Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

esperto

Fattura elettronica: chiarimenti sulla numerazione B2B e B2G

11 Gen 2019

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

fattura elettronica

DOMANDA

Per prima cosa vorrei chiedere informazioni sulla numerazione: ho iniziato l’anno con un gestionale diverso da quello che avevo, non trovandomi bene sono ritornata al mio gestionale che già era predisposto per la fatturazione elettronica.

Avevo però già messo due fatture attive e ricevuto due fatture passive.

Ho comunicato il mio nuovo codice univoco a tutti i fornitori e ho iniziato ad emettere fatture col mio gestionale e il commercialista mi ha detto di iniziare nuovamente dalla numero 1 perché cambiando il gestionale era come iniziare tutto da capo.

Volevo sapere se era giusto il suggerimento del commercialista in questo modo ho due fatture con la stessa numerazione anche se con gestionali differenti.

Inoltre io emetto anche fatture PA, e ho notato che il mio gestionale mi fa ripartire da 1. Naturalmente viene apposta la dicitura PA a seguito del numero. È giusto che io cominci da uno è una contabilità diversa o devo proseguire la cronologia dei numeri delle fatture B2B?

Non riesco a trovare risposte esaustive in internet, potrebbe chiarirmi questo dubbio?

Cristina Cannone

RISPOSTA

Le specifiche tecniche allegate al provvedimento 89757 del 30 aprile 2018, prevedono una  verifica di unicità della fattura e così dispongono:

La verifica viene eseguita al fine di intercettare ed impedire l’inoltro di una fattura già trasmessa e elaborata; in quest’ottica, qualora i dati contenuti all’interno della fattura e relativi a:

– identificativo cedente/prestatore

– anno della data fattura

– numero fattura

coincidano con quelli di una fattura precedentemente trasmessa e per la quale non sia stata inviata al soggetto trasmittente una ricevuta di scarto, il documento viene rifiutato

Quindi escludo che sia possibile inviare al sistema di interscambio due fatture con lo stesso numero nello stesso anno. Ciò premesso, probabilmente Le hanno suggerito di ricominciare la numerazione da 1 ma indicando un sezionale diverso: questo è possibile, perché il campo numero fattura include la sigla anche il sezionale di riferimento, quindi il sistema non segnalerebbe alcun errore di duplicazione.

In conclusione, Lei può proseguire col nuovo gestionale iniziando dalla fattura n.3, oppure ricominciando da uno  ma con un sezionale diverso da quello già utilizzato per le prime due fatture. Ragionamento analogo vale per le fatture emesse nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni: la numerazione può seguire quella delle altre fatture, oppure essere distinta e iniziare da uno con un sezionale diverso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4