confindustria moda

Train For Digital: la risposta alla sfida delle competenze nel settore Moda



Indirizzo copiato

Il settore della Moda e dell’Accessorio sconta la mancanza di risorse qualificate ed evidenzia la necessità di formazione mirata e di stabilità politica per una programmazione efficace del lavoro. Il progetto Train For Digital punta a rafforzare le competenze digitali dei lavoratori del settore

Pubblicato il 22 dic 2023

Paolo Bastianello

Presidente del Comitato Education di Confindustria Moda



Trends,Fashion,Forecast,Marketing,Modern,Concept

L’economia italiana, che rimane una delle più importanti del mondo, è fondata in larga parte su un tessuto industriale composto di piccole e medie imprese. Questo tessuto industriale si trova oggi minacciato dalla drastica difficoltà nel trovare nel mercato del lavoro le persone con le competenze tecniche necessarie per soddisfare il proprio fabbisogno professionale.

In particolar modo, l’industria del settore Moda e Accessorio, vive oggi un momento particolarmente complicato perché, entro il 2026, è stimato un fabbisogno di circa 90 mila professionisti sia per sostituire chi andrà in pensione sia per la crescita che le nostre aziende stanno vivendo.

In questa prospettiva si inserisce Train For Digital: un progetto di Confindustria Moda con Fondazione ITS Mita, PIN (Polo Universitario della città di Prato – Università di Firenze), dedicato alla formazione mirata per l’industria della Moda e dell’Accessorio, che punta a rafforzare le competenze digitali dei lavoratori del settore.

Moda, sostenibilità e digitalizzazione: la sfida delle competenze

La sfida della formazione è trasversale e riguarda sicuramente un numero ampio di professioni tecniche più tradizionali, come modellisti, orafi da banco, conciatori o tessitrici. Tutte professioni che, tuttavia, si sono arricchite negli anni di nuove competenze legate all’Industria 4.0, competenze digitali che ancora troppo poco sono presenti all’interno dei percorsi formativi scolastici.

Al contempo, la nostra industria sta affrontando un percorso di trasformazione molto profondo, sia sul fronte della sostenibilità che su quello della digitalizzazione. L’utilizzo dei Big Data è fondamentale anche per le Piccole e Medie Imprese, perché permette di migliorare la previsione della domanda e, di conseguenza, la gestione dell’inventario, al fine di ridurre gli sprechi di materiali, energia e risorse. Ma queste due transizioni, digitale e green, hanno bisogno di competenze nuove che le possano immaginare, progettare e realizzare. Competenze tecniche che, ad oggi, sono troppo difficili da trovare sul mercato.

Le Academy aziendali non sono una soluzione per tutti

Se le aziende più grandi si stanno muovendo per trovare soluzioni di breve periodo, con la creazione di Academy aziendali che forniscano ai candidati le competenze specifiche di cui hanno bisogno, questa soluzione non è applicabile per le PMI e non è ipotizzabile possa essere una risposta al problema nel lungo periodo. Entro il 2030, infatti, andranno in pensione quasi due milioni di lavoratori, di cui il 6% circa nella nostra industria, e l’inverno demografico porterà nel Paese circa 1.3 milioni in meno di persone. È chiaro quanto questi numeri, messi insieme, evidenzino una tempesta imminente che solo uno sforzo congiunto di privato e pubblico potrà contrastare.

Mismatch fra mondo del lavoro e sistema educativo: servono politiche di ampio respiro

La grande sfida di cui dobbiamo essere consapevoli e di cui dobbiamo farci carico è quella del contrasto al mismatch fra la domanda del mondo del lavoro e l’offerta del sistema educativo. Da dove partire è chiaro. In Italia abbiamo circa 25 mila studenti iscritti agli Istituti Tecnici, contro i 120 mila della Francia e gli 800mila della Germania. Segno che su questi istituti pesa ancora oggi uno stigma sociale che, tuttavia, è ampiamente fuori tempo massimo. I nostri istituti tecnici sono infatti spesso delle eccellenze, in grado di garantire tassi di occupabilità superiori al 90% entro pochi mesi dal diploma.

Chiaramente per scardinare questi schemi culturali è necessario tempo e sono necessarie politiche di ampio respiro, che le Istituzioni devono essere in grado di fare. Ma con la media di un Governo ogni anno e mezzo, i governanti non hanno spesso il tempo tecnico per poter fare cambiamenti davvero ad ampio respiro. Grazie anche all’impegno di Giovanni Brugnoli, Vicepresidente di Confindustria con Delega al Capitale Umano, abbiamo avviato ora un dialogo costruttivo con il Ministro Valditara che crediamo possa dare importanti risultati, come era stato con il Ministro Bianchi prima di lui. Per questo tutti, a prescindere dalla fede politica di ognuno, dovremmo sperare nella stabilità di Governo, in modo da riuscire a fare una programmazione del lavoro che sia effettiva e duratura.

Il progetto Train For Digital

Come Confindustria Moda, quindi, ci siamo muovendo sia per trovare soluzioni condivise che possano portare a soluzioni di lungo respiro, sia siamo impegnati per aiutare le PMI che non dispongono della possibilità di aprire Academy aziendali proprie, nel trovare personale formato con le competenze digitali in grado di rispondere alle specifiche necessità. In collaborazione con Fondazione ITS Mita, PIN (Polo Universitario della città di Prato – Università di Firenze), abbiamo lanciato “Train For Digital”, progetto nazionale di formazione selezionato con 916 mila euro dal Fondo per la Repubblica Digitale – Impresa sociale. “Train for Digital” è un progetto dedicato a favorire l’ingresso di oltre 300 giovani nel mondo del lavoro, composto da diverse Academy.

Queste saranno sono fruibili sia online che in presenza, gratuite e adatte a tutti i livelli di istruzione, e hanno l’obiettivo di rispondere in maniera mirata alle specifiche esigenze di ogni realtà, grazie al supporto anche dello IED Istituto Europeo di Design Spa Società Benefit (che si occupa della formazione in ambito retail e visual digitale) e di Remira Italia (che si occupa della formazione nell’ambito IT per il mondo moda). Articolato in più tappe in diverse parti d’Italia (a partire da Scandicci e Napoli, fino alla Puglia, le Marche, il Veneto, per arrivare poi a Bergamo, Varese e Biella), “Train for Digital” si svolge attraverso numerosi eventi che coinvolgono le aziende del territorio, aspetto fondamentale per il matching tra studenti e imprese. Obiettivo di questo progetto è il coinvolgimento in percorsi di formazione e orientamento al lavoro di oltre 300 giovani NEET, ragazzi tra i 15 e i 34 anni che non studiano, non lavorano e non cercano un’occupazione.

La digitalizzazione è un elemento altamente persuasivo della nostra industria oggi, con un impatto trasformativo importante. Le nuove tecnologie stanno infatti cambiando (in meglio) il volto delle nostre imprese. Se prima nell’immaginario collettivo la fabbrica era legata a lavori pesanti e non appaganti, oggi la realtà è profondamente diverse. Non solo i centri di produzioni sono ormai dei veri e propri laboratori, che dovremmo sforzarci di far conoscere di più, ma essendo lavori che richiedono competenze tecniche e digitali specifiche, anche la remunerazione non è più quella del passato.

Conclusioni

Per concludere, contribuire ad una maggiore diffusione delle competenze digitali in tutto il Paese, vuol dire mettere anche l’Industria nelle condizioni di crescere meglio e in maniera più spedita. In particolar modo l’industria della Moda e dell’Accessorio che, come pochissime altre, vanta distretti di eccellenza dal Nord al Sud del Paese e da Est a Ovest, in grado di produrre bellezza e ricchezza.

La digitalizzazione, e la diffusione della cultura digitale, è la chiave per salvaguardare e valorizzazione tutto il saper fare italiano, la capacità unica di produrre il bello e ben fatto che ci viene riconosciuto in tutto il mondo.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 4