Jack Ma (Alibaba): "Il mondo aspetta un nuovo sistema finanziario progettato per il futuro" - Agenda Digitale

il discorso

Jack Ma (Alibaba): “Il mondo aspetta un nuovo sistema finanziario progettato per il futuro”

L’intervento di Jack Ma, fondatore di Alibaba, il 24 ottobre al Bund Finance Summit di Shanghai. Tradotto da Mario dal Co per Agendadigitale.eu

27 Nov 2020

Grazie per avermi invitato a questo Summit. Sono lieto di avere questa opportunità di imparare, discutere e scambiare idee insieme a voi. Nel 2013, sempre a Shanghai, sono venuto al vertice finanziario di Lujiazui e ho condiviso alcune opinioni del tipo “castelli in aria” sulla finanza basata su Internet. Oggi, sette anni dopo, sono tornato a Shanghai come persona senza ruolo ufficiale, non professionista qui al Vertice finanziario del Bund, sperando di condividere altre idee su cui riflettere.

In realtà, ero piuttosto indeciso se parlare qui oggi. Ma penso che ci sia una cosa che spetta a questo gruppo di persone, ed è la responsabilità di pensare al futuro, perché sebbene il mondo ci abbia lasciato molte opportunità di sviluppo, ci sono davvero solo una o due opportunità critiche. Questo è un momento estremamente critico.

Quindi vengo qui per condividere alcuni dei miei pensieri e punti di vista, che sono il risultato della nostra esperienza pratica negli ultimi 16 anni, oltre a discussioni e ricerche che ho avuto con studiosi, esperti e professionisti di tutto il mondo, durante il periodo in cui sono stato onorato di essere il co-presidente del gruppo di alto livello delle Nazioni Unite sulla cooperazione digitale e un sostenitore degli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite.

Sono praticamente in pensione a questo punto, quindi ho pensato di parlare liberamente in questo forum non ufficiale e condividere le opinioni non professionali di una persona non professionista. Per fortuna ho scoperto che molti professionisti non parlano più delle loro professioni.

Tre punti

Ho tre punti di vista da considerare. Possono essere immaturi, errati o ridicoli. Basta dare loro un ascolto e, se non hanno senso, dimenticarli.

WHITEPAPER
Scopri gli strumenti da adottare per una completa digitalizzazione e diventare azienda data-driven
Big Data
Data Management

Il primo punto di vista è che abbiamo una certa inerzia nel nostro pensiero, poiché sentiamo sempre che per stare al passo con gli standard internazionali, dobbiamo fare ciò che hanno fatto i paesi sviluppati come l’Europa e gli Stati Uniti. Se non abbiamo qualcosa che hanno loro, il cosiddetto “punto vuoto”, dobbiamo riempire quei punti vuoti a livello nazionale. Riempire questi punti è diventato l’obiettivo da perseguire.

Ho sempre pensato che, vista la situazione di quest’anno, la frase “riempire il vuoto” sia problematica. Solo perché l’Europa e gli Stati Uniti hanno qualcosa non significa che quella cosa sia sempre avanzata e valga la pena adottarla noi stessi. In effetti, oggi, non dovremmo preoccuparci delle tendenze a cui allinearci, a quale standard di paese adattarci, quali spazi vuoti riempire. Oggi dobbiamo pensare a come allinearci al futuro, come adattarci agli standard del futuro, come riempire i punti vuoti del futuro. Dobbiamo capire quale sarà il futuro e cosa vogliamo veramente fare, e poi guardare a come lo fanno gli altri. Se ripetiamo sempre il linguaggio degli altri, discutiamo di argomenti definiti da altri, non solo ci perderemo nel presente, ma mancheremo anche il futuro.

Dopo la Seconda guerra mondiale, il mondo aveva bisogno di ripristinare la prosperità economica. L’istituzione del sistema di Bretton Woods è stato un enorme catalizzatore per l’economia globale. Successivamente, dopo la crisi finanziaria asiatica, gli Accordi di Basilea hanno parlato di controllo del rischio, che sta guadagnando sempre più attenzione, al punto da diventare lo standard operativo per il controllo del rischio. Ora la tendenza è che il mondo parla sempre più solo di controllo del rischio, non di sviluppo. Pochissime persone parlano di dove siano le opportunità per i giovani, per i paesi in via di sviluppo.

