Fattura elettronica, come fare in caso di pagamenti a rate | Agenda Digitale

Esperto risponde

Fattura elettronica, come fare in caso di pagamenti a rate

Vediamo cosa prevede la legge relativamente alle modalità di emissione della fattura elettronica per cessione di beni in blocco e con pagamento rateale

10 Nov 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Abbiamo ceduto delle attrezzature usate di un laboratorio e come da accordi presi con l’acquirente abbiamo fatto regolare DDT con dettaglio delle attrezzature , ma mettendo un forfait del valore al quale è seguita l’emissione di dieci fatture a cadenza mensile con emissione di regolare RIBA e l’assolvimento dell’iva.

Nelle fatture abbiamo messo come descrizione “acconto su fornitura attrezzature usate” senza dettagliare i beni in quanto indicati nel DDT emesso alla consegna delle attrezzature per un valore complessivo concordato: devo ora emettere una fattura elettronica con valore zero riepilogando le precedenti fatture emesse?

Milena Figus

RISPOSTA

Se lei ha consegnato i beni con un documento di trasporto, l’operazione, a norma dell’articolo 6 del DPR 633/1972, si considera effettuata al momento della consegna o spedizione dei beni, quindi la fattura andrebbe emessa per l’intero  con data della consegna o spedizione o, se differita, entro il giorno 15 del mese successivo, ma sempre data di emissione nel mese della consegna/spedizione. Il pagamento rappresenta momento di effettuazione della operazione solo se antecedente alla consegna/spedizione dei beni.

WHITEPAPER
Come migliorare la gestione dei documenti grazie a un ufficio digitalizzato?
Dematerializzazione

Nella descrizione della fattura (a questo punto unica)  Lei deve indicare, natura, qualità e quantità dei beni ceduti, a norma dell’articolo 21, comma 2, lettera g) del DPR 633/1972, ovvero allegare, anche in formato PDF, copia del DDT. In ogni caso Lei dovrà indicare gli estremi del DDT.

Le ricordo infine che nella ipotesi di cessione di beni “in blocco”, il  cedente deve, inoltre, indicare, soltanto nell’esemplare del documento di trasporto in suo possesso, l’ammontare complessivo del costo sostenuto per l’acquisto dei beni ceduti, determinabile anche con i criteri del metodo al dettaglio o della media aritmetica ponderata, a norma dell’articolo 2, comma 5, del DPR 441/1997.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4