Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ESPERTO RISPONDE

Fattura differita: i corretti termini per l’invio al SDI

19 Feb 2019

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Volevo chiederle: dopo il primo luglio 2019 il termine per il “click” per l’invio della fattura differita quale sarà? Dovrà coincidere con la data del documento avendo già a disposizione un certo lasso di tempo per farlo o si potrà emettere, ad esempio, in data 13 luglio una fattura per i DDT datati giugno e fare “click” entro 10 giorni? Grazie

Annalisa Barcelle

RISPOSTA

Una volta che l’articolo 21 del DPR 633/1972 sarà a regime Lei dovrà emettere (quindi, trasmettere):

–              le fatture immediate entro 10 giorni dalla data di effettuazione della operazione, individuata dall’articolo 6 del DPR 633/1972 (consegna beni, pagamento, emissione fattura)

–              le fatture differite entro il giorno 15 del mese successivo della consegna dei beni.

Le due “dilazioni” non sono cumulabili.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4