Questa, infatti, è la causa principale di molti dei problemi del mondo di oggi. Oggi vediamo anche che gli accordi di Basilea hanno posto grandi limiti alla capacità dell’Europa di innovare nel suo insieme, ad esempio nella finanza digitale.

Il Basilea, più simile a un club per anziani, si occupa di risolvere il problema di un sistema finanziario che invecchia, funzionando da decenni. Un sistema che invecchia in Europa e che è estremamente complesso. Ma il problema in Cina è l’opposto: non è un problema di rischio finanziario sistemico, perché il settore finanziario cinese in fondo non ha un sistema. Il suo rischio è in realtà una “mancanza di sistema finanziario”.

Il settore finanziario cinese, come altri paesi in via di sviluppo appena cresciuti, è un’industria giovane che non ha un ecosistema maturo e non è completamente in movimento. La Cina ha molte grandi banche. Sono più simili a grandi fiumi o arterie nel sistema circolatorio del nostro corpo, ma oggi abbiamo bisogno di più laghi, stagni, ruscelli e affluenti, e tutti i tipi di paludi. Senza queste parti dell’ecosistema, moriremo quando saremo allagati e moriremo quando saremo in una siccità. Quindi, oggi siamo un paese che corre il rischio di mancare di un sistema finanziario sano e dobbiamo costruire un sistema finanziario sano, non preoccuparci dei rischi finanziari sistemici.

Sono come due malattie completamente diverse, come il morbo di Alzheimer e la poliomielite. Entrambi sembrano simili a prima vista, ma sono due malattie completamente diverse. Se un bambino prende farmaci per l’Alzheimer, non solo contrarrà la malattia della persona anziana, ma anche molte altre strane malattie.

Gli accordi di Basilea sono progettati per trattare le malattie degli anziani con un sistema che invecchia e una complessità eccessiva, e quello a cui dobbiamo pensare è cosa possiamo imparare dagli anziani? Devi ricordare, le persone anziane e i giovani si preoccupano di questioni diverse. Ai giovani interessa se ci sono scuole, agli anziani interessa se ci sono ospedali.

Quindi, il modo in cui il mondo sta cambiando quest’anno è affascinante e molto veloce. La scorsa notte a Shanghai, abbiamo deciso il prezzo dell’IPO di Ant. Questa è la più grande quotazione mai realizzata nella storia dell’intera razza umana e il prezzo è avvenuto in un luogo diverso da New York City. Questo era impensabile cinque anni fa, anche tre anni fa, ma i miracoli accadono.

In secondo luogo, l’innovazione deve avere un prezzo e la nostra generazione deve assumersi questa responsabilità.

Il presidente Xi una volta ha detto: “il successo non deve venire da me”. Capisco che questa frase riguardi un senso di responsabilità. Si tratta di assumersi la responsabilità per il futuro, per il domani, per la prossima generazione. Molti dei problemi del mondo oggi, compreso quello cinese, possono essere risolti solo con l’innovazione. Tuttavia, affinché la vera innovazione avvenga, nessuno ti mostrerà la strada e qualcuno deve assumersi questa responsabilità, perché l’innovazione è destinata a commettere errori. Ma la domanda non è come non commettere errori, ma se possiamo perfezionarli e correggerli dopo aver commesso errori e innovare costantemente. Fare innovazione senza rischi significa soffocare l’innovazione e non esiste innovazione priva di rischi in questo mondo. Non esiste innovazione priva di rischi. Spesso, la gestione del rischio portandolo a zero rappresenta il rischio più grande.

Quando fu combattuta la battaglia navale di Chibi, credo che l’atto di Cao Cao di collegare tutte le navi insieme sia stato il primo caso di portaerei, in Cina e nel mondo, ma dopo che un incendio ha bruciato tutto, per mille anni, i cinesi non hanno avuto il coraggio di pensarci di nuovo. Dopo aver pensato a quell’incendio, chi voleva ancora fare una nave più grande, chi poteva ancora avere questo tipo di pensiero come risposta di sistema?

Sette o otto anni fa, sempre a Shanghai, ho menzionato questo concetto di finanza basata su Internet. Abbiamo sempre sottolineato che la finanza basata su Internet deve avere tre elementi fondamentali: in primo luogo, deve disporre di un’ampia base dati; secondo, deve disporre di una tecnologia di controllo del rischio basata su questi ampi big data; e terzo, deve avere un sistema basato sul credito costruito sui big data.

