Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

smart city

Campobasso, ecco gli assi dello sviluppo digitale cittadino

Le iniziative della Città di Campobasso per diventare una città sempre più smart sia sul versante dei servizi da offrire alla cittadinanza che a quelli da offrire alle imprese, dalla riduzione dei costi per le tlc alle smart grids, passando per i trasporti ecocompatibili

15 Nov 2018

Antonio Battista

Sindaco di Campobasso


In quest’ultimo decennio la Città di Campobasso ha intrapreso diverse iniziative volte a stare al passo con l’innovazione tecnologica.

Una delle priorità di questi ultimi anni è stata anche quella di creare e strutturare un servizio dedicato alla ricerca di fondi, europei e non, per perseguire obiettivi specifici quali, ad esempio, l’innovazione tecnologica e la realizzazione di quanto previsto dall’Agenda digitale europea e nazionale per trasformare, gradualmente, Campobasso in una città sempre più smart sia sul versante dei servizi da offrire alla cittadinanza che a quelli da offrire alle imprese.

Il lavoro intrapreso è sintetizzabile nei seguenti punti:

Riduzione costi per le tlc e accesso alla banda larga

Sin dal 2006 sono state attivate strategie di partenariato pubblico-privato indirizzate alla realizzazione di:

  • reti digitali in banda larga, costruita con tecnologie radio/wireless per diventare patrimonio del territorio:
  • reti su scala metropolitana finalizzate alla riduzione della spesa per telecomunicazioni;
  • reti per l’eliminazione del digital divide, reti per il monitoraggio, la sicurezza e la salvaguardia del territorio;
  • reti di supporto a grandi eventi, resistenti ad atti terroristici o di sabotaggio

Risultati conseguiti

  • abbattimento dei costi per le telecomunicazioni ad un terzo;
  • attivazione di punti accesso wi-fi free per i cittadini per un accesso semplificato ai servizi comunali;
  • nuovi strumenti di comunicazione del personale dell’Amministrazione Comunale;
  • sistemi di comunicazione massiva verso i cittadini tramite SMS;
  • creazione di una rete privata a beneficio delle scuole per la costituzione di una comunità e lo scambio di contenuti su rete locale, senza accesso ad Internet;
  • disponibilità dell’infrastruttura per l’attivazione di nuovi servizi: videosorveglianza, monitoraggio del traffico, monitoraggio ambientale, et;
  • possibilità di attivare nuovi servizi in tempi brevi ed in luoghi non coperti dalla banda larga garantendo le medesime prestazioni di velocità.

I Fondi Pubblici (comunitari e non)

Attivando le risorse attribuite dal POR Molise 2014/2020Asse 2 all’Autorità Urbana di Campobasso, come definito nell’ambito del documento di strategia, verranno intraprese le seguenti strategie:

  • rafforzamento della rete esistente con l’attivazione di altri punti wifi presso luoghi “strategici” del territorio: terminal e stazione ferroviaria, zona universitaria, scuole, ecc;
  • completamento del sistema di videosorveglianza con particolare attenzione alla copertura di zone sensibili come le scuole;
  • miglioramento di servizi a favore dei cittadini e dei turisti in particolare per le informazioni turistiche a carattere storico/culturale che ne potranno usufruire attraverso i loro smartphone.

Risultati attesi

  • sostenere la cultura digitale e il diritto di accesso ad internet;
  • migliorare la connessione wifi free a favore dei cittadini e non solo;
  • rendere effettivo il diritto alla sicurezza dei cittadini dell’area;
  • aumentare la sicurezza nel territorio e sfruttare tale tecnologia come deterrente in grado di limitare o prevenire eventi criminosi, atti di vandalismo e rilevare infrazioni del codice della strada;
  • dare visibilità all’offerta turistica del territorio aggregandola e rendendola fruibile tramite la rete wifi /bluetooth e la tecnologia del “Quick Response Code” (QR Code).

Mettendo a sistema le azioni finanziate nell’ambito del Bando Periferie, del POR Molise 2014/2020 –Asse 4 e dal progetto transfrontaliero «Dynamob 2.0» (Programma Italia-Albania-Montenegro) si prevede:

  • il recupero e la realizzazione di nuovi percorsi ciclopedonali;
  • l’installazione di punti di ricarica per bici elettriche;
  • la promozione di forme di trasporto ecologiche.
  • il guadagno di spazio fruibile nel centro città a favore dei cittadini riducendo la domanda di parcheggi e rendendo le nostre città più attrattive;
  • limitare l’impatto ambientale sul territorio;
  • decongestionare il centro del Comune.

Reti intelligenti di distribuzione dell’energia (smart grids)

Utilizzando le risorse del POR Molise 2014/2020 –Asse 4 per creare una rete elettrica intelligente integrata per la connessione delle principali utenze energivore della città, in particolare quelle della Pubblica Amministrazione (smart grid energetica) in quanto la maggior parte sono collocate nel centro città.

  • riduzione delle emissioni e che garantiscano scambi energetici efficienti tra i diversi soggetti coinvolti;
  • ristrutturazione della rete di distribuzione elettrica con tecnologie ad elevato contenuto tecnologico e con impiego di ICT diffuso;
  • sensibile riduzione della potenza impegnata in quanto un elevato numero di utenze abbassa il valore del coefficiente di contemporaneità, e comporta un sensibile aumento del grado di utilizzazione;
  • sensibile riduzione del costo della fornitura sia per la minore incidenza della tariffa, sia per la diminuita potenza impegnata, sia per l’aumento del grado di utilizzazione e, al contempo, del rendimento generale del sistema.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Articolo 1 di 2