Fattura elettronica, ecco in che modo riemetterla dopo il rifiuto della PA | Agenda Digitale

Esperto risponde

Fattura elettronica, ecco in che modo riemetterla dopo il rifiuto della PA

Sconsigliabile, anche se tecnicamente possibile, indicare una fattura elettronica nuova con lo stesso numero di una che è già stata rifiutata dalla PA

02 Dic 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

È possibile numerare una nuova fattura elettronica con lo stesso numero di una già rifiutata dalla PA?

lorymar61@gmail.com

RISPOSTA

La risposta alla sua domanda è, allo stato, affermativa, nel senso che è tecnicamente possibile, anche se non consigliabile.

infatti, seguendo le indicazioni (a mio avviso discutibili) espresse dall’Agenzia delle Entrate con “principio di diritto” n.17 del 30 ottobre 2020, la fattura PA rifiutata dovrebbe considerarsi – quanto meno per l’emittente –  emessa. Da questa interpretazione scaturisce la conseguenza che per neutralizzare la fattura elettronica emessa occorrerebbe emettere una nota di credito che, però, dovrebbe essere anch’essa rifiutata dall’Ente destinatario che ha in precedenza rifiutato la fattura elettronica, altrimenti l’operazione per lui sarebbe monca.

Stando così le cose, la nuova fattura dovrebbe avere quanto meno una numerazione differente, altrimenti l’emittente si troverebbe con due fatture (la prima quello rifiutata ed la seconda quella riemessa) con lo stesso numero.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome o email

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4