Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

Impresa italia

Una piattaforma Infocamere sul percorso verso pmi digitali

di Paolo Ghezzi, Direttore Generale InfoCamere

06 Set 2017

6 settembre 2017

Impresa.italia.it è una piattaforma che consente agli imprenditori italiani di accedere direttamente alle informazioni sulla loro azienda. Nativamente integrata con SPID, rappresenta un profondo cambio di paradigma con l’obiettivo di trasformare il rapporto tra le imprese (in particolare le PMI) e la PA

Ancora oggi, in un contesto in cui il digitale è parte integrante del nostro presente (di consumatori, cittadini e, più in generale, utenti) e condizione necessaria per la competitività del Paese, il rapporto dell’imprenditore con i dati amministrativi della propria azienda e gli adempimenti verso la PA è basato prevalentemente sull’uso dei documenti cartacei e (il più delle volte) il supporto di soggetti professionali. Da qualche giorno questo scenario è cambiato: in meglio.

Per i 10 milioni di cittadini-imprenditori italiani è diventato infatti possibile accedere direttamente alle informazioni sulla loro azienda in qualunque momento e in qualunque luogo, semplicemente accedendo da smartphone e tablet a impresa.italia.it.

Il nuovo servizio, realizzato da InfoCamere per conto delle Camere di Commercio Italiane, è il punto di accesso alle informazioni e ai documenti ufficiali e aggiornati in tempo reale della propria impresa: dalle visure, atti e bilanci depositati al Registro delle imprese, fino al fascicolo informatico e alle pratiche presentate presso i Suap.

Certo è una tappa di un percorso di digitalizzazione ancora lungo, ma la direzione è quella giusta. E se la strada si fa più agevole è anche grazie all’impegno di un soggetto come il sistema camerale che da anni, in linea e a sostegno dell’Agenda digitale italiana e di quella europea, lavora a questo risultato. Un’azione di servizio che opera in una prospettiva di alfabetizzazione digitale delle imprese e che – proprio in questi mesi – verrà ulteriormente rafforzata con la costituzione dei Punti impresa digitale previsti dal Piano nazionale industria 4.0 e affidati alle Camere di commercio.

Impresa.italia.it rappresenta un cambio di paradigma profondo, che trasforma il rapporto tra le imprese (in particolare le PMI) e la PA, portandola ad assomigliare a quel profilo digitale che ormai si staglia all’orizzonte del nostro sistema produttivo, come inevitabile percorso per il rilancio dell’azienda-Italia. Non a caso, la piattaforma è stata pensata anche come un punto di contatto diretto per l’imprenditore con l’innovazione. Un trampolino da cui promuovere la competitività della propria azienda individuando – attraverso il collegamento con il registro delle startup e Pmi innovative– possibili partner tra i protagonisti della nuova generazione di imprese digitali.

Impresa.italia.it è nativamente integrata con Spid, il Sistema pubblico di identità digitale e offre una fruizione delle informazioni veloce e di immediata comprensione, trasformando la relazione esistente tra imprese (in particolare le Pmi) e le Amministrazioni.  In una logica di condivisione delle best practice a vantaggio di tutta la PA, impresa.italia.it è la base per ospitare servizi che altre Amministrazioni vorranno destinare alla platea degli imprenditori. Diretta, senza oneri e digitale, impresa.italia.it è il nuovo punto di contatto tra imprenditore e Amministrazioni che si incardina nei 3 aspetti essenziali del futuro ecosistema del Paese: identità digitale, anagrafe nazionale di impresa, implementazione di servizio secondo linee guida governative.

Articoli correlati