Piano d’Azione Digitale Ue, quale futuro per l’istruzione e la formazione | Agenda Digitale

l'approfodimento

Piano d’Azione Digitale Ue, quale futuro per l’istruzione e la formazione

Le tecnologie digitali possono migliorare flessibilità e creatività, contribuire a migliorare efficienza e risultati dell’apprendimento ma presenta anche notevoli problemi di ordine sociale. Vediamo in che modo la Ue vuole aiutare Stati membri e istituti di istruzione e formazione a gestirne opportunità e sfide

05 Nov 2020
Carmelina Maurizio

Università degli Studi di Torino


L’integrazione tecnologica a fini educativi è in ritardo in tutti gli Stati membri dell’Unione europea (UE). Permane il divario a livello di dotazione di infrastrutture e attrezzature digitali, e la disponibilità di competenze digitali.

Da queste premesse, ribadite ripetutamente in tutti i documenti ufficiali della Commissione, nasce il Piano d’Azione per l’Istruzione Digitale, che vuole promuovere misure volte ad aiutare gli Stati membri e gli istituti di istruzione e formazione a cogliere le opportunità e a raccogliere le sfide poste dall’era digitale.

Facciamo il punto sulla genesi e l’evoluzione delle iniziative europee per rendere l’istruzione e la formazione pronte per l’era digitale, tema sul quale la Commissione Europea ha organizzato un vertice europeo sull’istruzione, in programma il prossimo 10 dicembre 2020, durante il quale in un incontro virtuale, ministri e stakeholders porteranno avanti proposte e miglioramenti.

Lo spazio europeo dell’istruzione

Lo spazio europeo dell’istruzione si fonda su decenni di cooperazione in materia di istruzione a livello dell’Unione europea. Il quadro strategico per la cooperazione europea nei settori dell’istruzione e della formazione (ET 2020) ha contribuito a rafforzare la fiducia e la comprensione reciproca per sostenere le prime iniziative legate allo spazio europeo dell’istruzione. Vale la pena ricordare che lo spazio si articola in sei dimensioni – qualità, inclusione e parità di genere, transizioni verde e digitale, insegnanti, istruzione superiore e un’Europa più forte nel mondo – e si basa sul sostegno del Piano Europeo di Ripresa (NextGenerationEU) e sulle azioni del nuovo programma Erasmus +. Non solo, per concorrere alla creazione dello spazio europeo dell’istruzione, la Commissione Europea sta lavorando in sinergia con l’agenda europea per le competenze, la rinnovata politica in materia di istruzione e formazione professionale e lo Spazio europeo della ricerca.

Già nel 2017, i capi di Stato e di governo avevano discusso di istruzione e formazione al vertice sociale di Göteborg, guidati dalla comunicazione della Commissione che aveva confermato la sua visione di uno Spazio europeo dell’istruzione entro il 2025.

In tale contesto, il Piano d’azione per l’educazione digitale è considerato una pietra angolare degli sforzi della Commissione per sostenere la transizione digitale in Europa. Alla base si trova il primo Piano d’azione per l’educazione digitale adottato nel gennaio 2018, e per affrontare le nuove sfide, che il nuovo Piano dovrà raccogliere.

Cos’è il Piano d’Azione Digitale

Occorre considerare il ruolo che la Commissione attribuisce all’istruzione nell’era digitale, proprio per la costante e continua trasformazione digitale dell’Europa, attraverso lo sviluppo di tecnologie emergenti, come l’intelligenza artificiale (IA) e il cloud computing.

La digitalizzazione comporta molte nuove opportunità, ma presenta anche notevoli sfide sociali, le tecnologie digitali possono migliorare la flessibilità e la creatività, contribuire a migliorare l’efficienza e i risultati dell’apprendimento; tuttavia fenomeni come la disinformazione rischiano di minare le società aperte e democratiche e di emarginare ulteriormente i gruppi vulnerabili.

Il piano d’azione prevede 11 azioni nell’ambito di tre priorità:

WEBINAR
WEBINAR - L’evoluzione verso il cloud ibrido: lo scenario di adozione e perché conviene
Digital Transformation
Software

Priorità 1

  • Azione 1 – Connettività nelle scuole
  • Azione 2 – SELFIE, strumento di auto-riflessione e programma di mentoring per gli istituti scolastici
  • Azione 3 – Qualifiche firmate elettronicamente

Priorità 2: promuovere lo sviluppo delle competenze e delle abilità digitali

  • Azione 4 – Polo per l’istruzione superiore
  • Azione 5 – Competenze in materia di scienza aperta
  • Azione 6 – Settimana europea della programmazione nelle scuole
  • Azione 7 – Cyber sicurezza nell’istruzione
  • Azione 8 – Formazione in materia di competenze digitali e imprenditoriali delle ragazze

Priorità 3: migliorare l’istruzione mediante un’analisi dei dati e una previsione migliori

  • Azione 9 – Studi sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nel settore dell’istruzione
  • Azione 10 – Intelligenza artificiale (IA) e analisi
  • Azione 11 – Prospettive strategiche

Azioni collaterali

Nel cammino verso la creazione e il consolidamento del Piano Digitale numerose sono le iniziative che vanno segnalate sia per la loro portata innovativa, sia perché hanno coinvolto e intendono ancor più coinvolgere, soprattutto giovani europei in percorsi che hanno in comune la promozione delle competenze digitali.

  • DigiEduHack: si tratta di una serie di meeting internazionali, tra cui 27 online, 3 off line e 5 in modalità blended, che si svolgeranno in centri di tutto il mondo, da Amsterdam a Torino, dalla Nigeria allo Sri Lanka, dal Messico all’Argentina, che avranno al centro temi come il cambiamento climatico, la pedagogia digitale, le pandemie e l’inclusione sociale e culturale e molto altro. Gli eventi si svolgeranno il 12 e il 13 novembre 2020
  • Safer Internet Day – SID: si volgerà a febbraio 2021, organizzato dalla rete comune Insafe-INHOPE, con il sostegno della Commissione europea, con il finanziamento del programma Connecting Europe Facility (CEF), sulla “Strategia europea per un Internet migliore per i bambini” della CE
  • European Institute of Innovation and Technology: l’IET contribuisce a combattere la sottorappresentazione delle donne nell’imprenditorialità, nella leadership economica e nel settore tecnologico, che rimane un problema significativo e riconosciuto a livello mondiale. Nel corso del 2019, oltre 1 600 giovani donne di età compresa tra i 12 e i 18 anni hanno partecipato a workshop dedicati alla leadership ispiratrice o a workshop di competenze digitali e imprenditoriali organizzati nei seguenti paesi: Albania, Bulgaria, Croazia, Cipro, Georgia, Grecia, Italia, Lituania, Malta, Montenegro, Macedonia settentrionale, Romania, Serbia e Turchia. Le valutazioni condotte al termine di ciascuna delle tre fasi del progetto, che si sono svolte nel corso del 2019, dimostrano che la maggior parte delle giovani donne partecipanti al progetto ha avuto un’esperienza positiva e di successo. In linea con gli obiettivi fissati per il progetto, le partecipanti hanno aumentato il loro interesse per l’imprenditorialità e il lavoro nel settore tecnologico, e ora hanno una migliore comprensione di ciò che questo significa.
  • Settimana Europea della Programmazione: si svolge per due settimane nel mese di ottobre, quest’anno interamente online (in corso fino al 25) con un programma (che è possibile visitare al sito https://codeweek.eu/featured-activities ) che esplora il coding a 360 gradi, coinvolgendo bambini, ragazzi, insegnanti e chiunque voglia saperne di più. La partecipazione è gratuita e le iniziative sono in più lingue. È anche possibile usare il filtro target per scegliere eventi ad hoc, in particolare per le scuole.
  • SELFIE: si tratta di uno strumento gratuito per aiutare le scuole a valutare la propria situazione in relazione all’apprendimento digitale e capire se stanno utilizzando al megliole tecnologie digitali per la didattica e l’apprendimento. Ci si può iscrivere e ricevere gratuitamente numerose risorse.

________________________________________________________________________

Reference e link di interesse

https://ec.europa.eu/education/sites/education/files/document-library-docs/deap-factsheet-sept2020_en.pdf si tratta di un’infografica che evidenzia tutti i passi previsti per la realizzazione del Digital Education Plan 2021 – 2027 (in inglese)

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:52018DC0268&from=EN comunicazione della Commissione al parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni Costruire un’Europa più forte: il ruolo delle politiche in materia di gioventù, istruzione e cultura, 2018

https://ec.europa.eu/education/education-in-the-eu/european-education-area_it portale (in italiano) del Piano d’Azione Digitale

https://ec.europa.eu/education/policies/european-policy-cooperation/et2020-framework_it portale del Quadro ET2020

https://codeweek.eu/school portale della Settimana del coding

https://digieduhack.com/en/ portale di Digital Education Hackathon

https://ec.europa.eu/education/schools-go-digital_it portale di SELFIE

https://www.saferinternetday.org/ portale delle organizzazioni che si occupano del Safer Internet Day

https://eit.europa.eu/ portale dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT)

WHITEPAPER
Strumenti e strategie per affrontare al meglio le sfide del prossimo futuro
Cloud
Digital Transformation

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4