#cosedagarante

Dark Pattern, Scorza: “Una delle minacce più pericolose per la privacy”

Dark Pattern, Scorza: “Linee guida EDPB un faro su una delle minacce più pericolose per la privacy”

Nelle Linee guida EDPB del 14 marzo del 2022 vengono classificate e descritte le principali forme di dark pattern: dall’eccesso informativo (overloading) agli espedienti volti a non far prestare attenzione ad aspetti importanti (skipping). Ecco perché sono di fondamentale importanza

31 Mar 2022
Guido Scorza

Autorità Garante Privacy

Lo European Data Protection Board ha pubblicato le Linee guida sui “Dark pattern”, interfacce e user experience studiate ad arte per indurre gli utenti a scelte poco trasparenti e poco libere, anche in fatto di privacy.

Nelle Linee guida del 14 marzo del 2022 vengono classificate e descritte le principali forme di dark pattern: dall’eccesso informativo (overloading) agli espedienti volti a non far prestare attenzione ad aspetti importanti (skipping).

Le Linee guida chiariscono che i dark pattern sono incompatibili con numerosi principi e disposizioni del GDPR, da quelli di trasparenza e correttezza alle previsioni in materia di informative e consenso al trattamento dei dati personali, prevedendo inoltre raccomandazioni specifiche per la progettazione di interfacce utente volte a semplificare l’effettiva attuazione del GDPR.

Le Linee guida, insomma, accendono un faro su una delle minacce più pericolose per la privacy online.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4