gli strumenti

Impresa 4.0, Tripoli: “Così le Camere di commercio assisteranno le pmi”

Servizi e app per guidare le aziende verso la trasformazione digitale. C’è questo nelle tre linee d’azione che il sistema camerale ha sviluppato e che si dispiegherà nel 2018. Per aiutare le aziende a comprendere le potenzialità del digitale e acquisire le competenze necessarie

29 Dic 2017
Giuseppe Tripoli

segretario generale di Unioncamere

digitale_640640617

La rivoluzione digitale impone alle imprese una profonda trasformazione nella tecnologia, nell’organizzazione, nel modello di business, nel rapporto con il mercato. Ne sono coscienti molte, anche se ancora troppo poche, aziende private, soprattutto di alcuni settori più esposti alla concorrenza internazionale, che hanno cominciato a gestire queste novità. Il messaggio appare ormai aver fatto breccia anche nella pubblica amministrazione, normalmente meno pronta ad introdurre nuovi modelli organizzativi. In questo caso, digitale e 4.0, la trasformazione sarà un passaggio inevitabile per tutti. L’unica variabile, da cui però dipende il successo complessivo per il sistema Paese, sarà il tempo, la rapidità con cui si realizzerà il cambiamento. Per avere successo, e cioè essere veloce, il processo di trasformazione digitale deve essere chiaramente percepito come win-win, capace cioè di creare per le amministrazioni e per le imprese più opportunità che svantaggi.

Anche il sistema camerale ha questa sfida d’avanti, ed essendo una amministrazione di front-end nel rapporto con le imprese è esposto ai venti di entrambi i versanti. Per di più, oltre a ciò, esso sta gestendo, come effetto della recente riforma, una profonda trasformazione, indirizzandola lungo tre linee, che credo di qualche utilità riepilogare.

Gli output. Anzitutto il sistema delle camere di commercio sta implementando un vasto programma volto a favorire la rivoluzione digitale per aiutare le imprese a confrontarsi con l’economia 4.0. In tutta Italia si stanno attivando i Punti Impresa Digitale (PID), una rete composta da 77 desk che punta ad offrire alle PMI servizi di formazione, informazione, orientamento ed assistenza sul tema del digitale. Questo progetto si colloca nell’ambito del Network Nazionale Industria 4.0, presentato dal Ministro Calenda, e in questo pienamente integrato.

I PID saranno il primo livello di contatto con le imprese soprattutto quelle più piccole per aiutarle a comprendere le potenzialità e acquisire le competenze necessarie per il passaggio al digitale. Tali finalità saranno realizzate attraverso i seguenti servizi:

  • informazione sulle tecnologie 4.0, sulle loro applicazioni pratiche, sui benefici che le imprese potranno ottenere e sugli incentivi previsti dal Piano Impresa 4.0 del Governo;
  • valutazione della maturità digitale delle imprese, il primo indispensabile passo per individuare le aree d’intervento prioritarie e valutare le migliori soluzioni applicabili;
  • sostegno economico “tangibile” per fruire dei servizi di consulenza e formazione finalizzati a favorire l’adozione delle tecnologie 4.0. Il 40% delle risorse finanziare del progetto è destinato a coprire la realizzazione di questi interventi attraverso voucher che le imprese potranno spendere presso strutture specializzate previste dal programma Industria 4.0;
  • prima assistenza e orientamento verso le strutture più specialistiche presenti sul territorio, come i DIH – Digital Innovation Hub, gli EDI – Ecosistemi Digitali d’Impresa, i Competence Center.

Saranno le Camere a contattare “porta a porta” le imprese, a proporre la partecipazione ai vari momenti e servizi proposti dal network, ad accompagnare le pmi nell’accesso alla digital trasformation, a presentare le modalità con cui finanziare i relativi investimenti. E questo sarà possibile anche attraverso figure professionali, i digital promoter, in grado di rendere la tecnologia a portata di tutti.

Il modello di servizio. Altra novità riguarda il cambio radicale dell’approccio con gli utenti che le Camere stanno operando, in primo luogo trasformando in App i servizi attuali per renderli più fruibili e sempre più a portata di “click”. Cioè divenendo esse stesse “Camere digitali”. Chi ha bisogno di un’informazione aggiornata su un’impresa, la vuole subito, dovunque si trovi, qualsiasi sia il device utilizzato. In questa direzione va ad esempio il “cassetto digitale” che il sistema camerale ha presentato qualche giorno fa, un servizio che permette a ogni imprenditore di accedere in qualsiasi momento, da smartphone o tablet, alle informazioni e ai documenti ufficiali della propria impresa. Ciò è inevitabile se si deve dialogare con le generazioni dei giovani imprenditori (1/10 delle imprese italiane è gestito da operatori di meno di 35 anni) per i quali l’ambiente operativo normale è quello che combina fisico e virtuale.

Le human resources. La chiave del successo di questa trasformazione che il sistema delle camere di commercio sta portando avanti è soprattutto nella natura delle relazioni con l’utente. E ciò comporta necessariamente un cambiamento culturale, oltre che tecnologico, rilevante all’interno del sistema camerale. Per far questo il sistema camerale ha puntato sulla valorizzazione del capitale umano, la principale risorsa di cui dispone, con un vasto programma di formazione che coinvolge circa 2.500 dipendenti e che in un triennio coprirà pressoché la totalità del personale. Un’operazione con pochi precedenti di tali dimensioni nel panorama della P.A., in grado di dare vita ad una vera e propria digital community, orientata alle necessità dell’utente.

In sintesi: fare cose diverse, con modalità diverse, ma soprattutto con collaboratori diversi e più qualificati. È quest’ultima, quella delle risorse umane, in particolare una chiave per il successo? Credo proprio di sì. Il resto, tecnologie, servizi sono più facilmente recuperabili. Ma realmente strategico per fare cose diverse in modo diverso, e farle con successo, è il campo del fattore umano.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati