il provvedimento del Garante

Google Analytics, fine di un’epoca? Cosa accadrà, con la rivoluzione privacy

Profilazione selvaggia e passaggio diretto di dati da Google alla NSA vedono una battuta d’arresto: il fenomeno ormai è noto e le autorità nazionali europee iniziano a prenderne – correttamente – atto. Anche il Garante italiano si allinea alle decisioni di Austria e Francia. Una questione, anche, di geopolitica

24 Giu 2022
Massimo Borgobello

Avvocato a Udine, co-founder dello Studio Legale Associato BCBLaw, PHD e DPO Certificato 11697:2017

new_Google_Analytics_1920

Non è lecito usare Google Analytics senza rispettare le regole del GDPR, perché si effettua un trasferimento di dati negli Usa, dove la normativa sul trattamento dei dati personali non tutela adeguatamente il cittadino: questo il senso del provvedimento del Garante.

Google Analytics “illegale” secondo il Garante Privacy: e ora?

L’istruttoria, il provvedimento e le motivazioni

Google Analytics era già sotto la lente d’ingrandimento di altre autorità garanti europee: anche il Garante italiano ha avviato istruttorie, sulla base di alcuni reclami presentati proprio contro l’utilizzo di questo strumento di marketing.

WHITEPAPER
PREDICTIVE ANALYSIS: perché la manutenzione degli impianti è cambiata. Per sempre.
Intelligenza Artificiale
IoT

L’istruttoria del Garante italiano ha permesso di accertare che i gestori dei siti web che impiegano Google Analytics raccolgono numerose informazioni attraverso i cookies di navigazione: registrano, in altri termini, le interazioni di un soggetto con siti, singole pagine e servizi offerti al pubblico.

La profilazione sul web, d’altra parte, è la base del marketing e del remarketing online: la profilazione, quindi, fa parte del gioco.

I dati raccolti tramite questi cookies sono considerati dati personali: ad esempio, indirizzo IP del dispositivo, informazioni relative al browser utilizzato (ad esempio Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge solo per citare i più noti).

Tramite Google Analytics l’utente viene anche profilato sulla base del sistema operativo del device che utilizza, della risoluzione dello schermo, della lingua che seleziona e di data bed ora di visita al sito internet.

Il Garante per il Trattamento dei dati personali ha verificato, nel procedimento aperto contro la società Caffeina S.r.l., che i dati raccolti tramite i cookies di profilazione e filtrate attraverso il tool di Google che tutte queste informazioni vengono trasferite negli Stati Uniti senza le garanzie previste dalla normativa europea sul trattamento dei dati.

In particolare, nel comunicato stampa del 23 giugno 2022, “Il Garante ha evidenziato, in particolare, la possibilità, per le Autorità governative e le agenzie di intelligence statunitensi, di accedere ai dati personali trasferiti senza le dovute garanzie, rilevando al riguardo che, alla luce delle indicazioni fornite dall’EDPB (Raccomandazione n. 1/2020 del 18 giugno 2021), le misure che integrano gli strumenti di trasferimento adottate da Google non garantiscono, allo stato, un livello adeguato di protezione dei dati personali degli utenti”.

In conclusione: ogni sito che utilizza Google Analytics consente, attraverso passaggi successivi, alle agenzie governative statunitensi l’accesso ai dati egli utenti che ha raccolto tramite i cookies.

Il Garante ha quindi “ammonito” la Caffeina S.r.l., imponendole di adeguarsi alla normativa europea entro il termine di 90 giorni, ed invitando tutti gli altri gestori web a fare altrettanto.

Google Analytics, PA fuori legge? Niente panico: ecco cosa sta succedendo

Il precedente austriaco

Il provvedimento del Garante italiano non è il primo: già il 22 dicembre 2022 il Garante austriaco aveva stabilito che il trasferimento dei dati personali negli Stati Uniti da parte di Google avveniva in violazione dell’articolo 44 del regolamento UE 16/679 (GDPR).

La decisione era stata presa sulla base dell’sposto e delle indagini effettuate dall’Associazione NOYB, capeggiata dal noto attivista Maximilian Schrems.

In pratica, il Garante per il Trattamento dei dati personali italiano è giunto alle stesse conclusioni di quello austriaco, che si è basato, a sua volta, sulle indagini dei Robin Hood della rete globale.

E ora, che fare?

Le alternative per i gestori di siti web sono, essenzialmente, due: disabilitare Google Analytics e scegliere un altro tool, oppure assicurarsi che i dati raccolti tramite la profilazione che effettuano siano adeguatamente anonimizzati.

La prima scelta è quella – almeno apparentemente – più economica e sicura, anche in relazione al termine di 90 giorni dato dal Garante per la messa a norma (termine che vale per la Caffeina S.r.l., ma che andrebbe tenuto a mente da tutti gli operatori).

Ai sensi dell’articolo 28 del Regolamento UE 16/679, il titolare del trattamento – nel caso che ci occupa, il proprietario del sito web – deve individuare i responsabili del trattamento per suo conto tra soggetti “che presentino garanzie sufficienti per mettere in atto misure tecniche e organizzative adeguate in modo tale che il trattamento soddisfi i requisiti del presente regolamento e garantisca la tutela dei diritti dell’interessato”.

L’interessato è l’utente del sito, e soggetti che abbiano caratteristiche compliant con la normativa europea dovrebbero essere, quindi, soggetti che operano nello spazio comune europeo, seguendone le normative.

L’alternativa è trovare il modo di anonimizzare totalmente l’indirizzo IP dell’utente e di pseudonomizzarlo (slegarlo cioè dagli altri dati dell’utente raccolti tramite cookies): più facile a dirsi che a farsi.

Google Analytics e trasferimento dati extra UE: come adeguarsi alle pronunce delle Autorità austriaca e francese

Conclusioni

Profilazione selvaggia e passaggio diretto di dati da Google alla NSA vedono una battuta d’arresto: il fenomeno ormai è noto e le autorità nazionali europee iniziano a prenderne – correttamente – atto.

La questione riguarda sia la macroeconomia del mercato dei dati personali, sia la geopolitica della profilazione.

Da un lato c’è l’interesse delle aziende che operano sul web a utilizzare strumenti economici e user friendly per essere più efficaci nel marketing in rete, sempre più costoso così come sempre più proficuo.

Dall’altra la geopolitica dei dati: pensate – per fare un esempio attuale – al soldato russo che combatte sul fronte ucraino e accede a siti che impiegano Google Analytics.

Se i dati sono il petrolio del nuovo millennio, dovremmo anche ricordare quante guerre si sono combattute nel 1900 per il petrolio.

E anche se ormai la questione “dati personali” è entrata nell’immaginario collettivo in modo più impattante rispetto al primo decennio del 2000, possiamo dire che siamo solo all’inizio.

INFOGRAFICA
Industry 5.0, guida per CFO: come valorizzare i dati di produzione
Big Data
Manifatturiero/Produzione
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Analisi
PA
Salute digitale
News
Fondi
Formazione
Ecologia
Digital Economy
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4