rischi e soluzioni

Spectre e Meltdown, la guida per le aziende

I nuovi bug, che causano il furto di dati personali, devono essere affrontati dalle aziende in modo diverso rispetto ai consumatori. Diversi i rischi, infatti, ma anche le soluzioni da adottare. Ecco che c’è da sapere

08 Gen 2018
Alessio Pennasilico

Information & Cyber Security Advisor, Partners4Innovation

meltdown-spectre-kernel-vulnerability

Le aziende hanno qualche problema in più, specifico, messe di fronte ai pericoli causati dalle vulnerabilità Spectre e Meltdown. Sia perché i fronti di infezione sono diversi e più ampi, sia perché le aziende devono tenere conto di particolari accortezze anche quando valutano le soluzioni al problema. Se da una parte, infatti, per queste vulnerabilità corrono il rischio di furto di dati riservati, dall’altra se cercano di proteggersi in modo frettoloso possono subire danni alla produttività e al business.

Per questi motivi è importante analizzare nello specifico la questione dal punto di vista delle aziende.

VEDI LA SCHEDA CON LE INFO BASE PER TUTTI

I problemi specifici per le aziende

Oltre ai problemi in comune con gli utenti consumer (su computer e smartphone in particolare), le aziende fronteggiano due ulteriori scenari di rischio: i servizi in cloud utilizzati dall’aziende e i suoi desktop virtuali.

  • Cloud: se ho dati in cloud su risorse condivise con altri utenti, uno di questi potrebbe sfruttare la vulnerabilità e così accedere ai dati presenti sugli altri sistemi che condividono la stessa macchina. Risorse condivise significa infatti che tutti i sistemi, di aziende diverse, usano lo stesso processore. Un criminale può utilizzare un programma malevolo che sfrutta le note vulnerabilità del processore e così colpire tutti i sistemi relativi.
  • Desktop virtuali: la situazione è quella di un’azienda con diversi sistemi con desktop virtuali. Basta che solo un utente di questi venga infettato da un programma che sfrutta le note vulnerabilità perché siano a rischio i dati di tutti i desktop virtuali. Anche in questo caso infatti le risorse hardware sono condivise.

Meno concreto invece un altro rischio paventato: che siano infettati sistemi internet delle cose industriali, Nas, videocamere, sistemi di allarme. Anche i loro processori sono a rischio, è vero, ma sembra remota allo stato la possibilità che si possa fare eseguire un programma malevolo su questi (banalmente, questi apparati, come i server, non navigano su internet).

 

Soluzioni specifiche per le aziende

Il problema è grave, ma il gestirlo in contesti aziendali non è così banale: la semplice pubblicazione delle patch da parte dei produttori potrebbe non bastare per risolvere in tempi brevi.

L’azienda dovrebbe quindi monitorare gli aggiornamenti che arrivano per tutti i propri sistemi e apparati e poi valutarne l’installazione.

Bene che ci siano le patch, infatti, ma se aggiorno il browser di tutti i pc della mia organizzazione e di conseguenza smette di funzionare il mio CRM o gestionale (che di colpi diventa incompatibile con la nuova versione del browser), per prevenire un possibile attacco ho di fatto creato un danno di business ingente. Vale per i browser come per i sistemi operativi, il cui aggiornamento potrebbe rendere di colpo inutilizzabile un hardware aziendale, per esempio.

Se anziché pensare ai pc pensiamo ai server, immaginiamo se la patch smette di far funzionare un servizio su un server… di nuovo danno di business.

Astraiamo ancora di più: in contesto large enterprise magari server e desktop sono virtualizzati. Se metto una patch su sistema di virtualizzazione e smette di funzionare qualche decina di server?

Per tutte queste ragioni è importante che nelle aziende, nonostante la bagarre ed il rilievo mediatico del momento, vengano rispettate quelle che dovrebbero essere le normali procedure operative e policy per la gestione degli aggiornamenti, con l’applicazione in un contesto controllato (magari l’ambiente di test, di sviluppo, il pre-esercizio, l’ambiente per la formazione, o comunque ambienti non di produzione).

Bisogna assicurarsi la possibilità di fare roll back (cioè di tornare allo stato pre-patch) in caso di problemi.

Se io fossi una grande azienda con decine di migliaia di pc, forse preferirei correre il rischio che venga infettato un pc piuttosto che avere centinaia di utenti che non sono in grado di lavorare per “prevenzione”. Bisogna anche tenere conto che l’azienda si esporrebbe solo ai rischi connessi al rinvio di una patch; comunque può e deve contare su tutto il resto: firewall, antispam, antivirus, content filtering, ad-block, formazione agli utenti. Si consideri infine che si tratta di un attacco che non può essere eseguito da remoto direttamente (devo avere già il controllo del pc o necessito di interazione con l’utente).

Discorso a parte per il cloud; se parte dei miei servizi che gestiscono dati critici gira su servizi di terzi (penso ad Azure, AWS, GoogleAPP, ma potrei citare altri provider di IaaS o SaaS, penso alla media azienda che mi fornisce un servizio).

  • Dobbiamo quindi accertarci che il nostro fornitore stia agendo per affrontare il problema. Può essere una questione critica con fornitori minori.
  • Se il mio fornitore di CRM in the cloud o di gestione HR in the cloud ignora il problema e rubano i miei dati dalla sua infrastruttura, potrei avere delle responsabilità e di certo subire danni (anche solo di immagine). Allora bisogna sapere cosa prevede il contratto (il fornitore deve risolvere il problema? Il tutto è compreso nel servizio o comporta costi aggiuntivi? Entro quando deve farlo? Quali le sue e le mie responsabilità in caso di incidente?).

Purtroppo è un tema governato solo se gestito a monte. Cosa che non solo si consiglia di fare come best practice, ma che in ottica GDPR diventa indispensabile per il principio di accountability.

In conclusione

Come sempre, chi si era preoccupato di politiche, procedure, contratti, prima dell’emergenza ora sa cosa fare e riuscirà a limitare i danni facendo scelte ragionate e guidate da criteri oggettivi. Gli altri dovranno prendere decisioni strategiche sull’onda di situazioni stressanti, guidati dall’emotività e cercando di calmierare i danni, sperando di non farne di più gravi per eccesso di zelo, avventatezza.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link