il percorso

Cisco: così passiamo dall’Industria 4.0 all’Impresa 4.0

Ecco la strada verso realtà imprenditoriali e territori imprenditoriali 4.0, realmente integrati e collegati da “fattori abilitanti” come interconnessione, conoscenza, collaborazione e sicurezza

24 Ott 2017
Michele Dalmazzoni

Collaboration & Industry Digitization Leader

industria_553128712

Nel momento in cui l’Industria 4.0 sta diventando realtà per molte imprese e nel momento in cui si iniziano a vedere i risultati concreti e fattivi raggiunti anche grazie al Piano Nazionale Industria 4.0, è giunto anche il momento di fissare i prossimi obiettivi. In un percorso ideale di vera e profonda trasformazione digitale delle imprese il next-step si chiama Impresa 4.0.

Se da una parte il MISE, per voce dello stesso Ministro Carlo Calenda, parla esplicitamente di Impresa 4.0 come della naturale evoluzione del percorso Industry 4.0, Cisco, ha iniziato già da tempo a stimolare le imprese a intraprendere delle roadmap di innovazione digitale concepite per portare i benefici della logica Industry 4.0 ben oltre gli stabilimenti di produzione, oltre gli impianti e l’automazione di fabbrica, per certi aspetti oltre alla stessa logica manifatturiera che ha animato i principi della “Fabbrica 4.0”. Così come l’Industria 4.0 sta permettendo alle imprese di integrare processi, sistemi di automazione, ambienti di lavoro e persone, per arrivare a disporre di una connessione permanente con i prodotti stessi e con i clienti, diventa necessario estendere e gestire questa integrazione su nuovi livelli. Appare necessario alzare lo sguardo e guardare a tutta l’azienda nel suo complesso: dalla progettazione alla vendita, dall’ideazione al post-vendita; con il coinvolgimento di tutte le “operations” aziendali; su tutto il sistema di fornitori/clienti e, alzando ulteriormente la visione, anche “geograficamente”, sulle filiere o sui territori che caratterizzano la specifica identità di business di ciascuna impresa.

Dunque non più solo Industria 4.0 nel senso di digitalizzazione della manifattura e del business collegato alla produzione, ma Impresa 4.0 nel senso di realtà imprenditoriali e territori imprenditoriali, realmente integrati e collegati da “fattori abilitanti” come interconnessione, conoscenza, collaborazione e sicurezza.

Per Cisco, che per prima ha lanciato le sfide delle Connected Factory, dei Connected Product, delle Enterprise Collaboration e che ha accompagnato, anche grazie al programma Digitaliani, lo sviluppo delle competenze digitali e nuovi skill, quella dell’Impresa 4.0 è un passaggio quasi naturale.

Un passaggio, peraltro, che coincide, dal punto di vista tecnologico, anche con l’arrivo di soluzioni tecnologiche che nella forma dell’Intuitive Networking, alzano nuovamente l’asticella delle aspettative e delle performance sul ruolo delle reti e della stessa intelligenza che può arrivare dalle reti; dal networking come infrastruttura fondamentale per abilitare i processi di integrazione nelle imprese e tra le imprese. La rete intelligente apre a una evoluzione del concetto di networking che è prima di tutto in grado di conoscere l’ambiente che è chiamata a gestire e che sa adattare le proprie caratteristiche e le proprie performance alle necessità più specifiche delle imprese e, soprattutto, delle persone. L’Intuitive Networking è una rete che “apprende”, concepita per sviluppare la conoscenza e per distribuirla e per rispondere, alle inderogabili e sempre più dinamiche richieste di sicurezza che arrivano dalle imprese.

Il passaggio dall’Industria 4.0 all’Impresa 4.0 è anche per queste ragioni un fenomeno che Cisco ha preparato da tempo e non solo sotto il profilo delle soluzioni tecnologiche e dello sviluppo delle competenze a livello di formazione. La preparazione all’Industria 4.0 è anche un fenomeno di esperienze, di storie, di confronti e di definizione di best practices. Un percorso che Cisco ha intrapreso con la costruzione e la realizzazione di roadmap Industry 4.0 e con la loro implementazione e rappresentazione in case history nazionali e internazionali. Ma il contributo di Cisco in termini di definizione di percorsi verso la fabbrica 4.0 si è concretizzata con la creazione di una iniziativa unica nel suo genere, vale a dire con la costituzione del Customer Club Industria 4.0, un gruppo di aziende che hanno sviluppato progetti e percorsi di eccellenza nell’ambito dell’Industria 4.0 in Italia. Imprese tra loro anche molto diverse per dimensioni, per settore di appartenenza, per modello di business e per tipologia di interpretazione della trasformazione digitale.

Il Customer Club Industria 4.0 ha sancito, con una serie di incontri ed eventi, un vero e proprio percorso nella direzione di indicare la Via Italiana all’Industria 4.0 che si snoda in settori diversi, con imprese di culture diverse e con “punti di accesso” all’Industria 4.0 anche molto diversi tra loro, ma sempre con un doppio denominatore comune, fedele allo spirito di Cisco: la definizione e condivisione di roadmap e la volontà di condividere e valorizzare queste esperienze in un confronto costruttivo sui risultati, sulle criticità, sulle nuove idee.

Tutte le aziende del Club sono accomunate dalla volontà di sperimentare e dal desiderio di portare al proprio interno e verso i clienti i benefici dell’Industry 4.0. Il gruppo è nello stesso tempo omogeneo nelle motivazioni e nella determinazione nell’affrontare l’Industria 4.0 ed eterogeneo dal punto di vista dei settori e dell’organizzazione aziendale ed è composto da realtà e marchi come AIA che rappresenta e porta le esperienze dell’industria di trasformazione agroalimentare; come La Marzocco, nel mondo dell’ospitalità e dell’Horeca, con l’innovazione nelle macchine professionali per il caffé; come l’emiliana Dallara Group, società di riferimento a livello mondiale nella progettazione e nell’innovazione applicata all’automotive e al racing; come FCA Group, sempre nell’automotive; e ancora come Fluid-o-Tech nella meccanica di precisione; come Inpeco Health nella connected factory e nell’automazione applicati al mondo farmaceutico; come Marcegaglia nelle soluzioni per l’automazione e per la sicurezza di stabilimento, o come 1177 – Calze Ileana, nell’ambito del mondo fashion e retail con una innovazione che porta allo sviluppo di connected vending machine.

Tutte aziende con una storia di eccellenza nei rispettivi settori e con specifiche roadmap Industria 4.0 ideate, sviluppate e realizzate con Cisco, con le infrastrutture di networking, con la collaboration, con le soluzioni di cybersecurity e con l’accesso al network di startup, sviluppatori, Open innovation che caratterizzano l’ecosistema Cisco per l’Industria 4.0. E il tutto con lo spirito di mettere a disposizione delle imprese italiane delle vere best practices che permettano di “vedere cosa si può fare con l’Industria 4.0” e di accelerare i processi di trasformazione digitale.

Per approfondire: www.internet4things.it/tag/digitaliani

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati