Esperto risponde

Fattura differita, ecco qual è il corretto termine di emissione

Vediamo cosa dicono le norme relativamente al limite temporale entro cui inviare si possono lecitamente inviare le fatture differite

22 Set 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

La nostra ditta emette fatture differite, quasi sempre con data fattura uguale a data ddt. Quindi nella maggior parte dei casi una fattura per ogni ddt. Abbiamo emesso due fatture in data 04/08 e due in data 05/08. Per un problema tecnico le fatture non sono state firmate digitalmente e quindi non inviate allo SDI. Causa ferie ci siamo accorti del problema in data 18/08, sistemata la firma digitale e inviate allo SDI, quindi rispettivamente dopo 14 e 13 giorni. Siamo sanzionabili per il ritardo nell’invio allo SDI (termine dei 12 gg)  o le fatture potevano essere inviate entro il 15/09 essendo differite?

Marco Eulogio

RISPOSTA

Premesso che non c’è alcun obbligo di apposizione di firma digitale sulla fattura elettronica, l’articolo 21, comma 4, lettera a) del DPR 633/1972 prevede che la fattura “differita” possa essere trasmessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione della operazione. Quindi per le fatture differite vige un diverso termine di trasmissione al SDI rispetto ai 12 giorni previsti dal primo periodo del citato comma 4 dell’articolo 21 per le fatture “immediate”.

WHITEPAPER
Sicurezza e strumenti digitali intelligenti: il nuovo volto dello Smart Working
Dematerializzazione
Network Security

Ciò trova conferma anche al punto 3.1 della circolare 14/E del 17 giugno 2019 dell’Agenzia delle Entrate, laddove è stato – sia pure indirettamente – chiarito che “Volendo esemplificare, qualora per tre cessioni effettuate nei confronti dello stesso soggetto avvenute in data 2, 10 e 28 settembre 2019, con consegna al cessionario accompagnata dai rispettivi documenti di trasporto, si voglia emettere un’unica fattura ex articolo 21, comma 4, lettera a), del decreto IVA, si potrà generare ed inviare la stessa allo SdI in uno qualsiasi dei giorni intercorrenti tra il 1° ed il 15 ottobre 2019 valorizzando la data della fattura (campo “Data” della sezione “Dati Generali” del file) con la data dell’ultima operazione (28 settembre 2019)”.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4