oltre l'emergenza

Covid-19, così le camere di commercio aiutano le imprese: tutti i servizi

In questi giorni concitati, le Camere proseguono a erogare un gran numero di servizi per sostenere gli imprenditori, avendo già sviluppato un unico centro dati e un unico sistema operativo di back office, di piattaforme e di front end, con uno sguardo anche a quello che servirà per rilanciare le attività passata la crisi

25 Mar 2020
Giuseppe Tripoli

segretario generale di Unioncamere

impresa digitale

Il sistema camerale resta al fianco delle imprese anche, anzi direi, soprattutto nell’attuale situazione di emergenza che stiamo vivendo a causa della pandemia covid-19.

Le Camere di commercio grazie agli importanti investimenti che hanno fatto nel tempo sul digitale, puntando in maniera significativa su formazione del personale e infrastrutture, sono tra le istituzioni più equipaggiate all’interno della Pubblica amministrazione ad assicurare la continuità della propria attività anche in questo momento di difficoltà. In questi giorni le Camere proseguono, infatti, ad erogare un gran numero di servizi per sostenere gli imprenditori, avendo già sviluppato un unico centro dati e un unico sistema operativo di back office, di piattaforme e di front end.

Tutti i servizi digitali per le imprese

A partire dal Registro delle imprese che il sistema camerale ha realizzato quasi 25 anni fa in maniera completamente telematica, mettendo online la più grande anagrafica dell’Azienda Italia. Uno straordinario Big data che contiene informazioni su oltre 6 milioni di imprese.

WHITEPAPER
Smart Working: lo stato dell’arte e cosa succede con la fine dello stato di emergenza
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

Con gli sportelli per le attività produttive (Suap) che le Camere di commercio gestiscono insieme alla metà dei comuni italiani, quasi 2,9 milioni di imprese possono completare in maniera completamente telematica tutti gli adempimenti connessi all’apertura, alla modifica, alla cessazione di un’iniziativa imprenditoriale.

Attraverso il “cassetto digitale”, che già oltre mezzo milione di imprenditori hanno aperto, si possono estrarre gratuitamente tutti i documenti con la Pa che riguardano la propria impresa. Con quasi 1,2 milioni di fascicoli di impresa sono consultabili online più di 10,7 milioni di documenti.

Grazie al portale di fatturazione elettronica delle Camere quasi 100mila imprese hanno sinora potuto compilare, inviare e conservare gratuitamente online 700mila fatture telematiche. E ancora digitalmente le imprese possono: accedere attraverso il Registro delle imprese a informazioni ufficiali su visure, bilanci, protesti; effettuare pagamenti telematici per pagare i servizi di e-gov; ricercare un indirizzo di posta certificata, trovare servizi e informazioni sui contratti di rete, start up e Pmi innovative.

Le iniziative per l’emergenza

E per aiutare le imprese a fronteggiare questo particolare periodo di difficoltà le Camere di commercio stanno introducendo numerose altre iniziative: dai webinar, che consentono la formazione gratuita a distanza, agli sportelli di ascolto per tenere alta l’attenzione sui principali bisogni delle imprese. E lo possono fare anche grazie all’adozione diffusa nel mondo camerale di nuove modalità organizzative, come lo smart working, che garantiscono un’assistenza anche da remoto da parte del personale. E abbiamo in programma di erogare anche contributi ad hoc per dare un supporto ancora più concreto ai tanti imprenditori che fanno fatica a restare a galla.

Tutto quello che le Camere di commercio hanno fatto e stanno facendo è tanto, ma non basta. Ci troviamo di fronte ad un evento senza precedenti: l’invasione di un “alieno” molto cattivo che ci ha costretti a rifugiarci in casa. E’ uno stress test mai sperimentato prima a cui è sottoposto l’intero Paese: cittadini, imprese, istituzioni e, dunque, il sistema camerale stesso. Sapere nuotare ma avere a portata di mano un salvagente (la possibilità cioè di avere contatti fisici) è profondamente diverso dal sapere nuotare e non avere alcun appiglio a cui aggrapparsi in caso di necessità.

E il digitale è per così dire anche un’eccezionale ancora di salvataggio per continuare a relazionarsi con il mondo e per restare connessi con il mercato cercando di fronteggiare la crisi e prepararsi, superata l’emergenza coronavirus, a rilanciare la propria attività.

Organizzarsi per il dopo Covid-19

Per questo le Camere, che sono tra le istituzioni pubbliche più preparate sul digitale, sentono come un impegno prioritario oggi aiutare le piccole imprese ad organizzarsi telematicamente. Anche per supportarle a cogliere la sfida dello smart working a cui migliaia di aziende nel mondo stanno facendo ricorso per restare operative, nonostante i milioni di lavoratori costretti a casa dalle misure messe in atto per il contenimento della diffusione del Coronavirus. Una necessità che potrebbe trasformarsi nel lungo periodo in una grande opportunità per l’Italia tutta, con ricadute positive sui bilanci delle aziende, sulla qualità della vita nelle nostre città e sull’ambiente.

Ma quanto sono pronte le imprese italiane ad affrontare questa nuova sfida? Oggi solo 4 imprese italiane su 10 sono dotate di sistemi cloud, tecnologia fondamentale per garantire una più agile transizione delle attività svolte all’interno degli uffici in modalità “smart”. E appena 3 imprese su 10 proteggono le connessioni da remoto con strumenti di cybersecurity, necessari per garantire sicurezza nella gestione dei dati.

I punti impresa digitali

Ce lo dicono i risultati del test di maturità digitale che hanno svolto oltre 18mila imprese attraverso i Punti impresa digitali (Pid) che le Camere di commercio hanno realizzato per diffondere i vantaggi della digitalizzazione presso il tessuto imprenditoriale.

In tre anni di attività i Pid hanno supportato oltre 100.000 imprese ad avvicinarsi alle tecnologie 4.0. A partire proprio dai sistemi Cloud e di Cybersecurity, fornendo informazione, assistenza, orientamento e valutando la maturità digitale delle imprese attraverso servizi di assessment. E continueranno ad erogare i loro servizi, anche in questa fase di emergenza, pure in remoto, offrendo corsi di formazione in streaming, continuando ad effettuare assessment della maturità digitale in modalità online. E, soprattutto in questi giorni, assicureranno la propria vicinanza anche alle micro e piccole imprese che non hanno strumenti per accedere al mondo digitale, per aiutarle ad implementare metodologie di lavoro agile supportandole nelle soluzioni da adottare per rimanere operative.

E quando lasceremo alle nostre spalle l’emergenza coronavirus – speriamo il più presto possibile – e si potrà guardare al futuro con più serenità, le Camere di commercio non faranno mancare il proprio contributo per aiutare gli imprenditori a rilanciare le produzioni made in Italy nel mondo e a ritornare a cavalcare la quarta rivoluzione industriale per diventare più competitivi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati