fashion e sostenibilità

Phygital Sustainability Expo: ecco la transizione green nel mondo della moda

La ricerca di una nuova sostenibilità del settore moda è un tema di grande interesse e attualità, sia per l’elevato impatto che il comparto del fashion ha sull’ambiente, sia perché è fra i settori più sensibili alle spinte ambientali e sostenibili dei consumatori. Ecco i progetti protagonisti all’Innovation Village Award

03 Ott 2022

Massimo Bracale

organizzatore di Innovation Village

Annamaria Capodanno

organizzatore di Innovation Village

phygital sustainability expo

Transizione “green” all’orizzonte anche nel mondo della moda: abbigliamento sportivo sostenibile, usando solo risorse riciclate raccolte nell’ambiente grazie al progetto The Running Republic e scarpe create dagli scarti di lavorazione del legno con Dotzero. Poi c’è BIOlogic, che va oltre con una vera “rivoluzione nel concetto di produzione”, basato su un approccio generativo, con materiali tessili che crescono, imitando i processi della natura, non più realizzati da materiali esistenti ma basati sulla produzione di nanocellulosa.

Sono questi i focus di tre progetti di innovazione, che hanno “sfilato” il 12 luglio 2022 alla fiera evento Innovation Village, giunta alla sua settima edizione, nel suggestivo palcoscenico dei Fori Imperiali, in occasione del Phygital Sustainability Expo®.

FASHION SHOW • Phygital Sustainability EXPO® 2022

A Napoli l’Innovation Village Award: i finalisti

Prossimo appuntamento il 27 e 28 ottobre, con l’Innovation Village Award, che si terrà non a caso nel cuore del Mezzogiorno a Napoli, ormai diventato un Osservatorio nazionale sull’Innovazione sostenibile ed Economia circolare in Italia con i suoi 550 progetti catalogati in soli 4 anni e provenienti da startup, istituti di ricerca e università e riguardanti tantissimi argomenti come agrifood, automotive e trasporti, beni culturali, blue growth, edilizia sostenibile, energia e ambiente, industria creativa, istruzione, IC/IT/IOT, manifattura digitale e avanzata, materiali, tecnologie per la salute e sicurezza.

WHITEPAPER
Inizia a vendere sui marketplace: scegli la piattaforma giusta che punti all’omnicanalità
ERP
Fashion

The Running Republic

I primi due progetti sono due dei finalisti dell’edizione del Premio 2022. In particolare, The Running Republic è la community per creare, personalizzare e vendere abbigliamento sportivo sostenibile, usando solo risorse riciclate raccolte nell’ambiente. L’obiettivo è risolvere un chiaro problema nel mercato dell’abbigliamento sportivo, ossia offrire un prodotto etico, sostenibile e personalizzato a target diversi (B2B e B2C). Il progetto utilizza solo risorse riciclate raccolte nell’ambiente: per ogni kg di materia prima si recupera un kg di residui plastici dall’ambiente, con una riduzione delle emissioni legate alla produzione di CO2 fino al 70% e una necessità energetica inferiore anche del 50%. The Running Republic produce in maniera etica esclusivamente in fabbriche certificate e il suo modello di business presuppone la riduzione della produzione e un consumo più responsabile: la produzione on demand rappresenta infatti un cambio epocale nell’industria della moda e dello sport, la chiusura perfetta del cerchio della sostenibilità.

Dotzero

Dotzero è una startup fiorentina che crea scarpe dagli scarti di lavorazione del legno. Essi vengono trasformati in biopolimeri, che costituiscono la base di tutte le componenti della calzatura: sia la parte superiore (tomaio) che la suola sono realizzati infatti con lo stesso materiale. Tale aspetto permette – per la prima volta – di riciclare le scarpe nel momento in cui queste hanno terminato il proprio ciclo di vita. Il processo di produzione inoltre non utilizza acqua per colorare i materiali ed è improntato su un modello locale e rispettoso di tutta la filiera.

BIOlogic

Per ciò che riguarda il progetto BIOlogic, anch’esso presentato nell’evento di Roma ma fuori competizione, siamo di fronte ad una vera “disruption” con la produzione di Nanocellulosa Batterica (BNC). Si tratta di un approccio che ben si inserisce nel processo che molti identificano come la nuova, futura, rivoluzione industriale del XXI secolo, come evidenziato dal whitepaper Biological Transformation and Bioeconomy pubblicato nel 2018 dal Fraunhofer Institute. Il concetto di base è imitare i processi naturali nella produzione dei materiali: processi efficienti, con un bassissimo dispendio di energie rispetto ai processi industriali. È una strada resa percorribile dagli sviluppi della biologia sintetica, che integrando tecnologie bio con le nuove tecnologie di analisi dati riesce a ingegnerizzare organismi che possono essere “addestrati” a produrre materiali, farmaci o vaccini, come il rapido sviluppo di quelli anti-covid, ma che può essere estesa alla produzione di materiali e modificare processi industriali.

BIOlogic è ormai diventato un centro di ricerca gestito da due PMI campane, Knowledge for Business e Tecup, sotto la supervisione scientifica del Centro Interdipartimentale sui Biomateriali dell’Università Federico II e la collaborazione di Medaarch srl specializzata in processi di biostampa e di prestigiosi istituti del CNR quali IPCB, IBB, ICB.

In realtà si tratta di cellulosa, come quella prodotta dalle piante o quella che costituisce il cotone, con una struttura molecolare più complessa e resistente, che può avere applicazioni in svariati campi: dall’edilizia, al biomedicale (scaffold biomimetici, cerotti anti-ustioni), cosmetica e tessile. Proprio su questi due ultimi ambiti si concentra l’attività del laboratorio BIOlogic: la nanocellulosa è un materiale anallergico per produrre maschere e prodotti cosmetici; trattata sempre in modo naturale e privata dell’acqua in cui cresce, ha caratteristiche tattili, visive, e di resistenza simili alla pelle di derivazione animale.

Nuove tecnologie per un’industria tessile ecosostenibile: quali sono e come funzionano

Le fasi di ricerca, condotte nell’ambito di due progetti di ricerca cooperativa finanziati dal MISE, sono state chiuse da mesi; si sta oggi completando, anche nell’ambito di accordi con imprese di rilievo del settore tessile e pelli, la fase di sperimentazione, con il mix di gamma delle soluzioni, fra cui anche alcune che utilizzano scarti della produzione delle pelli e altre invece completamente bio. Un prodotto non solo completamente naturale, realizzato da ceppi batterici selezionati, alimentati con scarti agricoli, ma che viene prodotto a bassa energia in modo assolutamente sostenibile.

La moda alla ricerca di una nuova sostenibilità 

La ricerca di una nuova sostenibilità del settore moda è un tema di grande interesse e attualità, sia per l’elevato impatto che il comparto del fashion ha sull’ambiente, sia perché è fra i settori più sensibili alle spinte ambientali e sostenibili dei consumatori, in particolare sulle fasce medio-alte di mercato. Non è un caso che la stessa Commissione Europea, a marzo 2022 abbia presentato una propria Strategia per un’industria del tessile sostenibile e circolare, ipotizzando un pacchetto di misure che vanno dalla progettazione dei prodotti, promuovendo un ecodesign sostenibile, alla gestione degli scarti e dei prodotti invenduti, fino al tema centrale della sostenibilità dei materiali utilizzati e della riduzione delle microplastiche che vengono rilasciate nell’ambiente. Il tema dei materiali assume peraltro una valenza ancora maggiore se le problematiche di impatto ambientale vengono correlate a nuove tendenze emergenti in fasce di consumatori, orientate su prodotti naturali e su prodotti non derivati da materie prime di origine animale.

Conclusioni

È questa la molla che spinge le grandi maison della moda (Ferragamo, Gucci, e tanti altri) alla ricerca continua di nuovi prodotti e materiali sostenibili, che siano però compatibili anche con i livelli richiesti dalla produzione industriale. O ancora è di dicembre 2021 l’annuncio della Volkswagen di voler sostituire entro 7-8 anni le pelli utilizzate per l’interno delle autovetture, mettendo al centro di questo progetto proprio la nanocellulosa batterica.

Tutto questo per dire che il mercato è pronto e l’esigenza di nuovi prodotti sostenibili da parte dei consumatori è rilevante e non sempre soddisfatta dall’industria e dalla ricerca. BIOlogic ha già creato forti aspettative industriali, è prevista la realizzazione di uno stabilimento industriale nel corso del 2023, una sfida importante, in cui forse il sistema italiano, localizzato tra l’altro in un’area considerata depressa e a rischio quale quella del comune di Villa Literno, in provincia di Napoli, è partita in anticipo e può reggere la competizione, sfruttando – una volta tanto – la capacità di fare rete e sistema fra imprese, ricerca e territorio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3