Utilizzando questi tre criteri per valutare, possiamo vedere che il P2P non è affatto una finanza basata su Internet, ma oggi non possiamo negare l’innovazione che Internet ha portato alla finanza solo a causa del P2P. In effetti, pensiamoci, come possono esserci migliaia di società finanziarie alimentate da Internet in Cina entro pochi anni? Non dovremmo esaminare cosa ha dato vita a migliaia di “finanza alimentata da Internet”, le cosiddette società P2P?

Oggi è davvero difficile regolarsi; è difficile condurre una regolamentazione ovunque nel mondo. L’innovazione proviene principalmente dal mercato, l’innovazione viene dal basso, l’innovazione viene dai giovani. Le sfide normative stanno diventando sempre più grandi. Infatti, jian [“supervisione”, il primo carattere della parola “regolamentazione” in cinese] e guan [“gestione”, il secondo carattere della parola “regolamentazione” in cinese] sono due cose diverse. “Supervisione” significa guardarti mentre sviluppi e prestare attenzione al tuo sviluppo. “Gestione” significa intervenire quando c’è un problema o quando c’è un problema prevedibile.

Siamo molto bravi nella “gestione”, ma la nostra capacità di “supervisione” è gravemente carente.

Una buona innovazione non ha paura della regolamentazione, ma ha paura di essere sottoposta al modo di regolamentare di ieri. Non possiamo usare il modo di gestire una stazione ferroviaria per gestire un aeroporto. Non possiamo usare il modo di ieri per gestire il futuro.

“Supervisione” e “gestione” non sono la stessa cosa, anche “politiche” e “documenti” non sono la stessa cosa. Questo non è consentito, quello non è consentito, sono divieti chiamati “documenti”. La politica deve rafforzare le istituzioni per incentivare lo sviluppo. Oggi, il mondo intero e in particolare la Cina hanno bisogno di più “esperti politici”, e non di “esperti di documenti”.

La definizione delle politiche è un lavoro tecnocratico per risolvere problemi sistematicamente complessi. E vorrei condividere con voi quello che abbiamo fatto a Taobao per risolvere problemi sistemicamente complessi.

Diciassette anni fa, non avevamo tecnologia, dati e disponevamo di una previsione imprecisa di quello che sarebbe stato il futuro, quindi abbiamo stabilito molte regole su ciò che non consentito e su ciò che è consentito. Ma oggi siamo in grado di risolvere questi problemi sistemici con la tecnologia. Tuttavia, ai nostri giovani di oggi, come alle autorità di regolamentazione, piace sempre produrre nuovi documenti politici che non consentono questo e consentono quello. Successivamente, ho trovato una soluzione chiamata “più uno, meno tre”: se vuoi aggiungere una regola, devi sottrarre le tre regole precedenti. In questo modo, il nostro documento è diventato sempre più breve. Se non riduci il numero di regole, le tue regole e regolamenti diventeranno sempre più spessi, il che costringe tutti a infrangere una regola, a commettere un errore e tutti noi ci confondiamo.

Le teorie e i sistemi sono diversi, ma gli esperti e gli studiosi non sono diversi. Noi, come paese, spesso uniamo studiosi ed esperti. La competenza di un esperto deriva dal fare, è molto bravo a fare il lavoro, ma non necessariamente a riassumere.

Molti studiosi non fanno il lavoro vero e proprio, ma possono riassumere e formare teorie dal lavoro di altri. Solo quando esperti e studiosi sono combinati, solo quando teoria e pratica sono combinate, possiamo davvero innovare e risolvere i problemi di oggi e di domani. Credo che abbiamo bisogno di teorie derivate dalla pratica, non di pratiche basate su teorie che provengono da un ufficio.

Molto del P2P è pratica basata su teorie d’ufficio. Penso e credo fermamente che sia più importante imparare correttamente la grande lezione che il P2P ci ha insegnato, ma non negare l’intera tecnologia di Internet, e soprattutto non ripetere le pratiche della teoria dell’ufficio.

Penso che ci sia un altro fenomeno. Molte autorità di regolamentazione in tutto il mondo sono diventate a rischio zero, i loro dipartimenti sono diventati a rischio zero, ma l’intera economia è diventata rischiosa, l’intera società è diventata rischiosa. La competizione del futuro è una competizione di innovazione, non una competizione di competenze normative. Ora, la regolamentazione di ogni paese è più spietata dell’altra, tutto lo sviluppo è un miraggio, ma se è proibito ogni piccolo taglio diventa una ferita.

Sulla base della mia comprensione, ciò che il presidente Xi ha detto sul “miglioramento della capacità di governo” significa mantenere uno sviluppo sano e sostenibile sotto una regolamentazione ordinata, non impedire lo sviluppo con la regolazione. Non è difficile regolamentare. Ciò che è difficile è fornire una regolamentazione che raggiunga lo scopo di produrre uno sviluppo sostenibile e sano.

Il terzo punto: l’essenza della finanza è la gestione del credito. Dobbiamo cambiare la mentalità del banco dei pegni della finanza odierna e fare affidamento sullo sviluppo di un sistema basato sul credito.

Le banche di oggi continuano ad avere una mentalità da banco dei pegni. I collaterali e le garanzie sono banchi di pegno. Questo era molto avanzato una volta. Senza innovazioni come garanzie collaterali e garanzie, non ci sarebbero istituzioni finanziarie odierne e lo sviluppo dell’economia cinese negli ultimi 40 anni non avrebbe potuto continuare fino ad ora.

Ma l’affidamento su attività e collaterali può essere portato agli estremi. Sono il presidente del China Entrepreneur Club e anche il presidente della Camera di commercio generale dello Zhejiang. Parlo con molti imprenditori. La mentalità del banco dei pegni della Cina è severa e colpisce anche molti imprenditori, in particolare gli imprenditori che hanno dato garanzie con tutti i loro beni. La pressione che sopportano è molto alta e quando la pressione è alta, la tua azione si deforma.

Ci sono anche alcune persone che contraggono prestiti senza scrupoli e aumentano costantemente la loro leva finanziaria, assumendo sempre più debiti. Come tutti sappiamo, prendi in prestito 100.000, hai paura della banca; prendere in prestito 10 milioni, sia tu che la banca sarete un po’ presi dal panico; prendere in prestito 1 miliardo, la banca ha paura di te. C’è un’altra abitudine, alle banche piace concedere prestiti a buone aziende, aziende che non hanno bisogno di soldi. Vogliono disperatamente prestare denaro a queste società. Il risultato è che molte buone imprese diventano cattive imprese. Diversificano i loro investimenti, trasferendo anche questi soldi per fare cose che sono completamente inadatte per loro. Troppi soldi possono metterti nei guai.

La collateralizzazione con una mentalità da banco dei pegni non sosterrà le esigenze finanziarie dello sviluppo mondiale nei prossimi 30 anni. Dobbiamo sostituire questa mentalità da banco dei pegni con un sistema basato sul credito radicato nei big data utilizzando le capacità tecnologiche odierne. Questo sistema basato sul credito non è costruito sull’IT tradizionale, non si basa su una società guidata dalle relazioni personali, ma deve essere costruito sui big data, al fine di trasformare il credito in ricchezza. Anche il mendicante deve avere un po’ di credito, senza credito, non puoi nemmeno mendicare il cibo. Penso che ogni mendicante sia (possa essere) degno di credito.

Infine, penso che il mondo di oggi stia aspettando disperatamente un nuovo sistema finanziario che sia veramente progettato per il futuro.

Il sistema finanziario di oggi è un prodotto dell’era industriale, un sistema finanziario progettato completamente per soddisfare le esigenze dell’industrializzazione e per soddisfare la teoria del due-otto. Qual è la teoria dei due otto? Si tratta di investire nel 20% per risolvere anche il restante 80% del problema. E il futuro del sistema finanziario riguarda la teoria dell’otto-due, che aiuta l’80% delle piccole imprese e dei giovani a trainare il restante 20% delle persone. Dobbiamo passare dal vecchio modo in cui le persone cercano denaro, le imprese in cerca di denaro, al modo in cui il denaro cerca le persone e il denaro cerca le buone imprese. L’unico standard per valutare questo sistema è se qualcosa è universale, inclusivo, verde e sostenibile. Le tecnologie all’avanguardia che supportano questo standard, come big data, cloud computing e blockchain sono già pronte oggi per assumersi questa enorme responsabilità.

Signore e signori, anche dopo la Seconda guerra mondiale, le persone a quel tempo non avevano una visione abbastanza lontana per progettare un buon sistema finanziario per il futuro e per le generazioni future. Abbiamo la responsabilità e il pensiero oggi per costruire un sistema finanziario che appartiene veramente al futuro, appartiene ai giovani e alla prossima generazione, appartiene a questa era. Oggi possiamo farlo, ma non vogliamo farlo. Oggi, il nostro sviluppo tecnologico ci ha consentito di realizzare tutte queste cose, ma sfortunatamente molte persone non vogliono farlo.

