Mercati digitali

Pubblicità sui social, come crescere anche dopo la nuova privacy Apple

Puntare sui dati di prima parte, esplorare l’influencer marketing, avere una visione a 360 gradi: le modifiche all’ATT di Apple hanno cambiato il settore pubblicitario sui social per le aziende ma una strategia per avere successo nel direct-to-consumer è possibile. I dettagli

05 Ago 2022
Victor Vassallo

Managing Director - Making Science Italia 

ONLINE ADVERTISING man working on laptop Online Advertising Website Marketing Update Trends Report News Online Advertising Online Marketing Business Content Strategy

Meta continua a essere l’ecosistema social più importante su cui le aziende del direct-to-consumer (DTC) puntano per la crescita digitale. Tuttavia, le modifiche sulla privacy apportate un anno fa al sistema iOS di Apple (il famoso ATT) hanno portato con sé una sfida significativa per chi fa advertising sui canali del gruppo di Mark Zuckerberg.

Pubblicità online, il vincitore prende tutto: cosa è cambiato e le nuove sfide

Infatti, per sopperire al minor numero di dati disponibili e continuare a sostenere la propria crescita digitale, molti marchi DTC hanno iniziato a differenziare maggiormente i propri investimenti, assicurando quindi un ritorno migliore sulla spesa pubblicitaria.

Puntare sui dati di prima parte ottenuti sui propri canali

Con l’imminente fine dei cookie di terze parti, è ormai chiaro che le aziende devono puntare tutto sui dati di prima parte, ovvero i dati raccolti tramite i propri canali di marketing.

WEBINAR
23 Settembre 2022 - 10:00
DIGITAL360 Semestrale 2022: scopri tutte le novità
Acquisti/Procurement
Amministrazione/Finanza/Controllo

È possibile implementare strategie di ottimizzazione sui canali esistenti, quindi lavorare su propri messaggi e creatività e privilegiare campagne native ai sistemi di pubblicazione.

Per esempio, creando una campagna di raccolta contatti effettuata direttamente sui social o su una landing page. Inoltre, si può espandere la propria portata portando le proprie attività su nuovi canali, purché siano quelli giusti per il proprio pubblico target.

Dopotutto, il modello commerciale DTC si basa sull‘eliminazione dell’intermediario. Tramite la raccolta di dati di prima parte, i DTC possono ottenere informazioni più accurate, affidabili e pertinenti sul loro pubblico, essenziali per creare relazioni più significative con i consumatori.

Dalla personalizzazione alla comprensione dei punti di attrito nel percorso d’acquisto del cliente, i dati di prima parte sono una risorsa ormai di cui non si può fare a meno.

Esplorare l’influencer marketing

L’influencer marketing presenta ampi margini di crescita nel mercato italiano, dove sono solo il 28% le aziende che lo usano in maniera strategica.

Eppure, questa strategia offre ai DTC un mezzo prezioso per raggiungere obiettivi interessanti per l’intero marketing funnel, dalla brand awareness alle vendite. Che si tratti di recensioni di prodotti o di annunci a pagamento, gli influencer sono una risorsa in grado di creare contenuti coinvolgenti traendo vantaggio dalla forte connessione con le loro comunità di follower.

Per i marchi DTC che vogliono sperimentare con l’influencer marketing, il consiglio che diamo è quello di monitorare costantemente l’efficacia delle attività, considerando l’entità dell’investimento e i risultati raggiunti. Il dato si conferma quindi il perno attorno al quale ruota ogni strategia digitale.

Alcuni esempi concreti per l’influencer marketing sono quindi l’introduzione di elementi misurabili come i coupon, tramite i quali i marchi DTC possono identificare quanti consumatori hanno effettuato un acquisto dopo aver interagito con i contenuti degli influencer.

Inoltre, è vantaggioso utilizzare link di affiliazione, che portano i consumatori dai contenuti degli influencer al proprio sito o e-commerce, e permettono di misurare le conversioni.

Grazie a questi dati, i marchi DTC sono in grado di individuare le attività che supportano i loro obiettivi e di adattare di conseguenza le loro strategie.

Avere un approccio a 360 gradi

Per crescere, bisogna continuare ad affinare le proprie strategie, evolvendosi insieme ai trend di mercato, se non anticipandoli. Ad esempio, un’azione che i brand DTC possono intraprendere è quella di affidarsi maggiormente al server-side tracking, che non utilizza cookie di terza parte, invece che al browser-side.

In questo modo, possono raccogliere dati per conto proprio e ridurre la loro dipendenza dai browser. Inoltre, tramite API di conversione, come CAPI di Meta, possono anche assicurarsi che il tracking dialoghi con dati in-house e di proprietà, migliorando anche l’attribuzione delle conversioni.

Altri strumenti avanzati possono inoltre collegare sia dati online che offline, permettendo ai DTC di sfruttare tutto il potenziale dei dati raccolti su ogni canale, digitale e fisico.

Infine, non bisogna dimenticare l’utilizzo di soluzioni basate su modelli predittivi, che consente di attivare dati aggregati raggiungendo livelli ottimali.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Analisi
PA
Salute digitale
News
Fondi
Formazione
Ecologia
Digital Economy
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4