Esperto risponde

B&B, come e quando emettere le fatture in caso di pagamento anticipato

Nell’ambito dell’attività di un bed&breakfast, vediamo in quali casi e in che modo è possibile emettere fatture per pagamenti in anticipo

08 Apr 2022
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Salve, le vorrei porre un quesito relativo alla mia attività. Ho un B&B e mi chiedevo come comportarmi quando il cliente paga in anticipo il soggiorno ma ne usufruisce dopo 20 giorni o più. In questi casi quando devo emettere la fattura? Nel caso mi fosse sfuggita come posso rimediare? La ringrazio per la disponibilità.

Tiziana Campioni

RISPOSTA

Gli incassi relativi a pagamenti anticipati di soggiorni rappresentano una prestazione di servizi che, a norma dell’articolo 6 del DPR 633/1972, si considera effettuata al momento del pagamento. Quindi se il cliente paga il soggiorno in anticipo ed il pagamento è effettuato a titolo di corrispettivo per la prestazione, la fattura va emessa con la data dell’incasso e trasmessa al sistema di interscambio entro 12 giorni.

Se invece le somme ricevute non rappresentassero il corrispettivo del soggiorno ma, per esempio, fossero relative ad una caparra confirmatoria (ed in questo caso si tratta generalmente di un impegno che copre una piccola parte del corrispettivo totale) allora non c’è obbligo di emettere fattura, che potrà essere emessa al momento in cui la caparra verrà imputata a prezzo, generalmente al pagamento del saldo.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3