La guida

Bonus 200 euro reddito di cittadinanza, ecco come fare

Bonus 200 euro reddito di cittadinanza: la revisione del Decreto Aiuti uscita dal Consiglio dei ministri del 5 maggio 2022 contempla l’ampliamento della misura del bonus 200 euro anche a chi percepisce il beneficio, non solo a pensionati e lavoratori dipendenti e autonomi

05 Mag 2022
Nicoletta Pisanu

Redazione AgendaDigitale.eu

bonus 200 euro reddito di cittadinanza

Bonus 200 euro reddito di cittadinanza: il Decreto aiuti approvato il 2 maggio 2022 dal Governo ha introdotto la misura del bonus 200 euro pensionati e lavoratori. In seguito, la “limatura” del testo avvenuta il 5 maggio 2022 durante il Consiglio dei ministri, come riportano fonti di agenzia stampa, ha ampliato la platea di beneficiari includendo anche chi percepisce il reddito di cittadinanza.

Decreto aiuti imprese, come ottenere incentivi per le aziende: tutte le novità

Bonus 200 euro decreto aiuti, gli obiettivi

Il Decreto aiuti stanzia 14 miliardi di euro per supportare cittadini e aziende, introducendo misure volte a contenere gli impatti della guerra in Ucraina e del caro vita, a cominciare dall’aumento dei costi per i servizi e il conseguente caro bollette. In questo ambito, è stato varato il provvedimento del bonus 200 euro, che prevede un contributo una tantum (cioè erogato una sola volta) per cittadini con reddito inferiore a 35.000 euro:

WHITEPAPER
Gli step chiave per realizzare un modello di Internal Audit intuitivo e sicuro
Amministrazione/Finanza/Controllo
CIO
  • pensionati (bonus 200 euro pensionati)
  • lavoratori dipendenti (bonus 200 euro lavoratori dipendenti)
  • lavoratori autonomi (bonus 200 euro autonomi)

Bonus 200 euro e reddito di cittadinanza

In seguito alla seduta del Consiglio dei ministri del 5 maggio la platea di beneficiari del bonus 200 euro sarebbe stata ampliata anche ai beneficiari del reddito di cittadinanza. Inizialmente, questa categoria di cittadini non era stata contemplata tra i beneficiari della nuova iniziativa lanciata dal Governo a sostegno delle famiglie.

Da chiarire ancora le modalità con cui il bonus, in questo particolare caso, sarà erogato. Sembra inoltre che il bonus sia destinato anche a cittadini disoccupati, con reddito comunque inferiore a 35.000 euro, non percettori del reddito di cittadinanza.

Quando arriva il bonus

Mentre pensionati e dipendenti riceveranno il contributo sotto forma di aumento nel cedolino della pensione e in busta paga (erogati da Inps nel primo caso e dal datore di lavoro per i secondi) per gli autonomi potrebbe essere introdotta una piattaforma informatica ad hoc per la richiesta del bonus, ma la modalità è ancora da definire. Invece, per chi riceve il reddito di cittadinanza e i cittadini disoccupati non sono ancora state spiegate le modalità di erogazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4