la riflessione

Come ho smesso di aver paura dell’algoritmo cattivo

Non tutti gli algoritmi vengono per nuocere. Quelli che usiamo quotidianamente e da (quasi) sempre, altro non sono che procedure definite che sulla base di dati iniziali forniscono dati univoci. Non manipolano l’opinione pubblica, non decidono per noi. Non dovremmo preoccuparci di loro, insomma. Ma ecco, piuttosto, di cosa

10 Ott 2018
Alberto Berretti

Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ingegneria Informatica, Università di Tor Vergata

algoritmi

Non è l’algoritmo a perpetrare manipolazioni dell’opinione pubblica: è chi sapientemente lo gestisce e lo orienta, magari da una palazzina nella periferia di S. Pietroburgo.

Entusiasmo sfrenato vs critica pessimista

C’è un sentiero stretto per il quale dobbiamo spesso passare se vogliamo comprendere il significato delle trasformazioni sociali indotte dal digitale. La maggior parte dei commenti, infatti, e delle interpretazioni dei fenomeni, sono fortemente polarizzati (e come ti sbagli) tra due posizioni apparentemente opposte: l’entusiasmo sfrenato e la critica pensosa e pessimista.

WHITEPAPER
Banking, come creare valore con l’AI conversazionale
CIO
Finanza/Assicurazioni

Non è un fenomeno nuovo, tant’è che ne parlammo oltre venti anni fa (“L’Italia, ovvero, la forbice arretratezza-iperinformazione”, in “Avvisi ai Naviganti” di A. B. e V. Zambardino, 1996, 2nd ed., p. 12; se oggi non si può parlare di fenomeno solo italiano, da noi si toccano comunque delle vette). Puntualmente il fenomeno si ripete, ogni volta che una novità scuote la placida ed incontenibile avanzata delle tecnologie digitali nella realtà di tutti i giorni, e ogni volta che un problema di qualche genere, specie se ha a che fare con la sicurezza, coinvolge qualche contrada della vasta infrastruttura digitale che caratterizza la nostra era.

Pensiero analogico vs pensiero analitico

L’idea di qualche startupparo fa presto a diventare novità epocale (e mai l’espressione disruptive technology, introdotta 23 anni fa dal celebre saggio di Bower e Christensen sulla Harvard Business Review è stata più abusata) ed una banale pietruzza nel cammino della digitalizzazione di questo o quel settore è vista come se il cielo dovesse cadere da un momento all’altro. In Italia, seguiamo in questo una tradizione che parte perlomeno dalle polemiche tra Niccolò Tommaseo e Giacomo Leopardi quasi due secoli fa.

La soluzione a questo dovrebbe essere, in teoria, abbastanza semplice: non abbandonarsi al pensiero analogico («Deve essere così perché c’è stato un caso simile in cui era così») ma seguire rigorosamente il pensiero analitico, e cioè capire sia le tecnologie sia i meccanismi sociali e studiarne in modo appunto analitico le interazioni, come un qualsiasi fenomeno naturale. Ovviamente, si tratta di una facilità tutta teorica perché l’analogia sta sempre in agguato a fornire una qualche scorciatoia.

IoT, se anche la lavatrice è WiFi

E così, la questione oggi è il rischio al pubblico per le cosiddette tecnologie IoT, “Internet of Things“, e dunque tutti quei gadget di ogni genere che sono pesantemente controllati mediante strumenti digitali e a questo punto, perché no, collegati in rete. Chi scrive ha comprato recentemente una nuova lavatrice, e girando per il negozio di una nota catena di elettronica domestica, ha osservato che quasi la metà delle lavatrici in vendita erano dotate di connessione WiFi. Uno si può chiedere a cosa possa servire collegare in rete una lavatrice, e può anche riderci sopra, poi però basta riflettere sulla comodità di procedere alla programmazione dei cicli di lavaggio mediante app dedicata su smartphone, piuttosto che con bottoni e manopole, per capire che si tratta davvero di una innovazione utile.

Partiamo dunque da un articolo del Guardian (“Rise of the machines: has technology evolved beyond our control?”) pubblicato lo scorso 15 luglio. L’autore, James Bridle, è un artista inglese ed autore del libro, di prossima uscita, “New Dark Age”, i cui titolo dice tutto (“Nuovo Medioevo”). Bridle spazia tra fenomeni tra di loro piuttosto lontani.

Da una parte abbiamo i falsi cartoni di Peppa Pig che si possono trovare su Youtube, che l’intelligenza artificiale di Google non è in grado di distinguere da quelli veri e pertanto vengono a volte consigliati ai bambini quando si tratta, ovviamente, di una visione altamente sconsigliata ai piccoli, dall’altra il fenomeno della manipolazione dell’opinione pubblica sui social network.

Non vengono tralasciati i fenomeni che accadono in finanza a causa dell’HFT (High Frequency Trading), e cioè il trading di titoli affidato a bot, a programmi che sulla base di criteri stabiliti dal trader compiono le transazioni in automatico nel momento migliore, sfruttando fluttazioni che avvengono anche su scale di tempo piccolissime. Non sfugge all’attenzione dell’autore l’onnipresente cloud – che però non è niente di trascendentale: il cloud è semplicemente il computer che qualcun altro ci presta, e mutatis mutandis è un concetto vecchio quanto l’informatica stessa; semmai ci sarebbe da chiedersi dei perché della ricentralizzazione dell’informatica nell’era post-PC.

Non poteva mancare l’intelligenza artificiale di Google e gli smart speaker che dialogano da soli (ma qualcuno ha iniziato la conversazione, e soprattutto qualcuno li ha programmati: se i due smart speaker che hanno dialogato per giorni in diretta su Twitch fossero stati programmati in modo leggermente diverso, si sarebbero sicuramente comportati in modo diverso). Fortunatamente manca la blockchain.

L’algoritmo non è un virus (e non decide per noi)

Ora, c’è oggettivamente un fenomeno che va compreso, esistono tendenze sociali spinte dalla digitalizzazione di settori sempre più ampi della società che devono essere analizzate. Ma l’analisi non può ridursi a lamentarsi dell’algoritmo come fosse un virus introdotto dal digitale nella società. Un algoritmo è una cosa molto semplice: è, piuttosto rozzamente ma qui nessuno fa il matematico, una procedura definita in modo preciso che sulla base di dati iniziali fornisce dei dati univoci in un tempo finito.

Gli algoritmi li usiamo quotidianamente e da (quasi) sempre. Tutto sommato, quando con la lavatrice – non WiFi! – programmo un lavaggio per capi delicati girando rotelle e premendo pulsanti, sto impostando un algoritmo. Quando l’auto decide quanta benzina miscelata con quanta aria deve iniettare nel motore nell’istante in cui accelero, c’è un algoritmo.

E qui tocchiamo con mano un altro aspetto: l’utilizzo di metafore antropomorfe che sono fuori posto, anche se entrate nell’uso e difficilmente evitabili. Non è “l’auto” che decide come miscelare benzina ed aria quando pigio l’acceleratore, e nemmeno l’ECU (Electronic Control Unit) che controlla l’iniettore. È chi ha scritto il software per la citata ECU che ha deciso come la benzina va dosata e come deve avvenire l’accelerata. Così come il dialogo surreale fra gli smart speaker di Google dal vivo su Twitch non è autonomo, ma frutto di una programmazione, che può occasionalmente avere aspetti imprevisti (che possono eventualmente essere considerati bugs, errori).

Prendiamo un caso più scottante: la prevalenza dello scemo del villaggio globale sui social network (concetto già esplorato da Umberto Eco, più o meno). Le scempiaggini che una volta venivano dette al bar davanti ad un bicchiere di vino di troppo e che invece ora girano su Facebook, sarebbero un fenomeno relativamente innocuo – come taluni superficiali commentatori sostengono con insistenza. Se non fosse per l’algoritmo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3