scuola digitale

Recovery Fund e formazione digitale dei docenti: perché in gioco è il futuro dei ragazzi

Usare il Recovery Fund solo per nuovi strumenti, attrezzature e ambienti e non per una adeguata formazione di docenti e personale amministrativo – che rappresentano i tasselli di fondo della digitalizzazione nell’agire didattico – non sarebbe altro che uno sfregio al futuro dei ragazzi. Ecco perché

21 Ott 2020
Annalisa Buffardi

Ricercatrice, Indire - Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa

DaD-Didattica a Distanza

Le risorse del Recovery Fund e il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza puntano fortemente verso la digitalizzazione della scuola. Ma l’esperienza di decenni di programmi e finanziamenti per la digitalizzazione della scuola – e del Paese – ha reso evidente che strumenti, attrezzature e infrastrutture da sole non bastano a modificare routine tradizionali e consolidate.

La visione pedagogica e la consapevolezza metodologica rappresentano i tasselli di fondo della digitalizzazione nell’agire didattico. E costituiscono un passaggio obbligato per evitare, come già accaduto, che innovativi laboratori scolastici restino deserti e si traducano in ingenti sperperi di denaro pubblico e in occasioni perse.

Ambienti partecipativi e digitalizzazione dei sistemi informativi

Per il sistema scolastico, si torna a parlare di Digital Labs, di nuovi arredi, strumentazioni e spazi che possano dare forma ad ambienti partecipativi per promuovere le competenze – digitali e non solo – degli studenti. L’altro grande tema coinvolge tutta la PA. La digitalizzazione dei sistemi informativi, delle banche dati e delle strutture amministrative della scuola rientra in un più ampio piano che, da decenni, promette di migliorare la comunicazione pubblica tra istituzioni e cittadini, agevolando l’erogazione dei servizi e la circolazione delle informazioni. Un segmento fondamentale che nella scuola è indirizzato a una platea ampia ed eterogenea di utenti, cittadini, genitori, docenti e studenti.

WEBINAR
25 Ottobre 2022 - 12:00
Industria 4.0: approfitta dei benefici senza disperdere risorse e investimenti!
Acquisti/Procurement
Automotive

Formazione e competenze di docenti e personale scolastico

Su questi piani, l’ulteriore questione nelle prospettive per la Ripresa è quello della formazione, dei docenti e del personale. La sua trasversalità incrocia il rinnovo degli ambienti fisici e digitali e viene opportunamente e nuovamente posta come centrale, nell’ottica del rilancio del sistema scolastico.

Le competenze digitali, ai diversi livelli, rappresentano uno dei primi tasselli su cui si realizza la piena operatività dei sistemi digitali, sia sul versante tecnico e culturale che coinvolge anche il personale amministrativo, sia su quello metodologico che investe in particolare i docenti.

Entrambi fondamentali per non disperdere le risorse del Recovery Fund, che – secondo quanto annunciato, contraddetto e poi confuso con gli annunci di stop ai negoziati – rappresenterebbero una delle più ingenti somme messe a disposizione del Paese per la ripresa. Costituirebbero cioè – accordi permettendo – una delle più significative opportunità da cogliere per migliorare il livello di vita dei cittadini e promuovere la crescita.

E come sempre quando si parla di scuola, la migliore qualità della vita, la crescita equa e la semplificazione – per non dire la capacità di ripresa e di resilienza – coinvolgono le pratiche quotidiane del presente e il disegno della società futura.

La formazione dei docenti non può esprimersi nell’implementazione di complesse piattaforme informatiche e burocratiche che si traducono in sostanziose e sostanziali perdite di tempo per gli stessi docenti. L’incognita, nell’alternarsi di round negoziali che rischiano di tagliare proprio parte dei fondi destinati alla ricerca e all’innovazione, è che si continui a pensare nella prospettiva della Next generation senza guardare al futuro, ai giovani, alla scuola.

Che gli obiettivi siano definiti su fondi residuali. E, in tutte le ipotesi, che la pianificazione temporale delle azioni non tenga conto delle effettive necessità di programmazione delle attività di formazione.

Se tutto va bene, i primi finanziamenti non arriveranno prima del prossimo giugno. L’agenda delle attività avrà bisogno di essere cadenzata secondo ritmi adeguati per non ridurre i percorsi formativi all’assolvimento di click burocratici.

Stesso discorso per quel che riguarda la formazione del personale amministrativo. Come ben sa qualsiasi cittadino alle prese con l’uso dei servizi dell’amministrazione digitale, banche dati e piattaforme informatizzate da sole non danno forma ad alcuna relazione semplificata e partecipata, e talvolta generano un improduttivo rimbalzo tra necessità di accesso fisico e digitale ai servizi e agli ambienti. “Dietro i bit si nascondono persone”, scriveva Pierre Levy. La PA digitale è tra gli esempi più evidenti di come la relazione costruita nei bit sia espressione dell’agire umano.

La gestione dei servizi digitali, in quanto responsabilità di chi lavora nei servizi pubblici, nella scuola e in tutti gli altri settori, può tradurre la nuova modalità in una opportunità oppure in una moltiplicazione di passaggi inutilmente farraginosi per gli utenti. Accompagnare il personale amministrativo verso una sempre maggiore consapevolezza digitale è un dovere imprescindibile per non ribaltare indiscriminatamente le responsabilità di ritardi e contraddizioni digitali su chi lavora per il pubblico. Ma anche la più adeguata azione di formazione da sola non è sufficiente. La moltiplicazione delle piattaforme e delle banche dati tra cui il personale amministrativo scolastico acrobaticamente deve destreggiarsi per trasferire e ritrovare le medesime informazioni è espressione di una complessità del digitale che rischia nella pratica quotidiana di oscurarne i vantaggi.

Conclusioni

Il valzer dei negoziati per il Recovery Fund è in corso. I tempi per disporre dei finanziamenti sono ancora relativamente lunghi. La portata della sfida per pianificare la ripresa è evidente. Sono chiare le opportunità che la via della digitalizzazione ancora può aprire, così come sono evidenti errori e ritardi fin qui accumulati.

C’è l’auspicio, quindi, di poter disporre di un tempo sufficiente per pianificare la ripresa secondo solide basi, entro le linee guida e gli obiettivi delineati. Nella più generale speranza di non veder penalizzato – anche e non solo a livello finanziario – proprio il cuore della Next Generation, l’aspettativa resta quella di poter disporre di nuovi strumenti, attrezzature e ambienti, finanche innovativi Digital Labs scolastici – popolati di persone “formate” e pronte a renderli vivi.

Bibliografia

Bennet, W. L. e Segerberg, A. (2012), «The logic of Connective Action», Information, Communication & Society, 15 (5), pp. 739-768

Buffardi, Annalisa e de Kerckhove, Derrick, (2013), «Education Overload, Nuove sfide per l’apprendimento», in Savonardo, Lello (a cura di), Bit Generation. Culture giovanili, creatività, social media, Milano, FrancoAngeli, pp. 85-99.

Heinonen, Pekka (2017) «Government as a Source of Public Value», Government with the People: A new Formula for Creating Public Value. White Paper Global Agenda Council on the Future of the Government, World Economic Forum, pp. 4-6.

Levy, P. (1998). Cybercultura. Gli usi sociali delle nuove tecnologie Milano, Feltrinelli

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati