Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Orrori d'Agenda

Il liceo con le lavagne elettroniche senza cavi

15 Gen 2013

Alessandro Longo


Le lavagne interattive multimediali (lim) sono l’ossatura delle scuole di domani? Bene, attenti a non perderci però qualche cavo per strada. Storia di ordinario paradosso (digitale) italiano: un liceo romano, il Malpighi, è zeppo di Lim- ne hanno una ventina- ma a quanto ci risulta non sono utilizzate. Non perché non funzionino o perché i docenti non sanno come usarle, no. Il motivo è più banale e tragico: “mancano i cavi di alimentazione. Li ho richiesti a settembre e siamo a gennaio. Mi dicono che non erano nella fornitura e non sono nemmeno in magazzino. La scuola li ha richiesti al ministero”, ci spiega uno dei docenti.

Ecco, il timore è sempre quello: che nel complesso disegno per rendere più digitale l’Italia (la scuola, la pa) ci si perda- e si perdano mesi- in questi dettagli. Rivelatori, più di molte parole, di quale sia il vero divario da risolvere.

(Inauguriamo oggi la rubrica Orrori d’Agenda, che farà collezione di storie, aneddoti e casi di assurde inefficienze digitali. Invitiamo i lettori a mandarci le loro storie, le pubblicheremo qui, anche a loro firma se preferiscono: info@agendadigitale.eu. Agenda digitale sì, ma attenti a non perderci nella matrice…)

Articolo 1 di 4