la riflessione

Libra di Facebook ovvero la crisi della democrazia

Chi sarà a “battere la moneta” globale nel cyberspazio? Chi verificherà l’identità della persona che effettua una transazione? Libra, che rischia di trasformarsi nel porto franco del riciclaggio, lancia una seria sfida alle Autorità e richiama la necessità di tornare a definire limiti e regole democratiche condivise

28 Giu 2019
Norberto Patrignani

Politecnico di Torino

wired-uk-facebook-libra-will-it-work

Le cosiddette valute digitali sono già da qualche anno sotto lo scrutinio di tutte le autorità finanziarie del pianeta ma il lancio di Libra da parte di Facebook apre molti interrogativi più ampi e forse, paradossalmente, lancia una importante sfida proprio alle autorità internazionali, chiamate a regolamentare dal punto di vista finanziario, fiscale e penale qualcosa di molto sfuggente: chi sarà a “battere la moneta” globale nel cyberspazio? Chi verificherà l’identità della persona che effettua una transazione? Se dei problemi per la privacy si è già ampiamente discusso, cominciano infatti a emergere anche gli allarmi degli esperti di riciclaggio (Gaiullo e Mincuzzi, 2019), che definiscono molto elevato il rischio che Libra crei un meccanismo perfetto per criminali e evasori fiscali.

Ma i dubbi e gli interrogativi su Libra non finiscono qui. Come spiegherò di seguito, l’annuncio del lancio della criptomoneta di Facebook potrebbe rappresentare anche l’ultima mossa nella gigantesca partita a scacchi tra USA e China.

Oppure l’ennesimo slittamento della società globale verso un mondo dominato unicamente dal mercato e dalle tecnologie connesse, lasciando indietro i due pilastri della storia dell’umanità: la definizione di regole condivise tramite regole democratiche e la preparazione delle prossime generazioni tramite l’educazione.

Serve, insomma, una riflessione molto ampia su molti aspetti.

Libra: è ancora Usa vs China?

L’ultima mossa di Facebook va nella direzione di integrare in un unico ambiente social netwok, chat, pagamenti e transazioni finanziarie. Ma nel mondo esiste già una cosa simile creata da uno dei “titani del Web”, Tencent, con la sua WeChat, il più grande social network della Cina, con miliardi di utenti e con il suo sistema di pagamenti WeChatPay. Integrare WhatsApp con Libra assomiglia molto all’applicazione offerta da Tencent. Ma se in Cina il contesto permette al governo un controllo capillare sui cittadini, in altri paesi la fusione del business bancario con altri settori dell’economia non è così semplice: sapere cosa compro è ben diverso dal sapere con quali risorse lo compro.

WHITEPAPER
Le 7 tipologie di Customer Journey Map che devi conoscere!
Marketing
Advertising

I rischi di conflitti e monopoli sono altissimi. Forse Facebook sta cercando di diversificare il suo business che, basato sulla pubblicità, è molto condizionabile dagli utenti e dagli inserzionisti? E se i servizi attualmente gratuiti diventassero a pagamento? Avere direttamente accesso alle transazioni, anzi controllarle, non faciliterebbe il compito? Inoltre, dopo lo scandalo Cambridge Analytica, anche la necessità di curare la reputazione o distrarre i policy maker con altre mosse diventa urgente. Oppure stiamo assistendo all’emergere di una nuova guerra fredda in versione “USA – Cina”, stavolta tutta giocata sul dominio del cyberspazio?

Verso il dominio del mercato e delle tecnologie connesse

Controllare e garantire le transazioni di miliardi di persone su scala globale è un compito molto più complesso rispetto al tradizionale raggio d’azione delle autorità di vigilanza finanziarie, tipicamente localizzato. La sede fisica di questa nuova iniziativa è la Svizzera (Reuters, 2019) e quindi la sua autorità di sorveglianza sui mercati finanziari, FINMA (Swiss Financial Market Supervisory Authority), si trova di fronte ad compito non semplice. Eppure proprio l’amministratore delegato di Facebook aveva recentemente chiesto ai policy maker, ai governi, di regolamentare la rete: “…abbiamo bisogno di un ruolo più attivo dei governi e dei regolatori” (Zuckerberg, 2019).

