l'analisi

Twitter e il valore politico della spunta blu: perché Musk ora fa dietrofront su tutto

Musk ha rinviato l’avvio degli abbonamenti per avere la spunta blu. Pesano le elezioni mid-term americane. Una notizia che conferma il valore politico non solo di Twitter in generale ma anche di questa spunta blu, che ha molto a che fare con il sistema dell’informazione dove il ruolo di Twitter è notevole

08 Nov 2022
Massimo Borgobello

Avvocato a Udine, co-founder dello Studio Legale Associato BCBLaw, PHD e DPO Certificato 11697:2017

Alessandro Longo

Direttore agendadigitale.eu

musk twitter

Elon Musk ha posticipato il cambio di condizioni contrattuali sulle “spunte blu” del social: l’idea è attendere le elezioni di mid-term del giorno 8 novembre 2022 prima di mettere a pagamento questo bollino (secondo il New York Times). Sulle elezioni per altro è intervenuto, invitando a votare per il partito repubblicano.

Una notizia che chiarisce, laddove ce ne fosse bisogno, il valore politico non solo di Twitter in generale ma anche di questa famigerata spunta blu, che secondo il Times dovrebbe diventare a pagamento, almeno negli Usa, già il 9 novembre (ma certezze non ce ne sono).

https://www.agendadigitale.eu/sicurezza/privacy/twitter-se-musk-viola-i-diritti-umani-ci-riguarda-tutti-ecco-perche/

Il problema delle “spunte blu” a pagamento

Twitter è il social network più utilizzato dai politici e dai giornalisti come fonte di informazione e tribuna politica.

Le “spunte blu” su Twitter hanno un significato ben preciso: significa che l’account è verificato e che è utilizzato davvero da quel determinato soggetto – spesso una celebrità o un politico, appunto. L’idea di far pagare il servizio delle “spunte blu” serve, quindi, a monetizzare una “certificazione” necessaria per molti soggetti che utilizzano Twitter professionalmente.

WHITEPAPER
Data Quality, come ottenere dati affidabili per il Marketing e le Vendite
Big Data
Marketing

Il problema dell’introduzione immediata di questo nuovo sistema, però, si è compreso solo verso il 6 novembre, pochi giorni prima delle elezioni di mid-term statunitensi.

Il timore, secondo il New York Times e vari esperti come anche molti investitori che ora fuggono, è che il social possa essere inondato da account a pagamento – e, come tali, “verificati” – non necessariamente appartenenti ai soggetti interessati.

In altri termini, c’era il forte sospetto che l’introduzione dell’account verificato a pagamento poco prima delle elezioni determinasse l’invasione di account fake regolarmente pagati.

Da qui l’esigenza di rinviare l’introduzione del nuovo metodo di verifica ad un momento successivo alle elezioni di mid-term.

Ma il problema resterà anche dopo. Che farà Musk, bloccherà la spunta blu a pagamento a ogni elezione?

Di fondo è un passaggio irreversibile, perché avviene tra due modelli incompatibili tra loro.

Con la spunta a pagamento si passa da un modello orientato alla ricerca di una corretta informazione (dove si dà la spunta solo a chi lo merita: il modello Jack Dorsey) a uno basato sulla monetizzazione. Ma non era lo stesso Musk a dire, prima dell’acquisizione, che non lo faceva per soldi?

Chiaro che Dorsey senta il tradimento del progetto originario e si senta in colpa.

Musk e Twitter: un binomio esplosivo

Elon Musk ha acquisito il social per una cifra elevatissima – i famosi 44 miliardi di dollari – e ora deve far rientrare l’investimento.

Dopo aver annunciato il licenziamento di massa di 3700 dipendenti, aver accusato il colpo per le disdette pubblicitarie di svariate multinazionali, aver dovuto mantenere comunque un livello di moderazione del social diverso da quello che voleva, ha dovuto anche rinviare la decisione di monetizzare la verifica degli account.

Vediamo la cronologia degli eventi.

L’acquisizione del 25 ottobre 2022 aveva messo parecchio scompiglio nel contesto politico statunitense ed internazionale, e questo la dice lunghissima sul peso che il social ha nel mondo.

  • Musk ha affermato di voler riaprire il social a Donald Trump e di voler cambiare il sistema di moderazione, arrivando a consentire tutto ciò che è legale.
  • Su entrambi i fronti ha dovuto fare marcia indietro per il crollo del titolo in borsa e insomma per ora mantiene lo status quo, salvo l’annuncio di un consiglio indipendente (stile Meta) per la moderazione. Il ritorno di Trump sul social avrebbe avuto un impatto consistente sulle elezioni statunitensi, così come lo avrebbe avuto una moderazione dei contenuti più “blanda”.
  • A questo punto  Musk ha allora provato a lanciare le “spunte blu” a pagamento, per 8 dollari al mese.
  • È seguita, nella fase di incertezza, una cancellazione immediata di ordini pubblicitari da svariate multinazionali e una fuga di vari influencer e utenti, circa un milione secondo le prime fonti.
  • Musk ha anche annunciato il ridimensionamento del personale, con un maxi-licenziamento collettivo: è stato massacrato dalla stampa, mentre Meta, la società che fa capo a Mark Zuckerberg e che controlla Facebook, Instagram e WhatsApp, ha effettuato un annuncio simile senza entrare nel tritacarne mediatico.
  • Da ultimo, il richiamo dell’Onu a Twitter al rispetto dei diritti umani, cui questa volta Musk ha risposto invitando gli elettori a votare per i repubblicani.
  • Così, altri dietrofront. Sulla spunta blu. Poi su alcuni dei licenziamenti, che dice avvenuti per errore.

Peggiora la qualità dell’informazione su Twitter

Intanto, in un rapporto pubblicato lunedì, i ricercatori della Fletcher School della Tufts University hanno affermato che i primi segnali del Twitter di Musk “dimostrano che la piattaforma sta andando nella direzione sbagliata sotto la sua guida – in un momento particolarmente scomodo per la democrazia americana”.

I ricercatori hanno detto di aver monitorato le narrazioni su guerra civile, frodi elettorali, controllo del voto da parte dei cittadini e accuse di pedofilia e adescamento su Twitter da luglio a ottobre. “Dopo la presa di potere da parte di Musk, la qualità della conversazione è decaduta”, in quanto un numero maggiore di estremisti e di venditori di disinformazione ha messo alla prova i limiti della piattaforma, hanno scritto i ricercatori.

Musk e la politica, con Twitter al centro

Twitter è il campo di battaglia di uno scontro molto ampio, che vede numerosi players interessati a quello che avviene sul social, evidentemente molto importante per l’influenza che esercita sull’opinione pubblica statunitense.

  • Elon Musk è anche owner di SpaceX, a società che gestisce Starlink, ossia la rete i satelliti che genera la rete internet più potente al mondo. Nel mese di ottobre Musk ha avviato una querelle con il governo Usa per l’utilizzo di Starlink nella guerra in Ucraina: ha semplicemente affermato di non poter continuare a “regalare” la rete agli ucraini ed ha chiesto di essere pagato… dal Pentagono. Il Pentagono ha respinto la bolletta da mezzo miliardo di dollari e ora la rete, in Ucraina, funziona ad intermittenza, con conseguenti problematiche sul campo di battaglia.
  • La principale fonte di ricavi di Musk è Tesla e tra gli investitori che se ne vanno da Twitter ci sono aziende di automobili. Tutto da affrontare inoltre il rapporto con la Cina, che è fondamentale per Tesla sia come mercato, sia come luogo di produzione sia per la supply chain delle batterie elettriche. Twitter ora blocca i gruppi di propaganda pro-Cina, Musk continuerà a fare lo stesso rischiando i rapporti con il Governo di Pechino? 

In questo contesto Twitter è sia terreno di scontro che arma mediatica, luogo in cui le informazioni girano, ma vengono manipolate, così come spesso è manipolata la discussione che nasce da ogni singolo tweet. È quindi anche arma politica, per il valore che hanno le informazioni (inter)mediate da Twitter.

Per Musk sarà difficile gestire il tutto senza contraccolpi economici a 360 gradi.

In conclusione

Che le Nazioni unite intervengano “contro” un social network a pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo del Congresso USA farebbe quasi sorridere, se non fosse un evento storico a tutti gli effetti.

Musk quindi è entrato, a tutti gli effetti, nella stanza dei bottoni, e l’establishment democratico USA pare temerlo moltissimo.

Non resta che attendere l’esito delle elezioni americane e attendere per capire quando le “spunte blu” saranno a pagamento, per verificare, poi, se e distorsioni così temute si verificheranno davvero.

I social network “distribuiti” salveranno la privacy? Tutti i problemi di una (bella) utopia

WHITEPAPER
Perchè dovresti sfruttare il CRM per un marketing basato sull'esperienza
CRM
Marketing
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4