il progetto The Follower

Videosorvegliati ovunque: ecco com’è facile spiarci

Diversi siti danno la possibilità a chiunque di connettersi live alle videocamere disseminate in tutto il mondo. Da EarthCam, Skyline Webcams, da Meteoindiretta e YouTube, è possibile sbirciare senza essere visti. Un artista belga ci dimostra quanto è facile aggirare i regolamenti che dovrebbero proteggerci dagli abusi

02 Nov 2022
Lorenza Saettone

Filosofa specializzata in Epistemologia e Cognitivismo, PhD Student in Robotics and Intelligent Machines for Healthcare and Wellness of Persons

the follower

Chi è Dries Depoorter e cos’è il progetto The Follower? Attraverso un programma di Artificial Intelligence scritto dallo stesso artista belga, sono state confrontate le immagini condivise su Instagram dagli stessi user con le riprese open delle telecamere disseminate in tutto il mondo. Il risultato fa molto riflettere: accanto agli scatti privati, Depoorter ha allegato l’esatto momento in cui anche la videocamera riprendeva l’utente coinvolto nella foto personale. Cosa vuol dire tutto questo? Siamo sicuri che i regolamenti relativi ai dati siano sufficienti a tutelare gli abusi di queste tecnologie di sorveglianza? Sembra di no.

I pericoli della videosorveglianza denunciati da The Follower

L’artista belga, Dries Depoorter, si è già distinto in passato per altri interventi artistici nei quali l’obiettivo era sempre quello di condurre la società civile alla riflessione intorno ai pericoli delle tecnologie “intelligenti” e dei social network. Il suo lavoro può identificarsi con il movimento situazionista, che prevede l’utilizzo delle tecnologie nelle opere d’arte al fine di criticarla. In questo caso, con The Follower, Depoorter ha voluto porre l’attenzione sulle telecamere di videosorveglianza disseminate nei luoghi pubblici e sui pericoli a cui siamo costantemente esposti.

WHITEPAPER
DATI: come PROTEGGERLI e mantenerli CONFORMI alle regole? Scarica la Guida
Sicurezza dei dati
Database

Esistono, infatti, diversi siti che danno la possibilità a chiunque di accedere alle riprese in tempo reale, connettendosi alle videocamere live. EarthCam, Skyline Webcams, ma anche Meteoindiretta e YouTube, sono i principali siti da cui è possibile sbirciare senza essere visti. Dare notizie su meteo e traffico in media res e permettere ai cittadini di conoscere siti di particolare interesse culturale e naturalistico. Quest’ultimo in particolare è lo scopo dichiarato dai creatori di EarthCam, il sito utilizzato da Depoorter per il proprio progetto.

Depoorter ha monitorato Temple Bar a Dublino, Times Square a New York e Wrigley Field a Chicago, dopodiché si è occupato di confrontare le immagini offerte dalle telecamere con gli scatti che gli utenti condividevano, includendo tag e geolocalizzazioni di quei siti.

Ogni volta che andiamo da qualche parte, per ragioni di visibilità, aggiungiamo tag per essere raggiunti da un numero maggiore di persone e magari ottenere il repost dalle pagine della città in questione. Tuttavia, essere raggiunti non sempre è un bene, anzi, quasi mai. Se traslitteriamo di nuovo la metafora usata nel mondo digitale sul piano corporeo ci accorgiamo subito del rischio a cui ci poniamo. Ditemi, vi andrebbe bene essere raggiunti fisicamente dalle persone a cui avete lanciato l’esca online attraverso il cancelletto? Ovviamente per la maggior parte di noi la risposta è no. Far sapere i nostri esatti spostamenti, se questi possono essere veramente usati, tracciati, spiati, per raggiungerci nel luogo esatto in cui siamo e dal numero che potenzialmente vorremmo colpire su Instagram, ci farebbe sentire a disagio e in pericolo. Tuttavia, quando postiamo sui social, queste domande e queste sensazioni non ci sfiorano nemmeno. L’errore è stato quello di interpretare i social network come vetrine non meritevoli di essere concepite quali “vita vera”. Purtroppo, lo spazio digitale non è ontologicamente meno reale dell’ambiente offline. Gli impatti su lavoro, sicurezza, privacy, diritti, affetti sono gli stessi.

Quando aggiungiamo localizzazione, descrizioni dettagliate, hashtag coerenti e tag delle persone che erano con noi e delle città in cui eravamo, vogliamo essere raggiunti; vogliamo la visibilità, ma distanziata dallo schermo, eppure tale separazione è solo illusoria. Sono tracce incancellabili che potranno essere utilizzate in infiniti modi dagli algoritmi e non solo. Cosa succede se, oltre a renderci pedinabili con le nostre stesse mani tramite i social, pure le telecamere pubbliche ci rendono visibili da parte di chiunque? La libertà di ognuno di noi è colpita nel profondo.

Essere o meno tracciato è un aut aut capestro. La scelta è tra potermi muovere ancora nel tessuto urbano e stare chiuso in casa senza peraltro usufruire dei servizi della rete. Se non voglio che le telecamere mi spiino, non posso più andare dove desidero, non posso visitare quei luoghi straordinari che avrei tutto il diritto di osservare, perché lì, quasi sempre, ci saranno videocamere che trasmettono live notte e giorno. Si tratta di un’intrusione che va ben oltre ogni limite.

