Ati, ecco come funziona la fatturazione elettronica - Agenda Digitale

Esperto risponde

Ati, ecco come funziona la fatturazione elettronica

L’Ati non è una entità giuridica e dunque non può avere partita IVA: vediamo le regole per svolgere in maniera corretta gli adempimenti relativi alla fatturazione elettronica

18 Nov 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Salve, sto creando una Ati insieme ad altre tre aziende Srl. Occorre fare una nuova partita Iva? Le fatture elettroniche vanno fatte a nome dell’Ati o dell’azienda di origine?

brayekwalid@gmail.com

RISPOSTA

L’associazione (o raggruppamento) temporaneo di Imprese non è un soggetto giuridico ma un accordo contrattuale; non avendo alcuna soggettività giuridica, l’ATI non può avere partita IVA.

Generalmente le fatture vengono emesse da ciascun soggetto che fa parte dell’ATI per la parte di lavori di rispettiva competenza e gestite finanziariamente, dalla c.d. “capogruppo” mandataria, in conformità a quanto indicato nel contratto di costituzione dell’ATI.

Qualora per la esecuzione dei lavori le imprese riunite abbiano la esigenza di svolgere in comune alcune fasi delle attività possono costituire un consorzio di imprese, senza che ciò costituisca in alcun modo forma di subappalto.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome o email

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati