Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Esperto risponde

Cosa indicare nella fattura elettronica verso cliente del Vaticano

11 Mar 2019

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Sono un fornitore del Vaticano ma non riesco a inserire le fatture elettroniche nel mio cassetto in quanto il Vaticano non ha codice fiscale o partita IVA. Cosa devo fare?

Rino Cifani

RISPOSTA

La  fattura elettronica va emessa con:

  • codice destinatario XXXXXXX, non inserendo il codice fiscale;
  • cap 00000;
  • campo CodicePaese,  la sigla del paese di residenza del cessionario/committente;
  • campo id partita IVA, l’identificativo IVA del cliente (se censito VAT Europea) oppure convenzionalmente valori numerici in caso di soggetto privato o non europeo.

Tenga presente che emettere la fattura elettronica a soggetti esteri è facoltativo, ma se emessa sostituisce l’adempimento mensile di trasmissione dati delle operazioni transfrontaliere previsto al punto 9 del provvedimento 89757 del 30 aprile 2018 ADE (c.d. esterometro).

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4