L'analisi

Fase 2 coronavirus, l’innovazione per il rilancio del Made in Italy

Approfondiamo il contributo che la digitalizzazione e le nuove tecnologie possono apportare nella Fase 2 dell’emergenza coronavirus, per la ripresa delle aziende

04 Mag 2020
Paola Generali

Presidente Assintel

italy-1205372_1920

Il mondo a causa del coronavirus è cambiato per sempre e l’economia con esso: le aziende che pensano di ripartire ricostituendo il proprio business ante-Covid fallirebbero nel brevissimo. Eppure questa “nuova normalità”, di cui la Fase 2 sarà un preludio, non è ancora affatto delineata: non sappiamo esattamente come ci riorganizzeremo, e nemmeno come si riassesterà il Sistema.

Un adattamento 5.0 alla complessità

La suggestione del mondo cosiddetto V.U.C.A. è più che mai alla ribalta: Covid ci ha dimostrato che viviamo tutti in un contesto volatile, incerto, complesso, ambiguo, in cui l’organizzazione e la pianificazione così come la conosciamo oggi ci dimostrano la loro fragilità. E allora, seguendo la suggestione “antifragile” di Taleb, quel che possiamo fare è progettare “come se” tutto potesse essere sotto il nostro normale controllo, ma sapendo che potrebbe anche non esserlo. Questa è la vera evoluzione culturale che mi immagino e che risulta essere indispensabile alle aziende Italiane e mondiali: un adattamento 5.0 al mondo complesso.

WHITEPAPER
Robot intelligenti: i vantaggi nei progetti di automazione nell'Industry4.0
Industria 4.0
Realtà virtuale

La tecnologia oggi ci sta dimostrando di essere la vera autostrada digitale che ci sta abilitando ad andare avanti nonostante il lock down: il sistema si è già riadattato, a modo suo si è già evoluto, ma per ora solo in una fase emergenziale, mentre dobbiamo pensare ad un’evoluzione che probabilmente sarà una Rivoluzione nella fase post emergenza che parte da oggi.

Progettare la Fase 2: il “bene sociale” al primo posto

Progettare la Fase 2 è molto complesso, molte sono le variabili in gioco e pochi i modelli di riferimento, ma il confronto costruttivo come sempre è l’arma vincente. Ritengo che il Governo in questo momento annaspi, proceda per tentativi, sfornando un numero spropositato di Task Force che creano ulteriore complessità informativa e organizzativa, e dunque inefficienza e inefficacia, anche perché spesso composto da persone inadatte a dare il giusto apporto (mancando ad esempio imprenditori e referenti del Turismo).

Sono certa che in questo momento se al tavolo mettessimo un imprenditore, un dipendente ed un sindacalista, in circa due ore – dopo aver discusso, magari anche animatamente – si metterebbero d’accordo per il bene comune, che è sia di natura sociale che di natura economica. Dico di proposito “bene sociale”, perché sono molto preoccupata per la tenuta sociale del nostro meraviglioso Paese, e ricordo al nostro Governo che il “bene sociale” non esiste senza un corretta e sana politica economica, che sino ad oggi non si è vista.

Noi imprenditori ci sentiamo smarriti: vorremmo delineare scenari chiari e certi sui quali poter investire, anche se ovviamente la nostra propensione al rischio è di per sé alta, e da qui riprogettare il nostro business, spesso ex novo, per uscire dalla catastrofe. La chiave di volta per fare questo é senza dubbio il connubio con il mondo digitale, che sarà indissolubile, il COVID19 gli ha spianato la strada, gridando al Mondo che è ora di cambiare utilizzando il Digitale, con il quale si può sostanzialmente fare quasi tutto.

Fase 2 e Fase 3: innoviamo le filiere del Turismo

Ho un punto di vista privilegiato: il mio ecosistema di lavoro è quello di Confcommercio, entro cui Assintel è l’associazione nazionale di riferimento delle imprese digitali. Ecco perché stiamo immaginando e studiando una Fase 2 ma soprattutto una Fase 3 in cui utilizzare la spinta digitale per fare evolvere radicalmente alcune fra le filiere oggi più in sofferenza: il Turismo, il Retail, i Servizi. Filiere che, in una visione di sistema, possono far ripartire l’Italia facendola diventare il Paese più desiderato al mondo, sotto tutti i punti di vista, come già espresso in una ricerca di fine 2019. Nella Fase 2 ci stiamo immaginando un grande cambiamento del marketing turistico che potrebbe diventare il nuovo motore di ricchezza del Paese. Per ora è una visione, ma stiamo già lavorando insieme alle altre associazioni per creare un contesto di sistema che la renda realizzabile:

  • grazie alla realtà aumentata ed alla realtà virtuale, in questa fase dobbiamo riuscire a far commuovere, gioire ed emozionare i turisti di tutto il Mondo facendogli vivere l’Italia da remoto, così che non vedranno l’ora di viverla “fisicamente”, creando un’aspettativa “esplosiva” una volta che i viaggi saranno di nuovo come prima.
  • Potremo creare piattaforme turistiche completamente Italiane dove non saranno presenti solamente le strutture recettive italiane, ma anche l’accoglienza, la ristorazione, i negozi, i servizi, tutte coordinate e gestite da un’unica e sola piattaforma globale “Italiana”. Non è una riedizione del flop di italia.it, o peggio di verybello, ma un progetto concreto che deve partire dalle imprese per arrivare in alto ad un coordinamento nazionale.
  • Anche il delivery non sarà più quello di oggi, potremo usare droni e mini Robot (come quello che un’azienda Italiana sta testando in Giappone, ma che avrebbe dovuto avere l’opportunita’ di testare o in Italia!)
  • La Logistica, oggi uno dei pochi settori in positivo, dovrà evolversi per dare il necessario supporto a questa grande riprogettazione.
  • Anche noi aziende del Digitale dovremo evolverci, insieme alle altre aziende e questo porterà ad innescare un ciclo virtuoso e costante del dare ed avere e di un processo di Ricerca e Sviluppo continuo, che renderà l’economia Italiana competitiva nel Mondo ed esempio da seguire.

Il doppio binario

Per fare questo serve un grande sforzo di coordinamento e di coraggio che parte proprio dalle imprese e dalle associazioni. Ma anche uno sforzo da parte di un Governo che dovrà sostenerci, per farci riprogettare il futuro in modo sereno. Quello che serve è un doppio binario: da un lato vera liquidità per progetti di ampio respiro (contributi a fondo perduto, sospensione del pagamento delle tasse, sburocratizzazione dell’accesso al credito, Fondo nazionale per l’innovazione nelle piccole imprese), dall’altro un’unica cabina di regia per il rilancio del Made in Italy costituita in gran parte da Imprenditori delle MPMI, che vivono l’economia vera, che conoscono le storie personali dei propri dipendenti, che non si danno nessun emolumento per pagare gli stipendi dei propri dipendenti e che reinvestono il proprio denaro personale per innovare.

L’Italia a causa di questo “maledetto” virus ha – paradossalmente – un’enorme opportunità di evoluzione che può cogliere grazie all’innovazione e al Digitale: ricordiamoci che abbiamo il DNA di Leonardo, di Raffaello, di Caravaggio, ma anche della Montessori e dei Nobel Marconi, Golgi, Rubbia, Rita Levi Montalcini… il cambiamento non ci deve spaventare ma stimolare!

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati