Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

CANTIERE SCUOLA DIGITALE

Paolini: “Ecco i quattro temi del dibattito Cantiere Scuola Digitale 2017”

di Paolo Paolini, Fondazione Politecnico di Milano

28 Apr 2017

28 aprile 2017

Maggio 2017: la seconda edizione del Cantiere Scuola Digitale inizia i suoi lavori*.

L’edizione del 2016 del Cantiere ha visto svilupparsi un dibattito ricco di spunti che sono stati sintetizzati in un report finale (disponibile a chiunque voglia farne richiesta direttamente a ForumPA).

Inoltre si sono sviluppate iniziative di nuovo genere, tra le quali ci piace citare “PoliReading” una vera e propria agorà di discussione (gestita da HOC-LAB del Politecnico di Milano) in cui mensilmente vengono proposti articoli internazionali relativi al mondo della scuola, delle tecnologie e dell’innovazione pedagogica.

Più di 1700 iscritti (insegnanti, dirigenti, ricercatori e personale vario) hanno animato le discussioni (in ambiente collaborativo), relative ai vari temi proposti; si dimostra che il mondo della scuola sa e vuole affrontare anche temi generali che vanno al di là delle necessità (e delle difficoltà) quotidiane.

La esperienza di PoliReading ci stimola ad aprire il Cantiere 2017 ad una ampia platea aggiungendo alla discussione direttamente chi è impegnato sul campo nella “rivoluzione” che l’introduzione delle tecnologie a scuola comporta.

I temi generali del Cantiere 2017 sono:

  • Gli ambienti per l’apprendimento. Nuove modalità didattiche implicano una nuova concezione degli spazi e degli strumenti. Come adeguare gli ambienti alle esigenze di modalità didattiche innovative? (al di là della lezione trasmissiva frontale).
  • La formazione dei docenti, dei dirigenti e del personale. Si proseguirà la discussione già avviata nel 2016 invocando il coinvolgimento di vari attori (anche esterni al mondo della scuola, che a volte rischia di ripiegarsi su sé stesso13) per una formazione “aperta, modulare e continua”. Queste sembrano infatti le caratteristiche necessarie per affrontare le sfide dell’innovazione, che per definizione non può essere esaurita/distillata in un percorso chiuso.
  • La didattica delle competenze del XXI secolo. Come può la scuola effettivamente fornire le competenze necessarie allo sviluppo futuro degli allievi? Con quali forze e quali forme organizzative? È necessario aprire la scuola ai contributi esterni? (es. territorio, università, ricerca, aziende, …)
  • La “governance” della scuola. Gli attuali meccanismi decisionali della scuola (a livello di classe, istituto, regione, …) sono adatti ed efficaci nel favorire la innovazione? È necessario rivederli? E come?

Il Cantiere Scuola 2017 promette di fornire una stimolante discussione, di potenziale interesse per la scuola italiana: tutti possono contribuire per vincere questa sfida decisiva per il futuro del nostro paese.

*Il Cantiere è una iniziativa di Forum PA per favorire la innovazione nella scuola, sfruttando le possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Il Cantiere ha lo scopo di coinvolgere nella formulazione di proposte ed idee concrete una varietà di attori: le strutture ministeriali, i lavoratori della scuola (dirigenti, insegnanti, personale di supporto, …), ricercatori, aziende, università, … e chiunque si attivo e partecipi al mondo della scuola.

Articoli correlati