SPONSORED ARTICLE

Statistics for Data Analysis powered by SPSS, cos’è e come funziona: tutti i vantaggi per le aziende sanitarie

I dati supportano professionisti e aziende nel prendere decisioni in maniera oculata e strategica, puntando al miglioramento delle performance: per farlo, è necessario disporre di una soluzione di statistica per la data analysis come Statistics for Data Analysis powered by SPSS

19 Lug 2021
Cristina Carini e Laura Zerbini

Consulenti di Soluzioni Statistics for Data Analysis, powered by SPSS

SPSS

Implementare un approccio basato sulla data driven governance è una scelta lungimirante per migliorare le performance di aziende e professionisti del mondo sanitario, rendendo più efficienti i propri servizi e indirizzando in modo adeguato investimenti e decisioni: il software Statistics for Data Analysis powered by SPSS è stato realizzato con questi obiettivi. Si tratta di una soluzione di statistica per la data analysis utile per approfondire le informazioni di natura descrittiva e tecnica ricavate dai dati in proprio possesso, al fine di prendere le giuste decisioni in un’ottica di sviluppo. In particolare, gli ambiti professionali di intervento sono il settore sanitario, quello ambientale, socio-economico e turistico. Vediamo come funziona e quali sono le applicazioni.

Statistics for Data Analysis powered by SPSS: che cos’è

Statistics for Data Analysis è una soluzione di statistica per l’analisi dei dati, realizzata in Italia dalla società SPS, precedentemente conosciuta come SPSS Italia e sul mercato da oltre 25 anni, che racchiude tutto il panorama della statistica. Include tra le sue funzioni tutte le fasi dall’analisi dei dati strutturati e non, permettendo la loro trasformazione in informazioni che possono essere fruite tramite report finali.

Il software offre la possibilità di fare analisi descrittive e tecniche, partendo da dati grezzi, non lavorati, per poi importarli e renderli funzionali per conoscere la situazione nella propria azienda.

 

Statistics for Data Analysis powered by SPSS, a cosa serve

Le informazioni derivanti dai dati creano infatti consapevolezza sulle dinamiche della propria realtà e permettono di indirizzare le scelte aziendali in una direzione volta allo sviluppo, al miglioramento delle performance e al risparmio di costi. Un software di analisi come Statistics for Data Analysis serve dunque per prendere decisioni a prescindere dal settore di implementazione della soluzione: aiuta infatti a scegliere qual è la cura migliore a seconda della patologia di un paziente, per capire come nutrire meglio determinati campi agricoli, quali politiche attuare per contrastare la povertà. Una risorsa importante nel settore privato ma anche nel pubblico, sia per realtà grandi che più piccole come le PMI.

In particolare, le funzioni del software possono essere utili per:

Settore sanitario:

  • Valutare sperimentazioni scientifiche;
  • Esplorare le informazioni all’interno delle variabili;
  • Svolgere analisi approfondite come per esempio quella sulla sopravvivenza;
  • Scegliere il percorso terapeutico o il farmaco migliori per contrastare la patologia di un paziente.

Ambito Socio-economico:

  • Svolgere ricerche sugli andamenti economici di diversi settori produttivi o fasce di popolazione o aree geografiche;
  • Fare indagini statistiche basate su elaborazioni che provengono da indicatori economici e sociali;
  • Realizzare analisi predittive su determinati settori o ambiti.

Settore ambientale:

  • Monitoraggio ambientale, per esempio relativamente alla rilevazione dell’inquinamento,
  • Analisi con scopi gestionali, come l’organizzazione del servizio rifiuti in un territorio;
  • Analisi sui sistemi energetici;
  • Pianificazione dei trasporti e dei servizi;
  • Analisi dei dati sui parchi naturali per capirne le caratteristiche, anche in un’ottica di conservazione

Settore turistico

  • Condurre studi su dati provenienti da attività legate ai servizi turistici;
  • Individuare come le tendenze dei turisti sono diffuse in relazione al territorio;
  • Capire il target di turisti di una certa zona;
  • Comprendere quali sono i servizi più usati e cosa viene richiesto e manca, per investire o colmare lacune nell’offerta.

Come funziona Statistics for Data Analysis powered by SPSS

Statistics for Data Analysis automatizza i processi di analisi dei dati in modo da trasformarli in informazioni e fornire agli utenti report facilmente fruibili. La grande mole di dati a disposizione delle strutture, infatti, non sarebbe gestibile manualmente dagli operatori, considerando la quantità, le diverse forme sotto cui si presentano, talvolta non comprensibili, ma soprattutto la difficoltà di metterli in relazione tra loro e individuare pattern, tendenze e andamenti.

I dati infatti possono derivare da determinate anagrafiche, come quelle dei pazienti in ambito medico o provenienti dal territorio. Il dato è grezzo: il software li importa in qualunque tipo di formato si trovino, dai fogli di calcolo al testo in linguaggio naturale. Non c’è necessità di usare codici o linguaggi particolari, Statistics for Data Analysis powered by SPSS presenta funzionalità drag and drop e funziona anche con finestre di dialogo. In questo modo si può richiamare qualsiasi funzione tra cui la finestra di importazione del dato. Dopodiché, inizia la fase di analisi vera e propria che conduce alla realizzazione di un report.

 

I vantaggi di utilizzare il software di statistica

Statistics for Data Analysis powered by SPSS è utile per i professionisti, perché i servizi sono personalizzabili sulla base delle specifiche necessità dell’utente. Le caratteristiche vantaggiose del software di statistica per la data analysis sono:

  • Alto livello di personalizzazione del software, per indirizzare le analisi a seconda dell’ambito lavorativo. Ogni pacchetto di analisi è diviso in tre livelli, a seconda non solo del settore, ma anche delle competenze e delle analisi (i livelli sono entry, midi e pro). In fase di acquisizione, l’utente spiega quali dati ha a disposizione e sulla base di quelli riceve consigli anche sul livello di complessità delle analisi che gli possono essere utili.
  • Possibilità di attuare scelte strategiche, grazie alla comprensione dei dati che altrimenti sarebbe impossibile;
  • Semplicità nell’utilizzo: i processi sono facili da gestire e non è necessario rivolgersi a personale specializzato, in quanto chiunque lo può utilizzare. Per esempio, non è necessario conoscere e scrivere sintassi in linguaggi informatici complessi. È tuttavia utile anche a chi è esperto, perché implementa funzionalità complesse, includendo funzioni di statistica evoluta;
  • Flessibilità perché applicabile a tanti ambiti produttivi differenti e capace di rispondere alle esigenze di ogni settore e a trattate dati in forme diverse;
  • Scalabilità perché si parte da funzioni di base ma man mano che si cresce si può ampliare il bagaglio delle funzionalità statistiche.

Ecco alcuni dei vantaggi che si possono incontrare nei vari settori di applicazione:

  • In ambito sanitario, aiuta a individuare la cura migliore e a comprendere se un farmaco agisce prima di un altro, ma anche a rendere più efficaci le scelte terapeutiche e di conseguenza a sprecare meno risorse.
  • Nel settore socio- economico supporta l’imprenditoria attraverso la comprensione degli ambiti migliori in cui investire e quali aspetti invece richiedono tagli di budget, nell’ottica di risparmiare. Permette anche di capire quali sono i beni di consumo su cui puntare rispetto ad altri.
  • Riguardo all’ambito ambientale, permette attraverso l’analisi dei dati la pianificazione e il miglioramento dell’attività di gestione dei rifiuti e di servizi ai residenti, migliorando la relazione tra il cittadino e il territorio in cui vive. Inoltre, aiuta a ridurre l’inquinamento e a rendere più sano l’ambiente comprendendo quali sono le fonti principali nocive.
  • Nel settore turistico l’analisi dei dati permette di capire il target di riferimento e quali servizi o offerte predilige, migliorando i guadagni delle strutture ricettive e permettendo di attrarre turisti.

 

Gli strumenti operativi della soluzione fanno riferimento alle abilità e alle competenze necessarie per utilizzarla correttamente:

  • LaunchBox: la “porta di ingresso” all’utilizzo del software, con informazioni sempre aggiornate e funzioni innovative;
  • Add-On: funzioni aggiuntive che automatizzano le attività quotidiane di analisi;
  • Modulo Premium PScore: abilita la metodologia di analisi Propensity Score Matching, utile per esempio per le analisi su dati provenienti da cartelle cliniche;
  • App Statistics for Data Analysis: versione mobile della soluzione. Include tra le altre risorse anche il materiale della Video Academy, con utili tutorial.

Nonostante la semplicità di utilizzo della soluzione per l’analisi statistica, il team di SPS è pronto anche a fornire per esempio supporto all’utente in fase di installazione e attivazione del software. Un team di docenti con esperianza pluriennale è pronto a trasferire il proprio know how all’utente attraverso webinar live e a fornire suggerimenti attraverso la sezione Tips&Tricks. Inoltre, per i clienti è disponibile nell’area riservata un servizio di helpdesk personalizzato: si dà infatti all’utente la possibilità di fare domande a cui l’azienda potrà rispondere in maniera approfondita e strutturata, anche realizzando appositamente tutorial che guidano passo per passo il cliente nell’usufruire delle funzioni della soluzione. Tutto ciò perché SPS vuole essere per i clienti un partner tecnologico con cui avere una relazione continuativa nel tempo, fornendo assistenza e accompagnando i professionisti nel proprio percorso di trasformazione digitale.

 

L’articolo è parte di un progetto di comunicazione editoriale che Agendadigitale.eu sta sviluppando con il partner SPS

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3