Fattura elettronica differita, quale data indicare - Agenda Digitale

Esperto risponde

Fattura elettronica differita, quale data indicare

Approfondiamo le regole per stabilire quale data indicare nel caso si debba fare fattura elettronica differita

06 Ago 2021
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

fattura elettronica

DOMANDA

Ho un diverbio col commercialista su quando inviare la fattura elettronica. Dunque: io ho per luglio tre ddt del cliente Caio. Materialmente faccio la fattura il 3 agosto 2021 con data fattura dei tre ddt di luglio in data 31 luglio 2021 e spedisco la fattura allo Sdi con data 31 luglio 2021 il 3 agosto 2021. Mi dice che sbaglio, che devo inviare la fattura il 31 luglio 2021. Inoltre inserisco io nel programma il cliente cui assegnare il protocollo della fattura in base all’ultimo ddt (esempio: cliente Caio ultimo ddt del 23 luglio e cliente Tizio ultimo ddt 28 luglio. io dico al programma che la fattura col numero 10 va assegnata a Caio e la fattura 11 a Tizio).

master91@tiscali.it

RISPOSTA

La fattura elettronica differita può essere inviata al sistema di interscambio entro il giorno 15 del mese successivo a quello di riferimento dei relativi documenti di trasporto (articolo 21, comma 4, lettera a, DPR 633/1972). La data da indicare nella fattura deve essere indifferentemente o quella dell’ultimo DDT oppure convenzionalmente l’ultimo giorno del mese di emissione dei DDT. In sostanza, il mese di emissione della fattura e il mese di emissione dei DDT devono coincidere. La numerazione delle fatture deve essere coerente (e progressiva) con le date di emissione delle fatture, non con i DDT.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3