L'analisi

Immuni, i mali di un sistema sanitario disorganizzato

Asl e medici che non sanno come fare se il paziente ha Immuni. Tamponi che non arrivano a domicilio. Tutti mali collegati e che prescindono da Immuni: non c’è ancora un protocollo sanitario strutturato, digitale, per gestire al meglio casi e tamponi. E i risultati si vedono in questi giorni

11 Ott 2020
Sergio Pillon

Coordinatore della Trasformazione Digitale, ASL di Frosinone

gdpr sanità sperimentazione clinica

I mali dell’app Immuni, sperimentati da alcuni utenti in questo periodo, sono i mali del sistema sanitario nazionale che in questa fase non sta riuscendo a gestire in modo efficiente l’ondata di contatti a rischio e tamponi da fare.

Eppure la soluzione c’è ed è a portata di mano: un protocollo nativamente informatico, come sta facendo – tra pochissimi – la Regione Toscana. 

Invece quasi tutta l’Italia procede a mano, spesso a caso e per buona volontà di singoli operatori sanitari, singole Asl.

Se asl e medici non sanno come gestire Immuni

E i risultati si vedono. Il caos di questo momento me lo riportano i miei pazienti. Lo segnalano alle cronache, anche, come il politico Ferruccio Sansa che, dopo essere risultato positivo al virus, si è visto rispondere dall’asl ligure “Ha Immuni? Non sappiamo cosa farne”.

WHITEPAPER
Scopri come ottenere un’architettura dati innovativa per tutta l’enterprise

Non sapeva insomma che avrebbe dovuto assistere il paziente per il caricamento, sui server sanitari, di tutti i suoi codici temporanei rappresentativi del suo smartphone. Codici che avrebbero poi permesso di avvisare tutti gli utenti Immuni con cui quel paziente è stato a contatto a rischio.

Ricordiamo che sono notificate da Immuni le persone che si ritrovano quei codici (rappresentativi dello smartphone del paziente) nella memoria del proprio smartphone, a patto che l’algoritmo utilizzato rileva che il contatto è avvenuto per un tempo e una distanza sufficienti perché ci sia un rischio.

Ci sono diversi indizi che intorno alla gestione di Immuni, e non solo, l’Italia non sta applicando un protocollo strutturato.

  • Ci sono Asl, come abbiamo visto, che non sanno che fare; o perlomeno può capire che non lo sappia l’operatore sanitario con cui per caso l’utente è venuto a contatto.
  • Immuni dice, con la notifica, di contattare il medico, che però non sempre è informato del da farsi o persino può essere irreperibile per giorni. Che si fa in questo caso? Non è dato sapere.
  • Ci sono stati casi (lo riporta il tecnologo Francesco Paolicelli ad agosto, alle prese con un’asl pugliese) di utenti a cui l’asl non ha saputo dare corretti tempi di quarantena.

Eppure le linee guida del ministero della Salute ci sono, in caso di contatti a rischio (rilevati con Immuni o con il tracking manuale): quarantena di 14 giorni dal momento del contatto; tampone immediato in caso di sintomi e risultati che devono arrivare in 2-3 giorni. Questi sono tempi dettati dalle migliori evidenze internazionali su cosa è necessario fare per controllare l’epidemia.

Tamponi

Sappiamo che anche altri Paesi hanno difficoltà a fare abbastanza tamponi nei tempi giusti (Stati Uniti ci riescono solo nel 40 per cento dei casi). In Italia però, a differenza di altri Paesi europei, pesa anche l’assenza di un protocollo strutturato che si applichi su scala nazionale. Secondo alcuni, come la giurista Vitalba Azzolini, l’Italia aveva la facoltà costituzionale di imporre un protocollo a tutte le asl nell’emergenza pandemica, nonostante l’autonomia regionale in fatto di Sanità; ma per ora vi ha rinunciato.

L’assenza di protocollo, e il conseguente andare avanti per volontà individuale ed erratica di singole asl, operatori (con poche eccezioni regionali), si paga anche sul fronte tamponi.

In questi giorni il problema sta emergendo nelle cronache: l’Italia in questi sei mesi non si è dotata di sufficienti risorse per fare quello che dovrebbe. Ossia tamponi domiciliari tempestivi (invece che dopo alcuni giorni, come avviene ora).

A una mia paziente, con febbre a 38, il medico di famiglia ha consigliato di andare di persona in ospedale (violando la legge), per farsi un tampone; con l’auspicio così di averlo subito. Ma la paziente è stata rimandata indietro perché la struttura, romana, era sovraccarica.

Un protocollo informatico

Ci sono chilometri di code per fare tamponi, soprattutto nel Lazio. Ergo che il sistema domiciliare non funziona, per mancanze di risorse.

Ma un protocollo servirebbe anche a questo problema. Non solo ad assicurare che asl e medici sappiano cosa fare. Ma anche a efficientare l’uso dei tamponi e sapere con precisione di quanti operatori c’è bisogno per farli; pre-condizione per potere ottenere le risorse necessarie ad affrontare l’emergenza.

Ma se si va avanti in modo destrutturato non è possibile calcolare le proprie esigenze e attrezzarsi.

E un protocollo strutturato ora può essere solo un protocollo nativamente informatico. Sulla cui carenza, in Italia, lo stesso Istituto superiore della Sanità in questi mesi ha parlato a lungo. A vuoto, per ora, a quanto pare.

E l’aumento di notifiche, grazie a Immuni, che si somma al tracking manuale, mettere ancora di più alla prova un sistema che resta analogico e de-strutturato.

Possibile che nemmeno una pandemia basti per far lavorare la nostra Sanità, tutta, in modo digitale, ossia nel solo modo efficiente possibile (soprattutto in emergenza, quando le risorse vanno calcolate e gestite con precisione)? Vogliamo credere che non sia così e che anzi proprio questa pandemia sarà opportunità, positiva, per una svolta della nostra Sanità.

Il tempo per farlo è sempre più limitato.

WHITEPAPER
Conosci già i 9 esempi concreti di mobilità sostenibile presenti nel mondo?
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati