le difficoltà

Green Pass a scuola, è tutto sbagliato: ecco i problemi

Nonostante l’85% degli insegnanti sia vaccinato, il governo ha ritenuto necessario introdurre una disciplina ad hoc per la scuola, obbligando tutto il personale scolastico a esibire il green pass per poter entrare nel proprio istituto. Ma la norma è stata mal congegnata e le difficoltà burocratiche sono molte. Ecco perché

31 Ago 2021
Diego Dimalta

Studio Legale Dimalta e Associati

controllo green pass lavoro

Probabilmente alla fine qualcuno, come spesso accade, dirà che è tutta colpa della “privacy” se la gestione del green pass a scuola è diventata così complessa. Ma proprio oggi è arrivato anche il via libera del Garante Privacy.

La verità è che se le cose non funzionano è perché il decisore politico ha sbagliato tutto sin dall’inizio, imponendo una misura irrazionale senza pensare alle conseguenze.

Green pass e docenti, ecco la piattaforma: come funziona e i rischi

Green pass, i dirigenti scolastici in un labirinto di norme

Partiamo da un dato: per comprendere come gestire il rientro a scuola, i Dirigenti devono districarsi tra una fitta normativa con rimandi e integrazioni, difficile da leggere anche per il migliore degli avvocati.

Digital event
Torna il Cybersecurity 360 Summit strategia nazionale di cybersicurezza. Online, 27 ottobre
Sicurezza
Sicurezza dei dati

Abbiamo il Piano Scuola, il DL 111/21, che, tra l’altro, integra il DL 52/21. Abbiamo la Circolare 1237/21 del Mise, ma anche il Protocollo di intesa del 14 Agosto 2021 tra Mise e parti sociali. Poi ci sono i rinvii alle Linee Guida del 2020 sul versante della Didattica Digitale Integrata, nonché le normative generali in materia di Green Pass e modalità di verifica, e molto altro ancora. Insomma, considerando che l’obbligo di green pass a scuola risale a soli pochi giorni fa, e che in base alla legge, tutte le scuole sono tenute ad applicarlo dal primo settembre, la prima domanda da farsi è: come può pensare il Governo che 55.000 istituti scolastici riescano in meno di due settimane a farsi strada tra le norme, organizzare le corrette procedure e formare il personale adeguatamente? Ricordiamo, a tal riguardo, che il trattamento dei dati deve avvenire nel rispetto del GDPR, sin da subito. Non è prevista la possibilità di organizzarsi in corsa. Questo significa che tutto deve essere perfetto entro il primo settembre, circostanza questa oggettivamente impossibile oltreché oggettivamente poco comprensibile.

Già perché sfugge a molti un fatto interessante: secondo i dati riportati dal Ministro Speranza, a fine luglio, l’85% degli insegnanti italiani risultava vaccinato. Cifra che, con molta probabilità è salita da luglio a settembre. La domanda da farsi è: con un tasso di vaccinati così alto, è davvero il corpo insegnanti un problema prioritario per questo paese in termini di contagio potenziale?

Green pass obbligatorio per i docenti: il paradosso

È legittimo ritenere che non tutte le categorie professionali vantino simili percentuali di soggetti vaccinati, eppure il governo ha ritenuto necessario introdurre una disciplina ad hoc per il mondo scuola, imponendo a tutto il personale scolastico di esibire il green pass per poter entrare nel proprio istituto. Il motivo è verosimilmente la necessità di tutelare con un occhio di riguardo la salute dei più giovani, ma qui si giunge ad un secondo grande paradosso: la normativa, infatti, impone l’obbligo di green pass al solo personale scolastico. Di conseguenza, come evidenziato anche dall’ex Ministro Azzolina, soggetti come i cuochi, i consulenti, gli psicologi ecc. ecc. non dovranno presentare alcuna certificazione, pur restando a stretto contatto con i ragazzi, pur non potendo vantare una percentuale di vaccinati paragonabile a quella del corpo docenti.

Ci si troverà in questo modo nella paradossale situazione in cui il corpo docenti sarà sottoposto ad invadenti controlli (capaci di incidere anche sulla riservatezza) mentre tutti gli altri potranno entrare senza problema alcuno.

Si comprende quindi facilmente come la confusione nel rinvenire le norme corrette, il poco tempo disponibile e l’illogicità di molte scelte del legislatore abbiano contribuito a generare una ferma opposizione contro questa normativa da parte dei docenti e dirigenti.

Del resto è evidente che sia impossibile pensare di verificare il green pass di quasi 650.000 persone ogni giorno. Questo allungherebbe notevolmente i già dilatati tempi di entrata delle scuole, motivo per cui i sindacati docenti e presidi si sono messi sul piede di guerra.

I nodi della piattaforma per la verifica del green pass

Il risultato è che nei giorni scorsi il Governo ha concesso la creazione di una piattaforma che permetta di gestire in modo più veloce gli ingressi a scuola validando i green pass a monte.

Tutto risolto quindi?

Niente affatto. La creazione di una simile piattaforma, annunciata 5 giorni prima dell’entrata in vigore dell’obbligo di green pass nelle scuole, non fa che ripresentare le criticità sopra evidenziate, ponendo ulteriori quesiti.

È del resto evidente che la piattaforma non sarà attiva per il primo settembre. Questo significa che il personale (e i DPO in collaborazione con gli RSPP) dovranno comunque predisporre procedure idonee per consentire che, in attesa dell’arrivo della piattaforma, il personale possa verificare correttamente l’esistenza del certificato verde da parte di tutti i soggetti tenuti a esibirlo.

Verranno quindi create procedure, istruzioni per il personale. Saranno scritte le deleghe, le designazioni per il personale che tratterà dati. Insomma, verrà comunque messa in moto la macchina complessa che tutti avevano criticato. L’introduzione della piattaforma non farà che obbligare ad un doppio lavoro. Così quando tutti avranno capito come comportarsi per validare i certificati, tutto cambierà nuovamente (non è peraltro dato sapere quando ciò avverrà), obbligando alla redazione di nuove procedure, formazione ecc. ecc.

Insomma, la scuola che, ricordiamolo, ha l’85% di vaccinati tra gli addetti ai lavori, sarà costretta a piegarsi a una macchina burocratica mal pensata dall’inizio, circostanza questa che obbligherà peraltro a fare una doppia operazione di adeguamento alla norma, quando peraltro ormai la scuola sarà iniziata.

È assurdo. È evidente. Ma una cosa spero sia chiara a chiunque abbia seguito la vicenda: la colpa non è della privacy ma della poca lungimiranza del legislatore.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati