sicurezza informatica

La data protection che verrà: buoni propositi per il 2020

Tra i buoni propositi per il nuovo anno, anche quello di diffondere una maggiore consapevolezza dell’importanza dei nostri dati personali. Ecco allora un decalogo per migliorare la data protection

15 Gen 2020
Nicola Manzi

Consulente Direzionale, Compliance, DPO

Alcuni diritti riservati a dalbera

Anche nell’anno domini 2020 sembra non passi giorno senza la notizia di un attacco informatico o di violazione di dati personali.

Così, tra la notizia di alcuni utenti di NoiPA a rischio tredicesima causa phishing e l’annuncio della violazione del sistema di autenticazione a due fattori da parte di alcuni hacker cinesi, mi ritrovo, come ogni anno, a fare bilanci e buoni propositi per il 2020 abbandonando il più volte fallito obiettivo di andare in palestra per costruirmi un fisico da far impallidire gli Avengers e concentrandomi invece su qualcosa di più facilmente ottenibile: la diffusione di una cultura consapevole di data protection.

Quante cose sono cambiate in 15 anni

Prima, però, un po’ di storia.

Quindici anni fa entravo per la prima volta in un’azienda come docente per un corso di alfabetizzazione informatica.

Erano anni in cui, seppur le connessioni internet fossero già diffuse in maniera capillare, non si parlava ancora di social network né di GDPR e, a ben pensare, i problemi di sicurezza informatica sembravano interessare per lo più governi e grandi aziende.

WHITEPAPER
Perché impostare una strategia di manutenzione dei server?
Datacenter
Sicurezza

Io, poco più che ventenne, avevo l’arduo compito di insegnare i rudimenti dell’utilizzo di un PC ad una platea costituita da operai ultraquarantenni che non avevano mai acceso un computer.

Quegli uomini avevano, però, un forte desiderio di imparare, condizionato più che dalle sfide della digitalizzazione, dalla volontà di instaurare un legame con i propri figli attraverso un linguaggio riservato per lo più ai giovani.

La loro consapevole ignoranza tecnologica si accompagnava, infine, ad una naturale diffidenza verso l’innovazione; cosa che li poneva al riparo da qualunque tipo di virus, furto di credenziali ecc.

Diciamoci la verità: mai nessuno di loro avrebbe messo la propria carta di credito in pasto ad un computer né avrebbe sentito l’esigenza di avere un account!

L’alfabetizzazione digitale ai giorni nostri

La società attuale è profondamente cambiata e le ultime recentissime docenze da me tenute di “alfabetizzazione digitale” nonché di “sicurezza della navigazione”, si sono svolte di fronte ad un pubblico abituato ormai ad usare quotidianamente (e non solo per lavoro) una pluralità di strumenti informatici.

Questa dimestichezza, però, non deve ingannare il lettore e far pensare che i discenti di oggi avendo una maggiore frequenza di utilizzo, siano più attenti ai rischi di questo mondo interconnesso.

La diffusione capillare di computer, tablet, smartphone, smart Tv, home assistant ecc, infatti, non si è tradotta in una constatazione del valore della sicurezza dei propri dati personali (non è un caso se la domanda che più spesso mi si rivolge è “Perché un hacker dovrebbe attaccare proprio me?”)

Il mondo del business, poi, non può certo dormire sogni sicuri e sereni. Nel mondo delle PMI e degli Enti locali (di piccole dimensioni), rintracciamo pressappoco la medesima anomalia: se da un lato i danni subiti a causa di attacchi, guasti e rotture comportano per le tasche degli imprenditori costi sempre più elevati, dall’altro lato gli investimenti nel miglioramento o nel rinnovamento delle infrastrutture informatiche risultano essere ancora piuttosto scarsi.

Se infine paragoniamo la spesa delle PMI sulla cyber security con gli ingenti sforzi economici che al contrario stanno sostenendo le aziende più grandi e strutturate, sembra inutile sottolineare come il gap digitale e tecnologico fra piccole e grandi aziende si tradurrà in un ancora più evidente divario competitivo.

Un decalogo per la data protection

Sperando, quindi, di offrire qualche buon suggerimento per tutti passerò ad elencare i miei buoni propositi di data protection per il nuovo anno:

Prometto che nel 2020:

  1. Tratterò tutte le mail e le pec ricevute con precauzione evitando di cliccare in maniera impulsiva su link e/o allegati ricevuti
  2. Visiterò settimanalmente il sito cert-pa alla ricerca di nuove tipologie di attacco e suggerimenti per prevenirlo o disinnescarlo
  3. Mi doterò di un software di password management (es. lastpass, 1 password) e mi impegnerò ad utilizzare una password diversa per ogni servizio che attivo e a cambiarla regolarmente
  4. Mensilmente verificherò i miei indirizzi email sul sito haveibeenpwnd per sapere se i miei dati personali sono stati compromessi
  5. Attiverò procedure di backup in locale ed in cloud allo scopo di non perdere alcuna informazione
  6. Proteggerò tutte le informazioni che ritengo importanti, crittografandole
  7. Studierò, leggerò, mi informerò il più possibile e condividerò quello che ho imparato
  8. Cercherò di accordare per impostazione predefinita e di default procedure per la protezione dei dati personali e contemporaneamente informerò i miei clienti, dipendenti e fornitori in maniera trasparente di quello che accade alle loro informazioni
  9. Farò verificare i miei sistemi alla ricerca di falle di sicurezza, sostituirò l’hardware obsoleto e aggiornerò tutti i software all’ultima release disponibile
  10. Come Dpo, infine, monitorerò, consiglierò e sensibilizzerò gli enti che mi onoro di rappresentare ricordando loro che una violazione di sicurezza che comporta – accidentalmente o in modo illecito – la distruzione, la perdita, la modifica, la divulgazione non autorizzata o l’accesso ai dati personali trasmessi, conservati o comunque trattati può far scattare gli obblighi di notifica all’Autorità garante per la protezione dei dati personali come da art 33 del GDPR.

E a chi dovesse obiettare che sono cose normalissime, risponderò che nel mondo attuale nel quale anche i supereroi manifestano le proprie fragilità e debolezze umane (sbancando i botteghini e vincendo premi prestigiosi), per diffondere la cultura della data protection non c’è bisogno di Batman ma di persone formate e consapevoli.

Auguri di buon anno!

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati