marketing

IA generativa e coding: come cambia l’organizzazione degli eventi



Indirizzo copiato

L’IA generativa, grazie alle sue funzioni di supporto al coding, è diventata uno strumento potente in grado di cambiare il modo in cui siamo abituati a immaginare un qualsiasi evento. Ecco i campi di applicazione

Pubblicato il 15 mag 2024

Antonio Lazzaro

CEO di Venticento




Una delle aree in cui l’intelligenza artificiale generativa può svolgere un ruolo significativo è l’eventistica, settore in cui grazie alle sue funzioni di supporto al coding, può semplificare e migliorare l’intero processo di pianificazione e gestione di un evento, offrendo soluzioni creative, efficienti e personalizzate.

Lo sviluppo di soluzioni innovative è essenziale per consentire al settore degli eventi di incrementare la propria rilevanza tra gli strumenti di marketing più efficaci per le aziende: l’IA offre agli organizzatori la possibilità di rendere unica l’esperienza del visitatore e, così, la memorabilità del brand che comunica attraverso quell’evento.

L’IA generativa è, infatti, in grado di creare autonomamente codice informatico sulla base di determinati input e parametri forniti dall’utente, consentendo così a chi organizza eventi di sviluppare app e servizi in modo rapido, personalizzate sull’esigenza del brand e in base al target del pubblico.

Sviluppo di applicazioni personalizzate

Grazie alle sue capacità nel campo della programmazione, l’IA rende possibile la creazione di applicazioni innovative e all’avanguardia che migliorano l’efficienza, l’esperienza degli utenti e il successo complessivo dell’evento.

Le applicazioni personalizzate offrono una serie di vantaggi sia agli organizzatori degli eventi che ai partecipanti: possono includere una vasta gamma di funzionalità, come programmi dettagliati dell’evento, mappe interattive della sede, strumenti di networking per i partecipanti, sondaggi in tempo reale. Utilizzando algoritmi avanzati, l’IA può analizzare i dati relativi all’evento, come gli orari delle sessioni, i dettagli dei relatori e le preferenze dei partecipanti, per sviluppare un’applicazione che fornisca informazioni pertinenti e rilevanti per ogni singolo partecipante.

Inoltre, l’IA può migliorare l’esperienza degli utenti attraverso l’implementazione di funzionalità intelligenti e intuitive; può, ad esempio, utilizzare tecnologie come il riconoscimento vocale o la traduzione automatica per consentire ai partecipanti di interagire con l’applicazione in modo naturale e senza sforzo.

Inoltre, può integrare sistemi di raccomandazione che suggeriscono sessioni o incontri basati sugli interessi e sulle preferenze degli utenti, migliorando così l’engagement e la partecipazione degli stessi.

È il caso di un’attività rivolta ai consumatori che abbiamo progettato per Google Pixel, in cui abbiamo fatto un ampio uso di soluzioni e tool a base di AI generativa, organizzando un evento perfettamente in linea e integrato alle evoluzioni dei nuovi modelli presentati. In particolare, è stata prodotta una App (grazie all’AI) in pochi minuti, con cui le persone coinvolte nell’evento potevano interagire, in un’ambientazione in cui scenari fotografici in slideshow e stand virtuali ricreati erano protagonisti.

L’applicazione sviluppata aveva l’obiettivo di riprodurre uno slideshow temporizzato di immagini, che sono le fotografie esposte nello stand, con un fading tra una foto e l’altra. In pratica, cliccando e facendo ‘tap’ con il dito su una qualunque delle foto, si apriva la fotocamera per consentire ai visitatori di poter interagire con una delle nuove funzionalità della fotocamera di Pixel. L’applicazione veniva visualizzata a schermo intero e le foto sono state ottimizzate per essere visualizzate e centrate rispetto al soggetto, a prescindere dalle loro proporzioni.

L’AI generativa diventa, così, uno strumento potente in grado di cambiare il modo in cui siamo abituati a immaginare un qualsiasi evento, che si tratti di una mostra, una fiera o expo, una sfilata di moda o un lancio di prodotto. Ottimizza processi, crea nuovi modelli di business o ci porta a innovare servizi forniti. L’efficacia dell’AI nelle soluzioni di coding ha così permesso sia di abbreviare i tempi di creazione, sia di testare diverse esperienze utente fornendo a Google una soluzione pronta all’uso e costruita appositamente per il suo evento.

