intelligenza artificiale

Se l’AI diventa artista: rischi e vantaggi degli algoritmi text-to-image e text-to-video

Ora che è possibile generare opere, più o meno artistiche con sistemi di intelligenza artificiale text-to-image come DALL-E sono molti gli scenari che si aprono e le questioni da affrontare: dal rischio legato alla creazione di immagini che possano arricchire fake news o le infowar al nodo del copyright

11 Ott 2022
Elio Franco

Avvocato, Founder presso Franco, Pirro & Partners

ai art

Ora che il servizio text-to-image di DALL-E è disponibile per tutti e Meta annuncia il suo algoritmo text-to-video, ci si pone il problema dei loro possibili usi distorti: dalla creazione di immagini e video che possano essere utilizzate a corredo di fake news (e durante le info-war) alla realizzazione di false identità, anche per scopi fraudolenti. L’inclusività, peraltro, non pare essere fra le qualità dell’intelligenza artificiale. E poi, v’è sempre l’annoso problema della tutela del copyright: se esiste, a chi appartiene?

The AI that creates any picture you want, explained

Algoritmi text-to-image: a che punto siamo

Qualche giorno fa, il team di OpenAI ha annunciato che la sua creatura DALL-E 2 (gioco di parole fra l’artista Dalì e il tenero robot della Pixar Wall-E) è disponibile per il grande pubblico che, così, potrà dilettarsi nel generare opere, più o meno artistiche, semplicemente descrivendo all’intelligenza artificiale cosa immagina. Ad esempio, basterà digitare “a blue elephant dancing in an orange room like a rolling stone with Wonder Woman” per ottenere alcuni esempi di cosa DALL-E è in grado di fare.

WHITEPAPER
Trasferire i processi in cloud è una scelta non più rimandabile: ecco perché
Cloud
Digital Transformation

Del resto, da un’azienda che ha raccolto finanziamenti sia da Elon Musk che da Microsoft, non ci si poteva aspettare di meglio.

OpenAI non è comunque l’unico competitor sul mercato degli algoritmi text-to-image: Google stessa ha annunciato di essere in procinto di rilasciare un servizio similare, mentre Meta è andata oltre, creando un algoritmo di text-to-video che è in grado di creare, per ora, brevi filmati. La società di Zuckerberg ha dichiarato di allenare la propria IA dandole in pasto immagini provenienti da tre database di immagini open source, oltre che alcuni set di dati video.

Anche in questo caso i risultati lasciano di stucco, almeno stando a quanto pubblicato da Meta stessa, dato che il servizio non è ancora disponibile pubblicamente.

Fake news e infowar: due facce della stessa medaglia

Se la maggioranza degli utenti potrà utilizzare DALL-E 2 per il proprio divertimento (e, perché no, anche per creare opere che possano avere un minimo senso artistico), qualcuno potrebbe approfittarne per creare immagini che possano arricchire fake news o, peggio, supportare le infowar.

Infatti, se in un primo momento OpenAI aveva annunciato che il proprio algoritmo non avrebbe mai generato i volti delle persone ritratte nelle immagini, da qualche tempo è tornata sui suoi passi, consentendo la creazione di veri e propri ritratti fotografici. Secondo gli sviluppatori, l’azienda sarebbe in grado di fronteggiare eventuali problemi connessi all’utilizzo di volti fotorealistici e inesistenti, ma, intanto, i risultati sono alquanto preoccupanti: infatti, a meno che non si notino alcune piccole imperfezioni di alcune parti del corpo (ad esempio, occhi di dimensioni differenti o unghie innaturali), i ritratti potrebbero essere attribuibili a persone realmente esistenti. Si potrebbero, quindi, creare falsi leader di opinione o, peggio, false vittime di un qualche regime (o presunto tale) solo per aizzare le folle a sovvertire l’ordine nazionale.

A proposito di rivolte e rivoluzioni, è anche possibile documentare falsamente attacchi reali alle nostre città: basta digitare “a civil war in Milan” per ottenere immagini come quella che segue.

La nostra privacy è a rischio?

Come s’è detto, OpenAI non è l’unica azienda a essersi mossa nel settore degli algoritmi text-to-images. Ad esempio, Stable Diffusion e Midjourney hanno da qualche tempo lanciato i propri sistemi di intelligenza artificiale e, al netto di quelli di Google e Meta, è presumibile che ne arriveranno altri. È ovvio che col passare del tempo una simile tecnologia sarà sempre più affinata e sempre più alla portata di tutti, tanto che è lecito chiedersi se, nel prossimo futuro, la nostra privacy possa essere a rischio.

