il bilancio

Il metaverso piace a pochissimi, ma il sogno di Meta continua

Numeri bassi nel metaverso e utenti delusi, secondo alcuni documenti interni di Meta trapelati. Tuttavia Meta non demorde e anzi rilancia, con accordi, partnership, nuovi prodotti

17 Ott 2022
Nicola Ruggiero

Focus Group srl

metaverso

L’innovazione è spesso audacia e nasce anche dalla visione di persone ed aziende che immaginano il mondo del futuro e scommettono su di esso anche anzitempo.

Nel caso di Meta e del suo Metaverso è stata una scommessa che va ben oltre. Ovvero cambiare il nome alla società da Facebook a Meta è stata la strategia per proiettare i già abbastanza virtuali mondi dei social network in un contesto tutto virtuale per tentare un rilancio dei social network e dei conti della società.

Che stia andando male, per ora, è nozione confermata da alcuni documenti interni della società rivelati dal Wall Street Journal.

Facebook: "Il futuro del lavoro e' nel metaverso"

I dati deludenti del metaverso

  • Meta aveva inizialmente fissato l’obiettivo di raggiungere 500.000 utenti attivi mensili per Horizon Worlds entro la fine di quest’anno, ma nelle ultime settimane ha rivisto questa cifra a 280.000. I documenti mostrano che il numero attuale è inferiore a 200.000.
  • Horizon è stato progettato per essere una vasta collezione di spazi virtuali interattivi, o mondi, in cui gli utenti che appaiono come avatar possono fare acquisti, fare festa e lavorare. Tuttavia, raramente ci sono ragazze nell’Hot Girl Summer Rooftop Pool Party e nel Murder Village spesso non c’è nessuno da uccidere. Anche i mondi vetrina dell’azienda, come Questy’s, una sala giochi virtuale protagonista di uno spot pubblicitario del Super Bowl all’inizio di quest’anno, sono per lo più privi di utenti. Secondo le statistiche interne, solo il 9% dei mondi costruiti dai creatori viene visitato da almeno 50 persone. La maggior parte non viene mai visitata.
  • Il numero di utenti di Horizon online nello stesso momento, noto come concurrency, è di gran lunga inferiore sia all’emergente VR Chat sia a Second Life, il mondo cibernetico pionieristico lanciato nel 2003.

Con numeri così bassi non si comincia nemmeno ad affrontare l’altra sfida, trovare un modello di business sostenibile al metaverso.

WHITEPAPER
Perchè dovresti sfruttare il CRM per un marketing basato sull'esperienza
CRM
Marketing

Infatti i conti del Metaverso in casa Zuckerberg non tornano al punto tale da mettere in lockdown Horizon Worlds e non rilasciare nessuna nuova feature finché l’esperienza attuale non ha raggiunto livelli tali da attrarre e trattenere significative quantità di utenti.
Ad oggi ogni utente che entra in Horizon Worlds, il Metaverso per gli utenti consumer di Meta, rimane attivo per circa un mese prima di lasciarne l’utilizzo.

Il problema del metaverso

Ci sono pochi utenti perché solo una minoranza di noi compra i visori – tanto che ora Meta ha annunciato di aprire Horizon Worlds anche all’accesso via web – e quella minoranza si trova a disagio ad apprarire senza gambe. Mark Zuckerberg ha ammesso che fare le gambe è difficile, perché non sono direttamente rilevate dai dispositivi, e intende rimediare tramite una ricostruzione predittiva con intelligenza artificiale.

L’utente si trova da solo o con pochi altri utenti, anche meno di una decina, e senza una vera interazione.

Utenti che invece di presentarsi in prima persona si nascondono dietro un avatar per cui una relazione sana tra essi è difficile da stabilire. In sostanza oggi il Metaverso è una versione riveduta e corretta di VR Chat e Second Life, non la rivoluzione esperienziale che ci era stata promessa.

E’ difficile anche comprendere la strategia e gli investimenti che Meta sta perseguendo in questa fase, se orientati più al consumer o al business, se davvero intende puntare su questo nuovo mondo dei mondi, o se è un tentativo di distrarre il focus dai social che lentamente perdono terreno (esempio Facebook), di certo l’adoption è a un livello tale che neanche gli stessi sviluppatori e dipendenti di Meta impegnati nel progetto utilizzano Horizon Worlds come loro ambiente preferito. E se non ci credono neanche loro nella vita reale sarà difficile convincere gli utenti a parteciparvi attivamente e far crescere la community.

Oggi Horizon Worlds conta meno di 200.000 utenti, nulla per chi è abituato a 3,5 miliardi di utenti attivi su altre piattaforme come Instagram, Facebook e Whatsapp. Trovarsi quasi da soli in un nuovo mondo è una esperienza poco gratificante che porta all’abbandono e genera uno stimolo all’uscita da Horizon Worlds.

Esiste poi una ulteriore barriera all’ingresso che è il costo del visore Quest, seppur basso di circa 400 euro, non è per tutte le tasche ed è un device aggiuntivo al PC o allo smartphone; quindi, non di immediato utilizzo come può essere una app sul cellulare.

Meta sa che il Metaverso è un progetto di lungo periodo che richiede forti investimenti, ed ha la pazienza di attendere ma allo stesso tempo non riesce a garantire oggi tutte le risorse che servono allo sviluppo del progetto complice anche la situazione economica, la contrazione dei fatturati e la perdita di oltre 700 miliardi di USD di capitalizzazione sui mercati finanziari.
Nonostante le difficoltà qualche giorno fa Meta ha lanciato il visore Quest Pro dal costo di circa 1.500 euro per uso esclusivamente professionale ma non ha ancora associato ad esso un vero ambiente dove il business si possa sviluppare, e non ha ancora previsto una data per il rilascio. Ciò dimostra quanto Meta voglia essere la prima del settore ma anche quando la strategia debba essere chiarita e rivista e le difficoltà per lo sviluppo esistono veramente.

Le prospettive del metaverso

Meta, quindi, fa da apripista e fa bene, anche perché altri grossi gruppi come Microsoft ed Apple, con meno clamore stanno massicciamente investendo nel Metaverso e insieme a loro tante altre società che hanno fatto della realtà virtuale il loro core business. Sarà interessante nei prossimi anni vedere come altre big interpreteranno il Metaverso e se apriranno nel lungo periodo una interazione tra i loro mondi oppure manterranno la distinzione che avviene oggi tra i loro sistemi, Apple e Microsoft soprattutto. Al momento Microsoft ha portato le proprie app sul metaverso di Meta.

Nel frattempo, Meta ha convinto alcune aziende di moda come Balenciaga e Prada ad aprire i loro marchi e mondi sul Metaverso mentre Absolut Vodka ha aperto bar e distillerie, anche loro come Meta fanno bene ad essere pionieri in tal senso anche se oggi appare più come una strategia di marketing e comunicazione che una vera opportunità di business.

Sia per gli utenti consumer che per quelli business il tema vero è, come al solito, trovare altri utenti o aziende con cui interagire ma anche trovare dei contenuti, dei mondi già esistenti, in cui fare i primi passi. E’ proprio su questi contenuti che il Metaverso deve crescere anche creando nuove professioni che siano in grado di capire e leggere i bisogni degli utenti e trasformali nel linguaggio del Metaverso, in servizi e mondi da mettere a disposizione.

Meta ha anche incentivato utenti che in proprio creavano dei mondi mettendo a disposizione una sorta di ricompensa per gli stessi o pagamenti per chi visitava il loro mondo ma, ad oggi, ha distribuito circa 10.000 USD tra incentivi e pagamenti, ovvero una briciola se rapportato all’intera community; una briciola che non attira sicuramente talenti che vogliano intraprendere queste nuove professioni.

Ci sono quindi difficoltà oggettive attuali che mostrano un Metaverso in uno stato di salute debole in questa fase, c’è però un mondo in fermento che chiede di vivere realtà e mondi virtuali diversi, mondi da vivere in parallelo e su cui costruire una porzione diversa della propria vita, esprimere di volta in volta segreti e realtà che nella vita reale non si riesce a, o non si vuole, esprimere. Anche mondi da cui si può decidere di entrare ed uscire, o cancellare, quasi con la stessa facilità con cui si esce da un videogioco. Le implicazioni di tutto questo sono ancora da capire.

Per avere successo il Metaverso deve superare l’aspetto “social” o del “videogioco” e deve diventare un pezzo concreto della nostra vita reale, non di una vita parallela che si vorrebbe vivere ma della vita attuale che si estende, si migliora e si complementa nel virtuale per rendere più immersiva e multidimensionale la vita attuale.

In quanto parte integrante della vita reale il Metaverso deve avere contenuti concreti e benefici tangibili che superino la forma e tocchino la sostanza e la concretezza che ogni individuo cerca nel quotidiano, contenuti di facile accesso come potrebbe esserlo da uno smartphone o da un paio di occhiali da vista o da semplici auricolari, e dal costo ridotto.

Diversamente, anche se con i dovuti distinguo, è come passare da una chiamata fatta dalla cabina telefonica a gettoni di appena 15 anni fa alla videochiamata con whatsapp di oggi: è sicuramente molto più efficace, immersiva, immediata ed emozionale la videochiamata di oggi, ma se non ci sono argomenti veri da discutere ed il piacere di sentirsi si rischia solo di avere uno strumento in più che non porta valore. Fai qualche videochiamata ad amici e parenti per provare e poi nulla più. Esattamente come accade oggi ad Horizon Worlds.

WHITEPAPER
Le 5 best practice da seguire per migliorare la customer experience
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4