fintech

Carta di credito? Roba da boomer. La Gen Z e il successo del “compra ora, paga dopo”

Sta prendendo piede anche in Italia – ma molto meno che negli Usa – il modello del “compra ora, paga dopo”. Come funziona, quali sono i rischi e i vantaggi e perché ha così successo presso la Generazione Z

07 Mar 2022
Pierluigi Casolari

founder di Unconventional Road, autore di Startup 3.0, blog su startup, innovazione e web 3.0

e-commerce - recensioni online

Se la carta di credito è l’emblema dei ricchi boomers, il modello “compra ora, pago dopo” è l’emblema della più precaria e flessibile Generazione Z, quella dei nati tra il 1997 e il 2012, i nativi digitali che vanno dai 10 ai 25 anni. Una fascia eterogenea ma caratterizzata da un rapporto completamente diverso con la tecnologia, anche rispetto ai Millennials.

La generazione Z è quella il cui rapporto col mondo finanziario, secondo una recente ricerca di EY, si caratterizza per due grandi novità: la mancanza di fiducia nei sistemi di credito tradizionale, in particolare le carte di credito e la ricerca di esperienze che colleghino le attività finanziarie con attività sociali e di costruzione di community.

“Compra ora, paga dopo”: come cambiano gli acquisti online grazie al Fintech

Compra ora, paga dopo: come funziona

In USA, giganti come Affirm e Afterpay hanno sviluppato il modello già a partire dal 2012. Affirm fondata da Max Levchin, uno dei “cofondatori” di Paypal ha generato oltre 500 milioni di dollari di ricavi nel 2020 e oggi ha accordi esclusivi con Amazon, Walmart e altre centinaia di colossi eCommerce. Il modello è molto semplice: prima di completare il pagamento di un acquisto online, oltre ai soliti “gateway” per pagare con carta di credito, l’utente può scegliere la formula “compra ora, paga dopo”, che sostanzialmente funziona come un sistema di rateizzazione veloce. Grazie a questo sistema di pagamento, la società finanziaria paga subito il negozio, mentre l’utente ha la possibilità di pagare, nel corso dei mesi e in più rate, la società finanziaria. Che si assume il rischio di insolvenza e lo sviluppo della tecnologia che consente di richiedere il pagamento periodico della somma dovuta all’utente finale.

WHITEPAPER
Una guida completa per le nuove direttive sull'affidamento degli appalti del PNRR

In Italia il modello è stato sviluppato da Scalapay e Soisy. In entrambi i casi, l’utente non paga una commissione alla società intermediaria. È l’eCommerce a pagare una piccola commissione per ogni transazione che viene realizzata attraverso il sistema di rateizzazione.

I clienti di queste piattaforme non sono gli utenti finali. Ma gli store online, che grazie a queste piattaforme possono intercettare la clientela della Generazione Z, che ha poca liquidità, non riesce a risparmiare e non riuscirebbe a fare acquisti con un prezzo del carrello elevato.

La formula del social lending

Soisy ha perfezionato ulteriormente questo modello, integrandolo con la formula del social lending. Gli acquisti degli utenti vengono finanziati da altri utenti, in cambio di una promessa di rendimento sul rimborso del finanziamento. Soisy si assume i rischi finanziari delle rate non pagate dagli utenti. Ma per ridurre il rischio, ha sviluppato un algoritmo che permette di valutare la capacità di solvenza dell’utente in pochi minuti.

I fattori alla base del successo dei nuovi modelli

La forza di questi nuovi modelli è che gli oneri della rateizzazione sono a carico dei negozi online, non degli utenti. Il punto di debolezza è invece che necessitano di grandi quantità di liquidità per poter finanziare gli acquisti e di sostenere il rischio di insoluto. Come dimostra la storia recente l’ampliamento del credito al consumo ha un risvolto oscuro, legato all’alto tasso di insolvenza: incentivare il consumo è una ricetta che funziona soltanto se le condizioni economiche sono stabili e di segno positivo.

La sostenibilità dei modelli attuali

In Italia, il modello della rateizzazione online non ha ancora preso piede del tutto. Il popolo italiano è tradizionalmente più risparmiatore che consumatore. Ma i trend di crescita sono evidenti anche in questo settore. La grande domanda è se queste startup una volta cresciute, trovandosi nelle condizioni di dover rendere sostenibile il modello di business chiuderanno i rubinetti, applicando i tassi di interesse dei prestiti anche all’utente finale e trasformando i crediti insolventi in patrimonio, come hanno fatto le banche tradizionali. Il Grande tema è dunque quello della sostenibilità dei modelli attuali, che certamente rappresentano un passo avanti rispetto al modello dei finanziamenti tradizionali. Ma di cui non è ancora chiara la sostenibilità finanziaria.

Il trend delle comunità finanziarie

L’altro grande trend è quello delle comunità finanziarie. Il concetto è tanto ampio quanto eterogeneo. In un certo senso il punto di partenza di questa tendenza è la piattaforma di trading online e-Toro, che permette a chiunque di clonare il portafoglio di investimenti di online trader con maggiore esperienza. Non solo sulla base del tasso di rendimento che i trader esperti possono vantare, ma anche in base al profilo di rischio o al settore di investimento. Sempre di più si cerca nella finanza un’esperienza sociale. E nuovi tipi di community. Il beneficio è per entrambe le parti. Non solo per gli utenti che possono aderire a community finanziarie. Ma anche per le Fintech company quando cercano di costruire community. Nel 2018 Stripe ha acquisito Indie Hacker una comunità online di imprenditori. E nel 2021 l’unicorno Fintech Klarna ha acquisito APPRL, una community e piattaforma per influencer. L’obiettivo è molteplice. Da un lato, in un contesto dove ci sono sempre più competitor, costruire o acquisire community esistenti permette di fidelizzare potenziali clienti. Dall’altro, le Fintech stanno anche sperimentando nuove forme di marketing. E le community rappresentano laboratori perfetti per sviluppare nuove strategie di comunicazione, di produzione di contenuti e di tecniche di marketing.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 2