I problemi tecnici legati alla progettazione e gestione di tale sistema complesso sono enormi: pensiamo solo ai requisiti normativi (compliance) richiesti attualmente alle banche. Oppure, visto che i fondatori dell’iniziativa sono imprese private soggette a fallimento, cosa succede alla “riserva” di Libra in caso di problemi? Rischiamo di introdurre un altro esempio di interessi privati che, in caso di problemi, si trasformano in costi per la collettività?

Una riflessione sulla democrazia

Ma una riflessione più profonda riguarda la democrazia stessa: seppur criticabili in molti aspetti, in molti paesi del mondo le autorità di regolamentazione sono designate da rappresentanti eletti democraticamente. Chi eleggerà le authority bancarie del cyberspazio?

Certamente avere la possibilità di effettuare acquisti e transazioni con un semplice dispositivo online in molti paesi in via di sviluppo è un’opportunità. Infatti molte società high-tech si stanno focalizzando proprio in quei paesi dove sistemi di pagamento sono poco disponibili e nello stesso tempo la telefonia mobile ha superato quella fissa, offrendo servizi non solo a privati ma anche a piccole imprese senza un conto bancario. E l’opportunità esiste davvero in quanto può appoggiarsi su una base di partenza di oltre due miliardi di utenti della popolare social network.

Questo è il punto cruciale: per accedere al sistema di pagamenti non è più necessario un conto bancario ma basta un account su Facebook. Il nuovo sistema potrebbe anche fornire servizi di credito o micro-credito come quelli introdotti già dal 1983 dalla Grameen Bank del Premio Nobel per la Pace 2006 Mohammad Yunus. Le differenze tra la proposta globale lanciata da Facebook e quelle locali tipo social lending o prestiti peer-to-peer sono evidenti: il ruolo delle comunità locali nella definizione di relazioni di fiducia.

Nell’annuncio di Libra stessa sono annunciate molte promesse: “… creare una nuova opportunità per un’innovazione responsabile dei servizi finanziari.” Ma un’innovazione responsabile richiede anche il coinvolgimento delle comunità, evitando il rischio di introdurre ulteriori forme di dipendenza.

E non si tratta solo di dipendenza economica. La possibilità di premiare chi guarda la pubblicità con valuta digitale spendibile in acquisti, permetterebbe a chi gestisce la piattaforma di avere due business paralleli: quello degli inserzionisti che pagano per esporre i loro prodotti e quello degli utenti del social network che pagano una percentuale sui loro acquisti. Il rischio di innescare un circolo che si autoalimenta è altissima, più pubblicità guardo, più guadagno, più spendo, …con rischi di diventare shopaholic, dei veri maniaci dello shopping.

In una fase dell’Antropocene dove dobbiamo tutti affrontare urgentemente i rischi del cambiamento climatico, possiamo permetterci un aumento esponenziale dei consumi, dei trasporti?

Tornare alle regole condivise

Diventa urgente aprire una riflessione sul subdolo slittamento della società globale verso un mondo dove le regole sono dettate unicamente dal mercato e incorporate in tecnologie poco trasparenti. Il mercato e le tecnologie saranno pure importanti, ma quando si arriva a toccare in profondità le regole di convivenza forse è meglio riprendere il controllo definendo dei limiti e delle regole democratiche condivise. Si aprono nuovi scenari che richiedono a tutti un grande salto evolutivo. Problemi globali, come il cambiamento climatico, richiedono una visione di interdipendenza da parte di tutti.

La rete è un ottimo esempio: come diceva Rodotà, senza una “costituzione” rischia di diventare il Far West del XXI secolo (Rodotà, 2007) e forse è arrivato il tempo per definire e approvare un Internet Bill of Rights che regolamenti le attività economiche sulla rete, incluse le valute virtuali.

____________________________________________________________________

Bibliografia

– Gaiullo R., Mincuzzi A. (2019), Libra, controlli solo virtuali. Cresce il rischio riciclaggio, IlSole24Ore, 23 Giugno 2019.

– Reuters, (2019), Swiss regulator says in contact with initiators of Facebook’s Libra, reuters.com, June 18, 2019.

– Rodotà S. (2007), Una carta dei diritti del Web, Repubblica, 20 Novembre 2007.

– Zuckerberg M. (2019), The Internet needs new rules. Let’s start in these four area, Washington Post, 30 March 2019.

WHITEPAPER
Perchè dovresti sfruttare il CRM per un marketing basato sull'esperienza
CRM
Marketing
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link