Bisogna riformare il sistema finanziario globale

Il sistema finanziario globale deve essere riformato oggi, altrimenti non si tratta solo di perdere opportunità, ma di lasciare il mondo potenzialmente più caotico. È normale che l’innovazione sia un passo avanti rispetto alla regolamentazione, ma quando l’innovazione è troppo avanti rispetto alla regolamentazione, quando la ricchezza e la profondità dell’innovazione sono ben oltre l’immaginazione del regolatore, non è più normale e la società e il mondo saranno gettati nel caos.

Prendiamo ad esempio le valute digitali, se applicassimo una visione futuristica, sarebbero al centro della costruzione di un sistema finanziario di cui il mondo ha bisogno tra 30 anni. È vero che la finanza di oggi non ha bisogno delle valute digitali, ma ne avrà bisogno domani, ne avrà bisogno in futuro, migliaia di paesi in via di sviluppo e giovani ne avranno bisogno, e dovremmo chiederci quali sono i veri problemi che le valute digitali dovranno risolvere in futuro?

La valuta digitale tra dieci anni e la valuta digitale di oggi potrebbero non essere affatto la stessa cosa, e non dovremmo cercare questa valuta digitale dal passato, da un punto di vista normativo, da un istituto di ricerca, ma dal mercato, dalla domanda, dal futuro. C’è molto in gioco in questa materia. I nostri istituti di ricerca non dovrebbero essere istituzioni politiche, né le istituzioni politiche dovrebbero fare affidamento solo sui propri istituti di ricerca. Perché il sistema di valuta digitale è un problema tecnologico, ma non solo un problema tecnologico. È anche una soluzione ai problemi futuri. Le valute digitali possono ridefinire il denaro, sebbene la funzione principale del denaro sia ancora presente, ma ridefiniranno sicuramente il denaro, proprio come l’iPhone ha ridefinito il telefono cellulare, in cui fare telefonate è solo una delle funzioni. La valuta digitale di oggi è lontana dalla maturità per competere sugli standard, sta ancora creando valore. È tempo di pensare a come costruire un nuovo tipo di sistema finanziario attraverso la valuta digitale, di pensare al futuro per il mondo intero, di pensare a come verrà realizzato il commercio globale e ancora di più di pensare a come il mondo può avere una valuta digitale costruita su una tecnologia testata sul campo di battaglia. Si tratta davvero di risolvere il problema del commercio mondiale sostenibile, verde e inclusivo.

Quindi vorrei concludere dicendo che la società umana di oggi ha raggiunto un momento estremamente critico. Non sottovalutate mai questa pandemia. Questa pandemia è una forza che sta respingendo il progresso umano, non meno della seconda guerra mondiale.

In termini di finanza stessa, gli Stati Uniti continuano a iniettare denaro nel resto del mondo, e in particolare a Wall Street, e altri paesi stanno seguendo l’esempio. Abbiamo tutti pensato alle conseguenze che accadrà dopo? L’impatto è di gran lunga maggiore di tutti gli aspetti tecnici di cui abbiamo discusso oggi.

Non possiamo semplicemente opporci a molte delle organizzazioni internazionali del mondo oggi, ma dobbiamo ripensare insieme il loro valore nel mondo di oggi, che si tratti dell’ONU, dell’OMC o dell’OMS. Ci sono davvero molti problemi con queste organizzazioni. Ho affrontato, lavorato e collaborato con tutte queste organizzazioni, ma eliminarle non è la soluzione.

Un nuovo sistema finanziario è la via del futuro. Che ci piaccia o no, si formerà. Che lo facciamo o no, qualcuno lo farà. In futuro, credo, la riforma richiederà sacrifici, ci sarà un prezzo da pagare. La nostra generazione deve fare questo tipo di riforma, ma potrebbe essere visibile solo alla generazione successiva. Potremmo essere noi a dover portare avanti questo fardello. Questa è un’opportunità storica e una responsabilità storica. Nei passati 16 anni Ant Financials ci è concentrata sullo sviluppo verde, sostenibile e inclusivo. Se la finanza verde, sostenibile e inclusiva sono le scelte sbagliate, continueremo a farle ancora, ancora e ancora.

Traduzione Mario Dal Co

Tutorial
Primi passi sul Cloud? Scopri i tutorial gratuiti dedicati alle piccole e medie imprese per iniziare
Cloud
Digital Transformation
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati