Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

esperto risponde

Gestire le fatture elettroniche con due gestionali (ma un solo codice): come fare

23 Gen 2019

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Ho inserito un cliente dello studio in cui lavoro in delega e ho comunicato a quest’ultimo il codice univoco da inoltrare ai suoi fornitori per poter visualizzare io direttamente da Studio Digitale le fatture che lui riceve. Questa sera mi ha chiamata e mi ha riferito che per emettere fatture ha aderito ad un gestionale che a sua volta gli ha generato un nuovo codice.

La mia domanda è la seguente:

posso io inserire all’interno del sito dell’agenzia delle entrate, come intermediario, anche il codice elaborato da lui (entrando in fatture e corrispettivi, Registrazione dell’indirizzo telematico dove ricevere tutte le fatture elettroniche, Codice destinatario registrato dal cliente, sopra alla partita IVA è associato quello da me inserito come studio) ?

Si può in questo caso ricevere entrambi le fatture?

Lui mi riferisce che si può fare, ma se io ho compreso bene invece, il codice dovrebbe essere uno solo, quindi dovrei eliminare dalla mia delega il codice del mio gestionale e inserire il suo, per permettere al cliente di scaricare sul suo portale tutte le fatture, in seguito io mi andrò a scaricare in formato xml dall’agenzia dell’entrate tutti i suoi documenti da trasportare in contabilità.

Monica Gatto

RISPOSTA

Premetto che è  possibile registrare un solo codice destinatario.

Ciò detto, la soluzione, salvo che il suo cliente non voglia gestire col suo applicativo anche il ciclo passivo,  potrebbe essere la seguente:

–              ciclo attivo: il suo cliente emette, gestisce e visualizza  le fatture elettroniche col suo applicativo;

–              ciclo passivo: il suo cliente comunica ai suoi fornitori il codice destinatario del Suo Studio, meglio ancora se lo registra come canale predefinito all’Agenzia Entrate. Così tutte le fatture ricevute saranno gestite col canale telematico di studio;

Periodicamente, con la delega F&C che il cliente Le ha conferito, Lei potrà scaricare (fra poco anche massivamente) le fatture emesse dal suo cliente e trasferirle al suo gestionale.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3