Infatti, non è impossibile immaginare che, in una zona grigia priva di un intervento del legislatore (comunitario o nazionale che sia) qualcuno possa rubare l’identità di persone famose, ma anche di gente comune, solo per tenere condotte fraudolente in danno di terzi. Il furto di identità, quindi, diverrebbe ancor più invasivo della sfera personale.

Senza andare troppo lontano con l’immaginazione, basti pensare che già alcuni video cosiddetti “deepfake” hanno indotto in inganno più di una persona, pur “montando” solo il volto di un individuo più o meno famoso su un corpo in movimento. I vari App Store sono pieni di applicazioni che, con facilità, possono creare video deepfake.

Se gli algoritmi potranno essere allenati anche con altri dati, come, ad esempio, quelli delle movenze o delle espressioni tipiche di una determinata categoria di soggetti, si potrebbero creare dei perfetti cloni virtuali di un individuo, indistinguibili in tutto e per tutto dall’originale.

OpenAI e i suoi altri competitor giurano di aver inserito dei blocchi in modo da impedire agli utenti di generare opere che possano ritrarre persone realmente esistenti, ma qualche società più smaliziata potrebbe consentirlo, per non parlare di regimi totalitari che potrebbero realizzare simili tecnologie in autonomia, solo per alterare la percezione dei fatti da parte dell’opinione pubblica.

Intelligenza artificiale, perché gli artisti si sentono defraudati

Le intelligenze artificiali non sono poi così inclusive

Incredibile ma vero, gli algoritmi di intelligenza artificiale non riescono ancora a superare alcuni bias cognitivi e alcuni stereotipi di genere: un team di 25 ricercatori invitato da OpenAI a testare DALL-E 2, ha scoperto che, inserendo parole come “lawyer” e “CEO”, DALL-E ha creato immagini di soli uomini bianchi, mentre con “nurses” ha ritratto solo donne. Per il software di OpenAI sono donne anche le assistenti di volo, ma solo quelle asiatiche.

Il gruppo di studiosi ha concluso che DALL-E potrebbe essere utilizzato per molestie o bullismo, tanto da aver raccomandato ad OpenAI di non generare immagini fotorealistiche, raccomandazione che, come s’è detto, non è stata presa in considerazione.

Ma, alla fine, di chi è l’opera?

Gli algoritmi di text-to-image, se opportunamente sfruttati, possono produrre vere e proprie opere d’arte, cioè in grado di produrre quel turbamento d’animo che un prodotto dell’ingegno semplice non riesce a produrre. Proprio nel febbraio quest’anno l’US Copyright Office si è espresso sulla possibilità di accordare la protezione del diritto d’autore anche alle opere realizzate da un’intelligenza artificiale.

Nel caso di specie, l’opera “A Recent Entrance to Paradise”, facente parte di una serie di opere realizzate da un algoritmo che vuole similare un’esperienza di “quasi morte”, non è stata ritenuta dall’Ufficio meritevole di tutela, poiché manca l’intervento umano o, comunque, anche se questo può ravvisarsi nella descrizione dell’opera data in pasto all’AI, è del tutto marginale.

Questo però non può significare che le opere che nascono con l’aiuto della tecnologia non possano essere qualificate come artistiche: se l’intuizione e l’ingegno sono umani e l’autore s’è avvalso per la realizzazione dell’opera di strumenti tecnologici (stampa 3D, bracci robotici o l’AI stessa) potrebbe essere ritenuta tale, il tutto sta nel comprendere quale sia il gradiente di creatività dell’uomo rispetto all’intervento della macchina.

Tempo e diritto, due piani diversi

Com’è naturale, il legislatore interviene sempre (molto) dopo il verificarsi del fatto umano, e mai come in questo periodo storico lo sviluppo tecnologico (cioè il fatto umano stesso) è di gran lunga più veloce del diritto. Le intelligenze artificiali text-to-image ne sono l’esempio: gli aspetti analizzati nell’articolo sono solo la punta dell’iceberg delle problematiche che potranno emergere nei prossimi anni. Da avvocato, non posso che augurarmi un intervento tempestivo e di ampio respiro sul tema, magari nell’ambito del processo legislativo in seno all’Unione Europea in materia di intelligenza artificiale. Proprio il mese scorso è stato pubblicato il white paper per la proposta della Commissione al Parlamento di una direttiva che disciplini un quadro normativo per la responsabilità dell’IA, ma sul diritto d’autore nulla sembra muoversi ancora. Del resto, se per riconoscere alla fotografia il rango di opera dell’ingegno di carattere creativo s’è dovuto attendere fino al 1979, la strada potrebbe essere ancora lunga e irta di ostacoli.

WHITEPAPER
Banking, come creare valore con l’AI conversazionale
CIO
Finanza/Assicurazioni
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4