garante privacy

Faggioli: “Nessun differimento applicazione sanzioni GDPR”

20 Apr 2018
Gabriele Faggioli

CEO Gruppo Digital360


A differenza della mia lettura, che risulta quindi erronea, del provvedimento del 22 febbraio riportata su agendadigitale.eu, il Garante Privacy ha dichiarato di non essersi pronunciato sul differimento delle funzioni ispettive e sanzionatorie.

Se da una parte dispiace aver diffuso un’interpretazione del provvedimento senza prima un confronto con l’Autorità, dall’altra il clamore suscitato e l’immediata precisazione del Garante confermano l’attenzione e la sensibilità nei confronti di una materia così importante per le aziende e il sistema Paese.

WEBINAR - 3 NOVEMBRE
CISO as a Service: perché la tua azienda ha bisogno di un esperto di Cyber Security?
Sicurezza
Cybersecurity

Insomma, nessun rinvio: questa volta il Paese dovrà trovarsi preparato, tutto, alla scadenza del 25 maggio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati