Manca lo scontrino fiscale: ecco come rimediare - Agenda Digitale

Esperto risponde

Manca lo scontrino fiscale: ecco come rimediare

Vediamo come rimediare per la certificazione dei corrispettivi in caso di mancanza dello scontrino fiscale

04 Dic 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Accredito Azienda Sanitaria Provinciale in conto corrente non incluso, per dimenticanza nello scontrino giornaliero: come rimediare?

studio.rabito@gmail.com

RISPOSTA

I corrispettivi possono essere certificati o mediante la emissione del documento commerciale / scontrino fiscale o mediante la emissione della fattura. Potrebbe quindi optare per tale seconda possibilità, considerato che ha 12 giorni di tempo per trasmissione della fattura elettronica al sistema di interscambio.

Se ciò non fosse possibile e se comunque il rimedio fosse esperibile nello stesso periodo di liquidazione in cui avrebbe dovuto includere il corrispettivo, potrebbe provvedere tardivamente, sperando nella “clemenza” dell’Agenzia delle Entrate, considerato che dalla omissione non scaturisce alcun pregiudizio per l’attività di liquidazione e riscossione dell’imposta.

La possibilità di emettere la fattura, anche oltre il termine del 12 giorni, potrebbe tornarle utile anche  in caso di ravvedimento, perché il comma 1, ultimo periodo, dell’articolo 6 del decreto legislativo 471/1997 concede una attenuazione della sanzione (da € 250 a € 2000) nelle ipotesi in cui la omissione non abbia inciso sulla corretta liquidazione del tributo, mentre il comma 3, che sanzione la mancata emissione dello scontrino, prevede una sanzione del 100% dell’imposta evasa, senza alcuna attenuazione.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome o email

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati