esperto risponde

Come conservare le fatture analogiche di contribuenti in regime forfettari

12 Mar 2019
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Avrei un quesito: ho ricevuto una fattura cartacea da un fornitore in regime forfettario che ha deciso di non utilizzare la fattura elettronica, come mi devo comportare? La scansiono e salvo in .xml?

Franzoni Paola

RISPOSTA

Le fatture – legittimamente –  emesse in formato analogico da un contribuente forfetario vanno trattate in maniera analogica, quindi annotate sui libri iva e sulle scritture contabili e conservate nella stessa forma cartacea.

WHITEPAPER
Sicurezza e strumenti digitali intelligenti: il nuovo volto dello Smart Working
Dematerializzazione
Network Security

I documenti analogici non unici, come per esempio la fattura in questione, possono essere conservati con le modalità e nei termini previsti dal D.M.E.F. del 17/6/2014,  previa scansione e inserimento nel pacchetto di archiviazione, da assoggettare alle regole tecniche previste dal DPCM 3/12/2013. A norma del terzo comma dell’articolo 3 del DMEF 17/6/204, il  processo di conservazione deve essere effettuato entro il termine di tre mesi dalla scadenza di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa alla annualità a cui si riferiscono i documenti da porre in conservazione.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati