Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ESPERTO RISPONDE

Partite Iva: per la ricezione della fattura elettronica vale anche la Pec

02 Nov 2018

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Un cliente Srl non si è ancora attivato per la fatturazione elettronica, ma ora un fornitore chiede il codice per l’emissione a loro di una fattura elettronica.

Come può fare questo soggetto per ricevere la fattura, in attesa di attivare un software per il ciclo attivo e passivo? Eventualmente è sufficiente la Pec? O comunque occorre un codice identificativo? (ho letto suo form ma mi pareva che si trattasse solo in caso di emissione verso un privato, mentre io ho un’impresa).

Grazie

Stefania Sandri

RISPOSTA

Il Codice che il suo fornitore le richiede (verosimilmente il “Codice destinatario”) non è l’unico canale per la ricezione della fattura elettronica, che può essere recapitata anche all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata.

Ovviamente la ricezione delle fatture elettroniche tramite un canale specifico (appunto, il codice destinatario) è molto più agevole, soprattutto nei casi in cui vi siano volumi di fatture di acquisto rilevanti.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4