Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

8 marzo

Donne e digitale, Marzano: “Così a Roma stiamo abbattendo i pregiudizi”

08 Mar 2019

Flavia Marzano

Assessora a Roma Semplice


Il binomio “donne e digitale” non deve e non può in alcun modo essere pensato come un ossimoro: al contrario occorre abbattere i pregiudizi e supportare le ragazze nelle loro scelte universitarie verso materie STEM (Scienze Tecnologie Ingegneria e Matematica).

Con questo obiettivo Roma ha organizzato eventi di sensibilizzazione alle professionalità STEM per le ragazze, di cui sono esempi la giornata di coding “ADALab” e le due edizione di “Scegliamo di contare” (7 marzo 2018 e 5 marzo 2019 nell’ambito della terza edizione de “La settimana del RosaDigitale”) che hanno ospitato diverse testimonial con carriere tipicamente STEM ed esperienze lavorative di successo in Italia e all’estero. L’evento si è rivolto a studentesse e studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado che, davanti alla scelta del loro futuro, purtroppo hanno ancora indecisioni legate a stereotipi femminili diffuso.

Per il superamento del divario digitale, anche di genere, e per la promozione delle competenze digitali abbiamo creato una rete di Punti Roma Facile sul territorio. Si tratta di punti di accesso assistiti, presenti in tutti i Municipi all’interno di uffici municipali, biblioteche e centri anziani, in cui i cittadini che hanno poca familiarità con le nuove tecnologie possono richiedere su appuntamento il supporto gratuito dei facilitatori digitali per imparare ad utilizzare in autonomia i servizi pubblici on line di Roma Capitale e delle altre amministrazioni (tra questi la richiesta di identità digitale SPID, l’autenticazione al portale, l’iscrizione ai servizi scolastici, la richiesta di certificati anagrafici e molto altro). Su oltre 2 mila utenti complessivi, più del 60% è donna.

Roma Capitale è fortemente impegnata nelle politiche per la parità e contro la violenza di genere. Sono numerose le iniziative in accordo con i Municipi per garantire le pari opportunità valorizzando le esperienze del territorio.

Tra queste:

  • Apertura di tre nuovi Centri Antiviolenza nei Municipi VI, VII e VIII a marzo 2018. Attivazione dell’avviso pubblico per l’apertura di altri 2 nuovi Centri Antiviolenza, nei Municipi I e III che saranno inaugurati a partire dalla prossima settimana.
  • Adesione al Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere 8 marzo 2018. Roma è tra i 14 grandi Comuni italiani, città metropolitane in testa, che sottoscrivono e lanciano un patto con 11 punti programmatici frutto di un lavoro condiviso, per progettare e sostenere misure concrete di promozione delle pari opportunità. Al centro del Patto dei Comuni il sostegno all’emancipazione femminile e la costruzione di una società più equa che offra a tutte le persone, indipendentemente dal genere, la possibilità di sviluppare talenti e potenzialità in egual misura, lontano dai pregiudizi e dagli stereotipi di genere;
  • 25 novembre 2016 – Roma Capitale ha aderito con Memoria di Giunta alla Campagna “Posto Occupato” contro la violenza sulle donne. Una sedia vuota in memoria delle vittime di femminicidio è riservata in ogni seduta di Giunta;
  • Celebrazione, come previsto da una memoria di Giunta, della Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze (11 ottobre) e adesione alla Campagna ‘indifesa’, iniziativa organizzata da ‘Terre des Hommes’ che propone interventi e percorsi sul tema della prevenzione quale strumento chiave per arginare il fenomeno della violenza e del maltrattamento dei bambini e delle bambine.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3