secnari

Ci vuole una community per far crescere una startup: gli esempi di successo



Indirizzo copiato

Una community può apportare valore tangibile e favorire la crescita esponenziale di una startup. Nell’era digitale, diventa un elemento chiave di vantaggio competitivo, allineando gli stakeholder con valori comuni e guidandoli verso performance importanti, grazie alla collaborazione e alla cooperazione. L’esempio di Traefik Labse altre startup

Pubblicato il 13 nov 2023

Giancarlo Vergine

Tech Entrepreneur | Crowdfunding Expert



business angel_startup

Nel mondo delle startup, la parola “community” è spesso lanciata come un mantra. Ma cosa significa veramente avere una community? E qual è il suo valore tangibile per una startup che cerca di crescere rapidamente e raccogliere capitali con successo? Esploriamo il potenziale di una community attraverso una serie di prospettive chiave.

Cosa significa “Community”

Esistono centinaia di definizioni di “community”, ma la più semplice e universalmente accettata è la seguente: “Una community è un gruppo di persone con qualcosa in comune.” Questo può sembrare elementare, ma è fondamentale per comprendere come una startup può beneficiare della stessa.

Essere parte di una community è molto comune. Ogni giorno, senza nemmeno rendersene conto, le persone fanno parte di numerose aggregazioni, dalle amicizie agli interessi condivisi online. Tuttavia, essere attivamente coinvolto in una community richiede tempo ed energie, che solo un forte interesse ed una accesa passione possono compensare.

Per questi motivi il valore di una community per una startup non può essere sottovalutato. Inoltre, secondo un rapporto sull’industria delle community del 2022, l’87% dei manager e degli executive in tutto il mondo ritiene che la community sia cruciale per il raggiungimento della mission aziendale, e quasi l’80% crede che la community abbia avuto un impatto positivo sugli obiettivi dell’organizzazione nel breve, medio e lungo termine.

Una community ben costruita può quindi diventare un elemento decisivo di vantaggio competitivo per il business, fungendo da collante che tiene insieme gli stakeholder, allineandoli con valori condivisi e guidandoli verso prestazioni eccezionali attraverso la collaborazione e la cooperazione.

Le community nell’era digitale

Nell’era digitale, le aziende si trovano di fronte ad un’abbondanza di opzioni di prodotto e ad una vasta gamma di piattaforme di comunicazione. Di conseguenza, manager e potenziali clienti B2B si affidano sempre di più alle community digitali per ottenere raccomandazioni su prodotti, servizi e conoscenze.

Le community digitali e ibride stanno diventando sempre più importanti, soprattutto nell’era post-COVID, e infatti le grandi aziende continuano ad investire in esse. Secondo il rapporto sull’industria delle community del 2022, più di un terzo delle aziende in tutto il mondo ha una persona dedicata a tempo pieno alla gestione della community, e il 62% degli executive sta cercando di aumentare gli investimenti in questa area.

Una startup può sfruttare il potenziale della community come una forma avanzata di “vantaggio competitivo”. Mentre il vantaggio competitivo tradizionale può derivare da prezzi più bassi o da caratteristiche uniche di un prodotto, una community ben gestita offre un tipo diverso di vantaggio, che fa denotare una netta differenza con aziende dello stesso settore e segmento.

I vantaggi della community per i founder, i clienti e l’azienda

Per i founder, una community rappresenta una valida forma di validazione del business e dell’offerta. Anche se hanno solo un piccolo gruppo di sostenitori appassionati, avranno accesso ad un pool di beta tester che condividono la visione e forniscono feedback preziosi. Inoltre, la community può far sentire meno soli i founder nelle prime fasi della startup, offrendo loro un sostegno condiviso nella risoluzione delle sfide e nel raggiungimento degli obiettivi più sfidanti.

Per i clienti, la community non è solo un luogo per discutere prodotti e segnalare bug. È anche un’opportunità per incontrare colleghi professionisti nello stesso settore, condividere le migliori pratiche e accedere a una base di conoscenza che aiuta a risolvere problemi e sfide quasi istantaneamente. Un modo per condividere valori e visione innovando.

Per l’azienda, la community umanizza il brand, trasformandola da un’entità astratta in un gruppo di individui appassionati che lavorano insieme per risolvere un problema. Ciò contribuisce a costruire un solido patrimonio aziendale. Inoltre, una community evidenzia la trasparenza e la passione dell’azienda nel risolvere il problema, il che può influenzare positivamente la percezione del marchio sia verso i collaboratori interni che verso tutti gli altri stakeholders.

L’esempio di Traefik Labs

Un esempio di successo nella costruzione di una community è rappresentato da Traefik Labs, una startup leader nel settore delle reti cloud native. I founder dell’azienda hanno creato una community su GitHub che ha attirato migliaia di stelle, miliardi di download su Docker e centinaia di contributori attivi. Questa community ha contribuito così alla diffusione globale dei servizi aziendali, attirando clienti importanti come Apple, NASA, Bose, Expedia, Mozilla e Sainsbury’s.

Inoltre, la community ha consentito di stabilire cicli di feedback rapidi e risoluzione rapida dei problemi, risparmiando tempo prezioso nel processo di risoluzione di problemi e migliorando la reputazione dell’azienda.

In sintesi, una community ben costruita rappresenta un potente strumento per una startup che cerca di crescere rapidamente e raccogliere capitali con successo. Fornisce validazione, supporto, condivisione di conoscenze e umanizza il brand, tutto in un unico pacchetto. Da non trascurare l’importanza di costruire e coltivare la vostra community, perché potrebbe essere il vantaggio competitivo che permette di fare la differenza nel panorama odierno dell’innovazione.

Il “community funding” per crescere più rapidamente

Negli ultimi anni grazie all’ausilio delle piattaforme di equity crowdfunding, per molte startup tech e brand D2C è stato possibile lanciare delle raccolte di capitali, con ticket di ingresso molto bassi, per favorire la partecipazione all’impresa, come soci, a tutti gli attori e sostenitori coinvolti nella stessa.

Una vera rivoluzione che ha permesso a realtà affermate di accrescere e consolidare la propria community coinvolgendo maggiormente i propri clienti, e rendendoli partecipi del proprio successo, ottenendo non solo capitali da investire nell’immediato per finanziare la crescita, ma anche una maggiore fidelizzazione e un bassissimo tasso di abbandono; e a realtà meno affermate di raggruppare una moltitudine di persone con visione e valori comuni, in nuove community di consumatori sia di prodotti o servizi B2C che B2B.

Gli esempi di Heura, Qonto e Brewdog

Gli esempi di Heura, Qonto e Brewdog sono esemplari.

Heura, startup spagnola del foodtech che produce e commercializza alternative vegetali alla carne, ha raccolto oltre 11,5 milioni di euro da più di 12 mila piccoli investitori, e suoi clienti in 3 round su Crowdcube, all’interno di round più corposi capitanati da fondi VC e angel investors. Il 90% degli investitori delle campagne di community funding erano o sono diventati clienti dell’azienda, con un engagement maggiore anche sui social media e sulle iniziative di comunicazione. Un valore aggiunto inestimabile oltre a quello meramente finanziario.

Qonto invece, startup francese fintech che ha come target una clientela b2b fatta di piccoli imprenditori e liberi professionisti, nel 2022 ha deciso di avviare un community funding sempre su Crowdcube, raccogliendo oltre 4,5 milioni di euro  da oltre 1.700 clienti business all’interno del suo round Series D di complessivi 486 milioni fatto da importanti VC di fama internazionale, diventando di fatto il primo unicorno a lanciare una raccolta di questo tipo con la propria community.

Brewdog invece, il birrificio e la catena di birrerie inglesi, rappresenta la più iconica azienda a crescita rapida nel settore food & beverage, nata e diventata una grande azienda grazie al community funding, accrescendo con la sua community con 5 campagne, e raccogliendo 80 milioni complessivi da oltre 150 mila investitori. Numeri da capogiro per le sue campagne denominate Equity for Punks, che le hanno permesso di affermarsi in tutto il mondo come brand emergente di birra.


Argomenti


Canali

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 3