L'ANALISI

Sanità digitale, i 3 pilastri della process engineering

Come per Industria 4.0, anche per la Sanità 4.0 interconnessione e integrazione saranno strategici per generare flussi costanti di dati e informazioni coerenti. Ma serve un colpo di reni per mandare a segno i vari step. Solo così potrà generarsi la nuova catena del valore chiamata “salute”

18 Mag 2020
Fabrizio De Nicola

Direttore generale ARNAS "Garibaldi"

Valentina Russo

ARNAS "Garibaldi"

digital-health

Per gli operatori coinvolti, il pensiero che si possa tramutare in flusso di lavoro digitale ciò che allo stato attuale si svolge ancora attraverso il contatto umano e diretto con il paziente, rende arduo il cambiamento.

Anche i pazienti, nonostante l’utilizzo ormai diffuso di mail e social media come WhatsApp, fa fatica, e solo il 20% circa, prenota le proprie visite specialiste online, o comunica al medico gli eventuali dati raccolti a mezzo delle app gratuite, che via via si stanno sempre di più diffondendo su smartphone o smartwatch.

Stesso destino per i tantissimi dati già digitali e in possesso delle aziende sanitarie, come ad esempio quelli provenienti dalla diagnostica per immagini, o dalle analisi di laboratorio, che restano ancora inutilizzati per gli scopi più evolutivi preposti.  Tuttavia nel 2019 si sono registrati lievi incrementi di progetti pilota di Telesalute e Teleassistenza presso le aziende Sanitarie che più di altre sono state in grado di fare rete sul territorio.

Di fondo, quel che in Industria 4.0 ha rappresentato l’elemento di forza e di svolta per l’efficienza del sistema impresa, in Salute 4.0 assume dei connotati più complessi.

E allora come risolvere?

I 3 pilastri della Sanità 4.0

Le tre colonne portanti su cui si è fondato il principio della Sanità digitale, in perfetta analogia ad Industria 4.0, sono: i sensori capaci di monitorare costantemente il paziente, i Sistemi di connessione (i.e. IoT) veloci ed efficaci, che facilitano lo scambio massiccio di informazioni in tempo reale, e la capacità di conservare, recuperare ed elaborare grandi quantità di dati, nei cosiddetti (Big Data), ed è proprio questo uno dei tasti dolenti della questione, la gestione dei dati in Sanità ed il sempre più importante ruolo assunto della protezione e privacy delle informazioni che inevitabilmente ne sta limitando il suo più alto potenziale.

WHITEPAPER
IoT Platform: trasforma le promesse del 4.0 in realtà
IoT
Integrazione applicativa

Oggi tutto intorno a noi e su di noi, parla e ascolta: le strade, le automobili, gli oggetti, in un mondo in cui ci basta tenere in tasca uno smartphone o digitare una pagina internet per permettere ai colossi del web di sottrarci grandi quantitativi di dati. Ci turba ancora, un consenso mirato alla gestione integrata dei nostri dati sanitari, che invece potrebbe rappresentare l’anello vincente di una catena di fattori che interconnessi possono modificare il sistema sanitario da centralizzato e passivo a proattivo e distribuito sul territorio.

Un ambiente costantemente aggiornato ed informato sulle condizioni del paziente non solo può essere in grado di prevedere in anticipo possibili situazioni di emergenza, ma soprattutto è progettato per adottarne le dovute contromisure. Pensare in digitale vuol dire dematerializzare “cartelle cliniche”, sostituendole con algoritmi che estraggono dati paziente da banche dati ospedaliere (amministrazione, laboratorio, radiologia, servizi specialistici, prenotazioni, farmacia) rendendoli a disposizione del personale medico sanitario, aggregandoli secondo le esigenze del caso, e facendoli diventare un utile supporto strategico al processo decisionale del medico.

Verso una medicina su misura

Pensare digitale, è cucire addosso al paziente una medicina personalizzata che cura “la persona” ancora prima di curare la malattia, ne può più di prima umanizzare il percorso diagnostico terapeutico assistenziale. Volendo concretizzare quanto sino a questo momento descritto, la Re-ingegnerizzazione dei Processi in Sanità all’interno di un’azienda ospedaliera dovrebbe prevedere tre step fondamentali:

  • l’innovazione del modello gerarchico funzionale dell’attuale organizzazione, attraverso l’introduzione di team multidisciplinari trasversali per l’innovazione, composti da medici, project manager, ingegneri informatici e di processo, statistici, psicologi esperti in procurement innovativo e legali specializzati in protezione dei dati e della privacy.
  • La raccolta del dato, attraverso la definizione chirurgica del suo ambito, l’utilizzo di strumenti tecnologici di ultima generazione (data visualization, business intelligence, big data analysis), per la ricognizione in tempo reale, l’aggregazione, la pulitura, la correzione, l’estrazione, la sintetizzazione, l’interfaccia grafica, e la navigazione online.
  • Il Procurement per l’innovazione fondamentale per essere competitivi, ma allo stesso modo vissuto ancora dalle aziende sanitarie come un processo critico legato ad una complessità normativa che non ne restituisce in pieno tutti i reali benefici.

L’integrazione di strumenti, tecniche e competenze è sempre alla base dello sviluppo di un qual si voglia progetto, che come in questo caso, essendo innovativi non possono certamente contare su cicli vita predittivi e ben consolidati, ma devono comunque poter trovare luce tra i modelli a ciclo vita più adattivi, iterativi e più soggetti al cambiamento. Da qui il suggerimento di metodologie di gestione più “Agile” rispetto a metodi tradizionali.

Alla ricerca di best practice

Ogni processo assistenziale sanitario necessita di una elevata capacità interpretativa dei bisogni del paziente, della dovuta precisione clinica, dell’intelligenza emotiva ed affettiva, della presa in carico e della gestione dei rapporti con i parenti dell’assistito e di una ricerca continua di best practice.

Re-ingegnerizzazione come Ingegneria Sociale, partendo dall’elemento più semplice che nel percorso diagnostico terapeutico assistenziale abbiamo a disposizione, ovvero il rapporto medico/paziente, non tralasciando mai il principio per cui il comportamento umano è l’insieme delle interazioni che intercorrono tra la persona e l’ambiente circostante.

L’output di tali processi sarà costituito da dashboard multidisciplinari e report in cloud, dotati di una sempre più maggiore capacità di analisi e di profilazione dei pazienti, monitorati in continuo, con l’individuazione di diagnosi sempre più rapide e rapidi riscontri di eventuali situazioni anomale per l’attuazione di misure contenitive del caso. L’integrazione trasversale e non gerarchica di una buona rete informativa all’interno dell’azienda aiuterà sempre di più i sanitari ma anche le direzioni strategiche a ridurre tempi morti e a velocizzare le decisioni.

In altri termini così come per Industria 4.0 l’interconnessione e l’integrazione hanno rappresentato l’elemento centrale per la generazione di flussi costanti di dati ed informazioni consistenti e coerenti, anche per sanità 4.0 potrà generarsi la nuova catena del valore chiamata “Salute”.

White Paper - Smart Health: guida alle nuove frontiere digitali della sanità

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link