Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Evento Agenda Digitale polimi

Moriondo: “Inerzia dal Governo mentre il territorio scalpitava per fare”

05 Nov 2014

Achille l’innovazione, non ce l’ha fatta a raggiungere la tartaruga, che è la commistione tra burocrazia e politica, che non tiene conto del time to market. In questi anni c’è stata oggettivamente inerzia da parte dello Stato e Governo e un proliferare iniziative buone e meno buone da parte di chi è stato su territorio e aveva esigenza di fare cose. A questo punto abbiamo coacervo di iniziative che depongono bene a messa in efficienza veloce di quanto fatto sui territori. Oggi eviterei di buttare via tutto: il riuso non si può fare ma si passi a robusta coprogettazione.

Disporre di un ecosistema digitale non è un fattore di crescita, ma di sopravvivenza. I limiti sono culturali, dimensionali, di competenze. Il riuso è un fallimento perché non si adotta una costruzione, la faccio costruire. Come ne usciamo: innanzitutto non ripetiamo gli errori del passato, evidenziarli per non compierli di nuovo.

Ricordando, su tutto, che l’assenza di pagamenti digitali sono anche una copertura per attività illecite.

Articolo 1 di 4