Gestione automatizzata delle comunicazioni

L’IA, attraverso il coding, può automatizzare la gestione delle comunicazioni con i partecipanti agli eventi, migliorando l’efficienza e l’esperienza complessiva degli utenti. Utilizzando algoritmi di machine learning, l’IA può sviluppare sistemi di chatbot intelligenti che rispondono automaticamente alle domande e alle richieste dei partecipanti, fornendo loro informazioni immediate e supporto personalizzato.

Questi chatbot possono essere integrati nei siti web degli eventi, nelle app per smartphone o nelle piattaforme di messaggistica più popolari, consentendo ai partecipanti di accedere rapidamente a informazioni cruciali come gli orari delle sessioni, le indicazioni stradali, le informazioni sui relatori e altre informazioni utili. Grazie a questa capacità di gestione automatizzata delle comunicazioni, l’IA offre agli organizzatori degli eventi uno strumento prezioso per ottimizzare l’interazione con i partecipanti e garantire il successo dell’evento.

Scrittura di codici per la creazione di siti web automatici e interattivi

La creazione di siti web per gli eventi può spesso essere una sfida a causa del tempo e delle competenze tecniche necessarie. L’IA generativa emerge come soluzione promettente in questo contesto, poiché può semplificare notevolmente questa attività, generando automaticamente siti web interattivi e intuitivi. Sfruttando le capacità di apprendimento automatico, l’IA può analizzare i contenuti dell’evento, comprese le informazioni sui relatori, gli argomenti trattati e gli obiettivi dell’evento stesso, per proporre layout, design e funzionalità coerenti e adatti al pubblico di riferimento. Inoltre, può integrare funzioni di chatbot per fornire un supporto immediato e personalizzato, rispondendo alle domande dei partecipanti. Questa automazione migliora l’esperienza complessiva degli utenti, facilitando l’accesso alle informazioni e fornendo un canale di comunicazione diretto con gli organizzatori.

Supporto agli elementi creativi

L’IA può svolgere un ruolo fondamentale nel supportare l’elemento creativo negli eventi attraverso lo sviluppo di algoritmi generativi, l’ottimizzazione dei processi creativi e l’offerta di esperienze digitali coinvolgenti e interattive, sulla base di algoritmi che possono essere addestrati su vasti dataset di contenuti creativi esistenti, apprendendo gli stili e le strutture comuni per generare nuovi materiali originali. L’AI può quindi essere impiegata per sviluppare algoritmi e sistemi di generazione automatica di contenuti creativi, come testi, immagini, e persino musica e video.

In senso più largo, l’IA può essere utilizzata per ottimizzare e migliorare i processi creativi identificando le tendenze emergenti attraverso l’analisi dei dati e l’apprendimento automatico, suggerendo idee innovative e fornire feedback su progetti creativi in corso. Inoltre, l’IA può essere impiegata per migliorare l’interazione tra il pubblico e gli eventi attraverso l’uso di tecnologie immersive e interattive. Utilizzando il coding, è possibile sviluppare applicazioni e esperienze digitali coinvolgenti che sfruttano la realtà aumentata, la realtà virtuale o la gamification per creare esperienze uniche e memorabili per i partecipanti agli eventi.

In sintesi, l’aspetto più interessante è la possibilità offerta dall’IA di passare dall’idea all’applicazione pronta all’uso per l’evento in poco tempo e con un’elevata flessibilità.

IA generativa, l’importanza della formazione

Ma non è una soluzione che ci si può permettere di approcciare in modalità emergenziale, con la speranza di risolvere i classici problemi dell’ultimo minuto che si presentano nello sviluppo di un evento. Occorrono investimenti, programmazione e formazione.

In Venticento, abbiamo iniziato un percorso formativo ormai da un anno, utilizzando vari tipi di piattaforme, ogni volta cercando quella più idonea al progetto; variamo strategicamente la piattaforma di utilizzo perché anche quelle che a prima analisi possono sembrare simili, rivelano caratteristiche specifiche molto utili per performare meglio nella creazione dei risultati. Attraverso queste piattaforme, abbiamo assegnato al nostro team dei lavori da svolgere e portare alle varie lezioni per apprendere i prompt più efficaci, rendendo così effettiva la rapidità di coding grazie all’AI.

La formazione in tema di intelligenza artificiale è imprescindibile e consente di migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi offerti, permettendo di offrire soluzioni sempre più personalizzate e innovative. Permetterà così al settore degli eventi di essere ancora più strategico per ogni brand che desidera fare vivere un’esperienza emozionale e memorabile al proprio pubblico.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 4