Videosorveglianza, il decalogo del Garante della Privacy

Tempo fa era stato condiviso un decalogo con cui il Garante della Privacy informava i cittadini dei diritti posseduti da questi ultimi intorno al tema della videosorveglianza. Tra le varie regole, spiccava il fatto che andassero individuate con designazione scritta le persone che avrebbero potuto utilizzare tali impianti, vietando l’accesso a tutti gli altri, salvo che per indagini in cui sarebbe stato chiaro il motivo di sicurezza pubblica. Anche qui si aprirebbe un mondo, ma soffermiamoci per adesso sulle persone che hanno modo di prendere visione alle registrazioni. Se decido di andare sul Monte Beigua, qui vicino a dove abito, sulle alture di Varazze, perché chiunque può vedermi?

Sempre nel decalogo del Garante, ci viene detto che i dati devono essere usati solo per gli scopi chiariti prima dell’installazione delle telecamere. Eppure, chiunque può cooptare la telecamera installata per il meteo declinandola per altri utilizzi, anche molto gravi, come lo stalking. Se Depoorter ci ha mostrato che con un programma semplice, scritto attraverso indicazioni trovate online sui forum degli “smanettoni”, si è in grado di trovare chiunque e dovunque, il rischio di abusi è molto alto. Le intenzioni dell’artista sono artistiche, ma nulla impedisce che un maniaco faccia lo stesso con ben altri esiti.

Nessuno può davvero essere anonimo

Il Garante stabilisce che le immagini devono essere colte attraverso un angolo limitato. Inoltre, non devono presentare dettagli, nel senso che se ingrandite il viso non dovrà essere riconoscibile, essendo sgranato dalla scarsa qualità dell’immagine di partenza. Ammetto che in Italia gran parte delle videocamere è installata tenendo conto di tale requisito; tuttavia, non sempre e se The Follower ci dimostra che nessuno può davvero essere anonimo allora il problema non può essere ignorato. Chiunque, non solo gli influencer, può essere riconosciuto, raggiunto, spiato e questa non è distopia.

Violazione della privacy: il comportamento ambiguo delle Big Tech

Depoorter fu bloccato da YouTube, quando provò provato a condividere la promo della sua opera. Secondo l’azienda The Follower avrebbe violato i propri termini d’uso. Questa non è la prima volta che la piattaforma di Google blocca contenuti simili. Già in passato mi ero occupata del caso di Oliver Ressler, mostrando come simili “errori dell’algoritmo” sembrassero possedere una certa metodologia di base, un’intenzione comune di fermare gli attivisti coinvolti nella tutela della privacy, della proprietà, della sicurezza. Al contrario la battaglia vera alle fake news rimane tutt’ora impaludata. Come minimo la questione solleva dei dubbi. Contenuti davvero disturbanti o disseminatori di odio restano nella rete nonostante le segnalazioni degli utenti, anche in massa. Ricordo, anni fa, quanto fosse stato difficile far chiudere il canale di quel tizio (non mi va nemmeno di scrivere il nome) che, tra le altre sue schifezze, condivideva video “catafratti” e “per il sociale”. E ricordo che in ogni caso tutte le volte riapriva il suo account, rendendo vana la chiusura.

AI e sorveglianza pubblica, analisi di un rapporto complesso: il caso della Cina

La reazione degli utenti al progetto The Follower

Oltre a YouTube e Instagram, anche molti utenti hanno reagito in malo modo di fronte al progetto The Follower. In effetti anche l’artista, per fare arte e rendere consapevoli gli utenti di quanto sia facile utilizzare le immagini per scopi illegittimi, ha violato la privacy. Si tratta di una situazione molto affine ai paradossi e ai tabù generati dalla menzione e dall’uso in linguistica[1].

Il bambino si interroga spesso se il divieto di dire parolacce valga anche per il parlare di tale regola, per ribadire il divieto stesso, oppure se anche in questo caso è necessario evitare di menzionare la parola tabù, magari servendosi di strategie di sostituzione come le circonlocuzioni. Ci sono parole che pure nella menzione mantengono la censura che vi è nell’uso. La n-word la conosciamo tutti ed è un esempio di termine usato in sostituzione di un altro che mantiene la censura nell’uso e nella menzione. Nel caso di The Follower la violazione della privacy che intende denunciare colpisce il progetto stesso, perché per metterlo in atto ha dovuto “profanare” i diritti degli utenti e i termini di uso di piattaforme come Instagram.

Come impedire di essere riconosciuti dalle telecamere intelligenti

Esistono modi per impedire di essere visti, riconosciuti dalle telecamere intelligenti?

In realtà sì, ma vale esclusivamente quando a spiarci è solo un software. Recentemente Wired ha condiviso il progetto di una start up milanese: Cap_able. L’obiettivo è quello di produrre tessuti in grado di confondere l’intelligenza artificiale, che non riuscirebbe più a reperire i punti di tracking usati per riconoscere le persone.

Altri studi dimostrano ad esempio che quasi quasi basterebbe il make-up a mimetizzarci; le tecniche di contouring sono in grado di renderci irriconoscibili agli “occhi” dei dispositivi.

Il POV di una telecamera di videosorveglianza è solo un codice numerico: la sua accuratezza non è affatto adeguata, basta poco per non farci riconoscere, come nei fumetti un paio di occhiali era sufficiente a celare l’identità di Superman.

Tuttavia, il problema resta aperto se, come ho dimostrato, basta un niente per bypassare gli scopi “leciti” del controllo, esponendo la società civile a rischi molto più seri di qualunque giustificazione per implementare telecamere simili lungo le nostre strade cittadine. Serve ancora una strategia per impedire pure agli occhi umani dietro alla telecamera di riconoscerci.

Note

  1. L’uso di una parola denota l’oggetto a cui la parola si riferisce, la menzione denota la parola stessa e a livello scritto è inquadrata da virgolette.
WHITEPAPER
Gestione dei contratti e GDPR: guida all’esternalizzazione di attività dei dati personali
Legal
Privacy
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4